Igiene degli alimenti e HACCP

Covid-19 e sicurezza alimentare

Coronavirus immagine ingranditaLa Direzione Generale Salute e Sicurezza Alimentare della Commissione Europea ha pubblicato il documento COVID-19 e sicurezza alimentare. Domande e risposte . Contiene indicazioni e risposte alle domande più frequenti di produttori alimentari, commercianti e consumatori riguardo alle misure di igiene e i possibili rischi di infezione da COVID-19 attraverso gli alimenti.

L’ISS - Istituto Superiore di Sanità (Roma) ha elaborato il Rapporto ISS Covid-19 n. 17 del 19 aprile 2020  intitolato “Indicazioni ad interim sull’igiene degli alimenti durante l’epidemia da virus SARS-CoV-2”.  Il Rapporto  fornisce indicazioni e raccomandazioni specifiche per garantire l’igiene degli alimenti e degli imballaggi alimentari nelle fasi di produzione, commercializzazione e consumo domestico nel corso dell’epidemia di Covid-19.

Nell’abstract del documento si legge che “Il virus SARS-CoV-2 si diffonde per contagio interumano, e non vi sono evidenze di trasmissione alimentare, associata agli operatori del settore alimentare o agli imballaggi per alimenti. La sicurezza degli alimenti, nel quadro normativo europeo, è garantita tramite un approccio combinato di prevenzione e controllo che abbraccia le filiere agroalimentari ‘dal campo alla tavola’. Nel corso dell’epidemia di COVID-19, tuttavia, la tutela dell’igiene degli alimenti richiede azioni aggiuntive mirate a circoscrivere nei limiti del possibile il rischio introdotto dalla presenza di soggetti potenzialmente infetti in ambienti destinati alla produzione e commercializzazione degli alimenti.”

Vai al Rapporto ISS Covid-19 n. 17 del 19 aprile 2020

Le tematiche connesse al contenimento del contagio e all’igiene degli alimenti nell’ambito della ristorazione pubblica nella “fase 2” dell’epidemia di COVID-19 sono state ulteriormente approfondite dall’ISS - Istituto Superiore di Sanità (Roma) nel Rapporto ISS Covid-19  n. 32 del 27 maggio 2020”

Vai al Rapporto ISS Covid-10 n. 32 del 27 maggio 2020

Regole igieniche

Tutte le imprese alimentari devono conformarsi al sistema europeo di gestione per la sicurezza alimentare (SeGSA - FSMS), implementando un adeguato programma di prerequisiti (PRP), le procedure basate sul sistema HACCP e altre politiche di gestione e comunicazione interattiva per garantire la rintracciabilità e sistemi di richiamo efficienti.

In particolare, l’igiene degli alimenti deve essere rispettata in tutte le fasi: produzione, lavorazione, confezionamento, distribuzione, deposito, vendita e somministrazione.

Documenti contenenti le regole igieniche per il settore alimentare, sono stati elaborati e pubblicati nella sezione dedicata del Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige.

Nel sito del “Bundeszentrum für Ernährung” germanico sono disponibili, in ben 13 lingue diverse, documenti contenenti le principali regole di igiene personale, della cucina e degli alimenti da osservare nella ristorazione. Per consultare i documenti vai al sito Bundeszentrum für Ernährung

Formazione per gli addetti alla manipolazione degli alimenti

Il Regolamento CE n. 852 del 2004 prevede l’obbligo di formazione degli addetti del settore alimentare. Le modalità di formazione sono affidate ai Paesi membri. La provincia di Bolzano ha fatto uso per la prima volta della sua competenza legislativa in tale ambito e in stretta collaborazione con Südtiroler Wirtschaftsring – Economia Alto Adige ha deliberato l’attuazione diretta del Regolamento comunitario. La Delibera della Giunta provinciale n. 542/2014 (Link esterno)  definisce i contenuti, ma non la durata della formazione. La formazione può essere svolta direttamente dall’operatore/operatrice del settore alimentare, da una persona da lui/lei incaricata o da terzi, inclusa la modalità e-learning. 

HACCP

 

L’autocontrollo secondo il modello HACCP rappresenta l’insieme di tutte le misure che l’operatore del settore alimentare deve adottare per garantire la sicurezza igienica e l’integrità dei prodotti alimentari. È di fondamentale importanza in questo ambito rilevare all’interno dell’azienda i pericoli igienico-sanitari e adottare misure idonee per eliminarli o minimizzarli.

La guida HACCP offre uno strumento concreto per i responsabili delle aziende di ristorazione al fine di elaborare e attuare autonomamente una documentazione individuale di autocontrollo HACCP.