News

Protezione civile, domani simulazione di piena - Varie 16.11.2017

Torna, come ogni anno, l'esercitazione di piena della Protezione civile provinciale. Domani sarà testato il funzionamento della macchina dei soccorsi.

Il direttore della Protezione civile, Rudolf Pollinger, durante una delle esercitazioni di piena degli anni scorsi (Foto USP/mac)

Ore 17 di venerdì 17 novembre: ecco il momento in cui scatterà la simulazione di un intervento antipiena lungo i fiumi Adige e Isarco. Impegnati uomini della Protezione civile, operazioni coordinate sino alle ore 22 circa dalle centrali operative situate a Bolzano in via Cesare Battisti e in via Druso. Per quanto riguarda le zone di Merano, Bassa Atesina e Bressanone il test riguarderà esclusivamente le strutture di comunicazione, mentre per la zona di Bolzano è prevista un'esercitazione vera e propria. Verrà simulata una piena con esondazione a Settequerce nella zona della stazione, con tanto di evacuazione delle abitazioni da parte dei vigili del fuoco volontari.

"Come ogni anno - sottolinea il direttore della Protezione civile provinciale, Rudolf Pollinger - sarà verificata non solo la capacità di pronto intervento, ma anche l'efficiente funzionamento del sistema di comunicazione e coordinamento delle operazioni". Parteciperanno all'esercitazione antipiena, tutte le strutture della Protezione civile provinciale, compresi i vigili del fuoco (volontari e del Corpo permanente) e chi si occupa della sistemazione dei bacini montani, oltre alle forze dell'ordine e al Commissariato del governo. "L'obiettivo di queste esercitazioni - conclude l'assessore Arnold Schuler - è quello di garantire che, in caso di necessità, tutta la macchina dei soccorsi sia in grado di funzionare in maniera efficace".

LM

Galleria fotografica