News

Isarco, ripresi i lavori di protezione dalle piene a Bressanone - Varie 14.02.2019

Proseguono gli interventi di protezione dalle piene lungo il fiume Isarco a Bressanone. Ulteriore investimento per 1 milione di euro.

Isarco, ripresi lavori di protezione dalle piene a Bressanone (Foto: USP/Agenzia protezione civile)

Nell’ambito della realizzazione a Bressanone delle opere di protezione dalle piene lungo il fiume Isarco sono previste misure di notevole rilevanza a beneficio sia della popolazione che dell'ambiente e della natura. Il primo lotto è già stato ultimato, in questi giorni sono iniziati i lavori riferiti alla prima parte del secondo lotto di opere che si riferiscono al tratto compreso fra ponte “Auenhausbrücke” e il ponte pedonale “Bombenbrüggele”. I lavori, che sono coordinati dall'Ufficio sistemazione bacini montani est e nord dell’Agenzia provinciale per la Protezione civile, comportano un investimento per 1 milione di euro, e dovrebbero essere portati a termine entro la metà del 2020. Tutte le misure vengono finanziate e realizzate attraverso il programma FESR (Fondo europeo sviluppo regionale) 2014 -2020.

"Con questi interventi non solo si intende garantire maggiore sicurezza per il tratto di fiume in caso di una piena di portata storica, ma anche contribuire all’ecologia fluviale per mezzo di un rimodellamento ecosostenibile dell’alveo dell'Isarco", afferma Rudolf Pollinger, direttore della Protezione civile. In particolare vengono innalzati di un metro i muri ripariali su entrambi i lati del fiume, inoltre viene rifatto e spostato di circa 22 metri a valle il ponte pedonale “Bombenbrüggele”. Per consentire i lavori dovrà essere chiuso in parte il marciapiede all’altezza di via Cesare Battisti a Bressanone, e sarà disposta la chiusura completa della pista ciclabile. In concomitanza con il montaggio del nuovo ponte, via Cesare Battisti sarà transitabile a senso unico alternato per un breve periodo di tempo.

LM

Galleria fotografica