Chiarezza: obbligo di retraining biennale per l’uso dei defibrillatori

Rimane obbligatorio il retraining biennale per l'utilizzo extraospedaliero del defibrillatore.

Una nota esplicativa del Ministero della salute del 1° febbraio 2018 chiarisce che il retraining biennale per l’utilizzo extraospedaliero del defibrillatore rimane obbligatorio. In considerazione dell’obbligo di defibrillatori durante le manifestazioni sportive ufficiali, questa informazione interessa particolarmente le associazioni sportive.

“La Provincia si è impegnata molto per la disponibilità di un defibrillatore in tutti gli impianti sportivi e la presenza di persone formate all’utilizzo di tali apparecchi spesso salvavita”, sottolinea l’assessora alla salute e allo sport Martha Stocker, “a maggior ragione abbiamo insistito perché a Roma si facesse chiarezza sull’obbligo di retraining, soprattutto in considerazione dell’incertezza che regnava nel mondo sportivo. Il retraining biennale va inteso a garanzia della sicurezza, non solo nello sport.”

L’incertezza in merito al retraining derivava dal riferimento ad un’autorizzazione all’uso con durata illimitata contenuto in un accordo Stato-Regioni del 2015, in contrasto con due decreti ministeriali degli anni 2011 e 2013, che invece contemplavano il retraining. La nota esplicativa del Ministero della salute chiarisce che l’accordo è da interpretarsi alla luce di tali decreti, i quali hanno anche una valenza superiore nella gerarchia delle fonti.

(ls)

ls