Contenuto principale

Campagna spende LEBEN-dona VITA

AssessoraCare altoatesine e cari altoatesini,

i numeri parlano da soli: nel 2014 i nostri concittadini presenti sulle liste di attesa per la donazione di organi erano 80, ma solo 20 hanno potuto ottenere il tanto atteso trapianto.

Vi sono pazienti che soffrono di gravi patologie che attendono anni prima del trapianto, e non è raro che qualcuno di loro muoia durante questa attesa. Il tema della donazione degli organi è una questione strettamente personale, in molti casi anche difficile da affrontare, ed è per questo che vogliamo lanciare una campagna in grado di informare e sensibilizzare voi e le vostre famiglie su questo argomento, incentivandovi a discutere la questione e a prendere una decisione.

L’evoluzione della medicina, infatti, vi offre la possibilità di fare qualcosa per il prossimo anche dopo la morte, e il primo passo di questo vero e proprio atto d’amore è firmare la dichiarazione di assenso alla donazione degli organi.

Abbiamo raccolto in un opuscolo tutte le informazioni possibili sull’argomento.


Testimonials (da sinistra a destra): Alfred Königsrainer, Armin Zöggeler, Martha Stocker, Andreas SchatzerIl nostro appello è questo: firmate anche voi per la donazione degli organi!

“Spende Leben – Dona Vita” - Iniziativa congiunta della Provincia e dei Comuni altoatesini per sensibilizzare alla donazione degli organi

Ogni anno decine di altoatesini appartenenti a qualsiasi classe di età, bambini compresi, subiscono un trapianto di organi o di midollo osseo, oppure ricevono donazioni di plasma e di sangue del cordone ombelicale. Per loro inizia una “seconda vita”, e di ciò devono essere grati a quelle persone che si rendono disponibili alla donazione, persone di cui quasi sempre non conoscono neppure l’identità. Nonostante la sensibilità dimostrata da molte persone, però, il fabbisogno di donatori, in Alto Adige rimane ampiamente scoperto.

Testimonials (da sinistra a destra): Alfred Königsrainer, Armin Zöggeler, Martha Stocker, Andreas Schatzer

Cos'è la donazione di organi

Con la donazione degli organi, vengono messi a disposizione per il trapianto alcuni organi umani. Può trattarsi di cellule, sangue, organi o addirittura parti del corpo come, a esempio, un dito o una mano.

Dal punto di vista legale e giuridico, i requisiti necessario per il trapianto (ad eccezione della donazione da viventi) sono la dichiarazione di morte celebrale del donatore, e la dichiarazione di volontà alla donazione degli organi.


Dove può essere effettuata la dichiarazione di volontà alla donazione di organi?

  • Distretto socio-sanitario dell’Azienda Sanitaria
    L’Azienda sanitaria offre la possibilità di compilare la dichiarazione di volontà alla donazione degli organi presso i distretti socio-sanitari. Il modulo verrà iserito da una persona appositamente incaricata all’interno del registro nazionale del Ministero della sanità.
  • Medico di base
    La dichiarazione di assenso alla donazione degli organi può essere compilata presso il proprio medico di base, il quale ha accesso al programma del Ministero della sanità per la relativa registrazione.
  • AIDO
    La dichiarazione di assenso alla donazione degli organi può essere compilata, sottoscritta e consegnata all’Associazione italiano donazione di organi – AIDO, la quale provvede alla registrazione nazionale presso il Ministero della sanità.
  • Comune di residenza - NUOVO
    A partire dall’estate 2015, la dichiarazione di volontà alla donazione degli organi può essere compilata e sottoscritta presso il proprio Comune di residenza all’atto della richiesta o del rinnovo del proprio documento d’identità. Dopo l’inserimento dei dati nel registro del Ministero della salute il donatore riceve conferma dell’esito positivo della pratica.

Scarica QUI la DICHIARAZIONE DI VOLONTÀ ALLA DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI.


