Ripreso regolarmente il Servizio di medicina dello sport dell'Azienda sanitaria

Il Servizio di medicina dello sport dell’Azienda sanitaria è ripreso regolarmente in tutti i comprensori. Nei mesi scorsi però si è accumulato parecchio ed è molto importante che le associazioni sportive prioritizzino in modo chiaro.

Il primario dott. Stefan Resnyak ha assicurato che il personale addetto è disposto a fare straordinari per recuperare quanto prima. Tuttavia, la situazione attuale richiede un protocollo più severo e comporta tempi più lunghi per le singole visite. Inevitabilmente, la procedura è rallentata.

Adesso è molto importante che le associazioni sportive prioritizzino in modo chiaro e per il momento mandino a fare la visita solo le atlete e gli atleti che hanno assoluto bisogno del certificato medico-sportivo. Tutti gli altri andrebbero rimandati a più avanti.

Vi chiediamo pertanto di sensibilizzare le associazioni sportive a voi affiliate in tal senso, affinché possiamo eseguire le visite davvero necessarie nei tempi prefissati.

Cogliamo l’occasione per ricordare alle associazioni sportive nonché ad atlete e atleti le seguenti regole di comportamento.

  • La prenotazione si effettua solo per telefono, fax o e-mail Sono da evitare prenotazioni di persona in segreteria.
  • Per evitare assembramenti in sala d’ attesa, si raccomandano il rispetto rigoroso degli orari degli appuntamenti (presentarsi individualmente!) e la puntualità.
  • Oltre alla disinfezione delle mani, durante la visita vanno indossati maschera chirurgica e guanti monouso; sia l’una sia gli altri vengono messi a disposizione all’occorrenza.
  • Si prega di presentarsi alla visita con
    • modulo per l’anamnesi Covid compilato e firmato,
    • modulo per l’anamnesi compilato e firmato,
    • modulo di richiesta dell’associazione sportiva compilato e firmato,
    • campione di urina (non necessariamente a digiuno).

ls