News

Bressanone e Varna, progetto per la protezione dalle piene - Varie 07.12.2018

Progetto CittàPaeseFiume, misure infrastrutturali ed ambientali per la protezione dalle piene a Bressanone e Varna argomento al centro del Forum area fluviale di quest'anno.

Incontro del Forum area pluviale sulle opere di protezione dalle piene a Bressanone e Varna

Tecnici, amministratori ed esperti di Comuni, Provincia e gruppi di interesse si sono incontrati nei giorni scorsi a Bressanone per il tredicesimo Forum area fluviale nell'ambito del progetto CittàPaeseFiume. Il sindaco della città vescovile, Peter Brunner, ha sottolineato la grande importanza del progetto, poiché accanto alla realizzazione delle opere di protezione dalle piene sono previste delle misure di notevole rilevanza a beneficio sia della popolazione che dell'ambiente e della natura. Il primo lotto delle opere, coordinate dall'Ufficio sistemazione bacini montani est e nord, è ad un passo dalla conclusione, mentre con i lotti successivi il progetto si sposta verso il centro della città. Per quanto riguarda Varna, invece, nella zona della vecchia segheria Putzer, verranno realizzate una briglia filtrante per il legname flottante e un bacino di deposito per il materiale detritico con un volume di circa 40.000 metri cubi.

Il vicesindaco Josef Tauber, oltre ad elogiare la buona collaborazione con gli uffici provinciali, ha annunciato l’intenzione di realizzare una zona ricreativa e per il tempo libero lungo il rio di Scaleres. Per quanto riguarda gli aspetti ecologici, sono previste diverse misure soprattutto lungo i corsi d'acqua della media Val d'Isarco, e un aspetto centrale, da questo punto di vista, è rappresentato dalle possibilità di investimento rese possibili dai fondi di compensazione ambientale delle grandi centrali idroelettriche. Tutte le misure del progetto CittàPaeseFiume vengono finanziate e realizzate attraverso il programma FESR (Fondo europeo sviluppo regionale) 2014 -2020.

LM

Galleria fotografica