Sistema sportivo

Sistema sportivo
© Laura Savoia

Al vertice del sistema sportivo internazionale troviamo il Comitato internazionale olimpico (CIO), dal quale dipendono i comitati olimpici nazionali dei singoli Paesi. Il CIO coordina inoltre le federazioni sportive internazionali delle diverse discipline sportive olimpiche e riconosciute: gli statuti e le attività di queste federazioni devono rispondere ai principi sanciti dalla Carta olimpica. Di fatto il CIO in materia sportiva sovrintende non solo alle federazioni sportive internazionali, ma anche ai comitati olimpici nazionali e di conseguenza ai Paesi membri, e coordina inoltre l’organizzazione tecnica e territoriale dello sport internazionale.

Anche al livello continentale ci sono comitati olimpici e federazioni sportive, i quali sono inquadrati nei rispettivi enti internazionali e coordinano l'attività  tecnica e territoriale nel proprio continente, seguendo le direttive internazionali.

All’interno dei singoli Paesi, i comitati olimpici nazionali hanno solitamente rappresentanze locali, così come le federazioni sportive internazionali hanno sedi continentali, nazionali e locali organizzate gerarchicamente. Le federazioni sportive nazionali sono membri del comitato olimpico nazionale, le federazioni locali sono membri del comitato olimpico locale. Questo determina la formazione di una complessa rete gerarchica sul piano internazionale e nazionale, che investe sia le competenze territoriali dei comitati olimpici sia le competenze specifiche delle federazioni sportive.

I comitati olimpici nazionali sono fortemente radicati anche nel rispettivo contesto nazionale.

Il Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), in fattispecie, dipende direttamente dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e gioca un ruolo centrale sulla scena dello sport italiano, non solo per quanto concerne l’attività olimpica.

Questa situazione vanta radici storiche; risale infatti all’organizzazione nata agli inizi del XX secolo, che sotto il fascismo conobbe un’estrema centralizzazione. Da sempre il CONI è una specie di ministero non ufficiale dello sport, che ancora oggi riconosce le singole associazioni e federazioni sportive, e attraverso il quale passano i finanziamenti che lo Stato concede alle federazioni e, indirettamente, alle associazioni sportive affiliate alle federazioni. Non solo lo sport olimpico agonistico, ma anche lo sport dilettantistico è soggetto al controllo del CONI; anche gli enti di promozione sportiva e le relative associazioni sono finanziati dal CONI.

In aggiunta al sistema CONI ci sono rappresentanze di interessi, ad esempio le leghe delle singole discipline sportive o le unioni di associzioni sportive.