Le domande più frequenti sulla donazione degli organi

  1. Che cosa è il trapianto?
    Il trapianto è un’efficace terapia per alcune gravi malattie che colpiscono organi o tessuti del corpo umano che non sono curabili in altro modo. Serve a recuperare un danno funzionale irreversibile e consente di salvare la vita di un paziente o migliorarne la qualità.
  2. Chi può divenire donatore di organi?
    Persone di qualunque età che muoiono in ospedale a causa di una lesione irreversibile al cervello, o di un prolungato e accertato arresto cardiaco accertato che abbia prodotto la totale distruzione delle cellule cerebrali.
  3. Quando avviene il prelievo degli organi?
    Quando sia stata accertata e documentata la morte cerebrale definitiva e irreversibile. Deve essere accertata la cessazione di ogni attività del cervello per un periodo di osservazione di almeno 6 ore.
  4. È ammesso il trapianto fra persone viventi?
    In Italia è consentito il trapianto di rene, parte di fegato o alcuni tessuti da donatore vivente.
  5. Sono necessari accertamenti medici per diventare donatore di organi?
    Non è necessario alcun accertamento medico, gli accertamenti per un’eventuale donazione sono eseguiti solo dopo la morte.
  6. Il ricevente conoscerà l’identità del donatore?
    Il nome del donatore non viene rivelato né al ricevente, né ai suoi parenti, allo scopo di evitare reciproche “dipendenze” che possono comportare gravi ripercussioni psicologiche. Su loro richiesta, i parenti del donatore vengono informati sulla zona in cui vive il ricevente e se il trapianto ha avuto successo.
  7. Le confessioni religiose sono favorevoli alla donazione degli organi?
    La maggioranza delle religioni occidentali sostiene senza alcun dubbio la donazione e il trapianto degli organi, definendolo come un atto supremo di generosità, carità e amore.
  8. È possibile revocare la decisione di donare gli organi?
    E’ facoltà del donatore di recedere in qualsiasi momento dandone comunicazione scritta.
  9. È possibile decidere in vita a chi verranno donati i propri organi?
    No, gli organi vengono assegnati ai pazienti in lista di attesa in base alle condizioni di urgenza ed alla compatibilità clinica ed immunologica del donatore.
  10. A chi rivolgersi per ulteriori informazioni relative al trapianto di organi?
    Per ottenere informazioni più dettagliate, Vi potete rivolgere al Vostro medico di fiducia o all’AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e cellule)

News

Serate informative

Le motivazioni del donatore di organi Armin Zöggeler (intervista in lingua tedesca)


Contatti e informazioni utili


Iniziative pubbliche in programma

Martedì 12.05.2015 ore 19.30 a Bolzano, Sala Rappresentanza del Comune di Bolzano

Titolo della serata: “Insieme per la donazione”
Relazioni dei primari Dott. Bruno Giacon e Dott. Peter Zanon.
Di seguito discussione con i gruppi di autoaiuto e testimonials

Martedì 19.05.2015 ore 19.30 a Silandro, Aula Magna, Centro Scuole Superiori, Parco Plawenn 3

Titolo della serata: “La donazione degli organi – atto di amore per il prossimo e di solidarietà”
Relazione del primario Dott. Herbert Heidegger.
Di seguito discussione con i rappresentanti delle parrocchie di Silandro e Sluderno, il primario Dott. Gerold Drüge, Gustav Thöni e testimonials.

Martedì 26.05.2015 ore 19.30 a Bressanone, Aula Magna, Ginnasio delle Scienze Sociali, Via Ignaz Mader 3

Titolo della serata: “Decidere efficacemente e velocemente – medicina di emergenza e trapianti”
Relazione del primario Dott. Manfred Brandstätter.
In seguito discussione con il Dott. Ulrich Ortler, il primario Dott. Peter Zanon, i gruppi di autoaiuto e testimonials.

Giovedì 04.06.2015 ore 19.30 a Bolzano, Sala Rappresentanza del Comune di Bolzano, Vicolo Gumer

Titolo della serata: “Aiuto attraverso lo sviluppo nel campo medico-clinico”
Relazione del Prof. Dott. Alfred Königsrainer.
In seguito discussione con il primario Dott. Bruno Giacon, il direttore sanitario Dott. Oswald Mayr, rappresentanti dei gruppi di autoaiuto e testimonials.

Martedì 09.06.2015 ore 19.30 a Merano, Sala Civica, Via Otto Huber

Titolo della serata: “Essere in forma con attività sportive dopo il trapianto”
Relazione del Dott. Stefan Resnyak.
In seguito discussione con i primari Dott. Gerold Drüge e dott. Peter Zanon e testimonials.

Martedì 25.08.2015 ore 19.30 a Brunico, Entrata Principale, Ospedale di Brunico

Titolo della serata: “Salvare vita grazie alla donazione di organi”
Relazione del Dott. Alessandro Nanni Costa e del Dott. Davide Willeit.
In seguito discussione con il primario Dott. Bruno Giacon, il Dott. Manuel Maglione e testimonials.

Martedì 01.09.2015 ore 19.30 a Ora, Aula Magna, Istituto tecnico agrario, Via Sepp Thaler 2

Titolo della serata: “Una psiche forte in situazioni di vita difficili”
Relazione della Dott.ssa Mariantonietta Mazzoldi.
In seguito discussione con i giovani volontari dei gruppi di autoaiuto e testimonials

Martedì 15.09.2015 ore 20.00 a Badia, Casa “J. B. Runcher”

Titolo della serata:"Salvare vite grazie alla donazione di organi"

Relazione del dott. Gregorio Rungger,del dott. Mario Pizzinini e dell'Assessora Martha Stocker.

Di seguito tavola rotonda con il Reverendo Jakob Wendelin Willeit e il dott. Davide Willeit.


(Ultimo aggiornamento: 24/08/2015)