TEST RAPIDI IN ALTO ADIGE - INSIEME CONTRO IL CORONAVIRUS

 


Test rapidi in Alto Adige: segue la fase 2

Dopo il grande successo della campagna di screening a livello provinciale "Test rapidi in Alto Adige", segue ora la fase 2, vale a dire quella di monitoraggio dello sviluppo delle infezioni. Con l'aiuto di un sistema di allerta preventiva basato su tre pilastri, il controllo dell’andamento delle infezioni da coronavirus viene affrontato adottando le seguenti misure:

  • “Monitoraggio Alto Adige” settimanale
  • Monitoraggio sulla base dei risultati del Contact-Tracing
  • Programmi di screening ad hoc in caso di tassi d’infezione più elevati (test hotspot)

Il primo pilastro, "Monitoraggio Alto Adige", consiste in test mirati su un campione di persone selezionato in modo rappresentativo. Grazie a questo sistema l’evolversi della pandemia viene monitorato su scala provinciale e gli eventuali focolai tempestivamente identificati. "Monitoraggio Alto Adige" coinvolge 4.000 persone individuate “a caso” tra i cittadini altoatesini di 18 e i 70 anni, che corrispondono ad un campione rappresentativo della popolazione altoatesina, ed in più 900 persone del settore scolastico e 300-400 alunni maggiorenni delle scuole superiori . A ognuna di queste persone, una volta a settimana, viene effettuato un test dell'antigene. Dopo quattro settimane, vengono selezionate altre 4.000 persone e così via. Chi viene selezionato per partecipare a "Monitoraggio Alto Adige" riceve una lettera d’invito affiancata da un’informativa dal proprio comune di residenza. Il test è gratuito, la partecipazione volontaria. Se siete stati selezionati per il progetto di alert "Monitoraggio Alto Adige" per favore partecipate. È importante!
Tracciamento dei contatti ("Contact-Tracing"): lo sviluppo dell'infezione nei comuni dell'Alto Adige viene monitorato sulla base di diversi indicatori. In questo modo, le fonti di infezione possono essere identificate quando sono ancora in una fase iniziale. 
Test hotspot: come terzo pilastro del sistema di allerta preventiva, il Servizio Sanitario dell’Alto Adige introduce un programma di screening ad hoc ogni volta che si verifica una maggiore incidenza di infezione - cioè un hotspot - in determinate aree o in specifici settori sociali, come ad esempio in comuni, aziende, scuole, ecc. fortemente colpiti.

Test rapidi in Alto Adige” è stata un’iniziativa a livello provinciale che aveva luogo dal 20 al 22 novembre 2020. Era stata organizzata dall’Azienda sanitaria dell’Alto Adige e dall’Agenzia Protezione Civile in collaborazione con i Comuni, i Vigili del Fuoco volontari e la Croce Bianca e la Croce Rossa. In circa 200 strutture allestite su tutto il territorio provinciale tutti i cittadini sopra i 5 anni potevano sottoporsi volontariamente e a titolo gratuito ad un test rapido antigenico. Alcuni Medici di Medicina Generale e alcune farmacie offrivano il test anche nei giorni precedenti e successivi all’iniziativa la quale tutto sommato ha registrato un successo enorme: sono state complessivamente 362.050 persone a sottoporsi al test di cui 3.615 positivi che venivano immediatamente isolati.

Vai ai risultati dell’Azienda sanitaria


Dove verranno effettuati i test?

Località test rapidi

Come avviene lo screening?

Lo screening consiste in un test rapido dell’antigene. Si tratta di un tampone in grado di rilevare la presenza del virus e di fornire un risultato in circa 15 minuti.

campagna video: Test rapido in Alto Adige

Domande frequenti

Quali sono gli obiettivi dell'iniziativa Test rapidi in Alto Adige - Fase 2?

Dopo il successo dell'iniziativa "Test rapidi in l'Alto Adige" con 361.781 partecipanti, di cui 3.615 positivi, si continua con l'istituzione di un sistema di allerta preventiva. Questo sistema di allerta preventiva è diviso in tre parti: "Monitoraggio Alto Adige", tracciamento dei contatti stretti (Contact-Tracing) e test degli Hotspot.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Cosa si intende con "Monitoraggio Alto Adige"

Con "Monitoraggio Alto Adige" si intendono test mirati di un sottogruppo selezionato casualmente che rappresenta la popolazione dell'Alto Adige. L'obbiettivo è quello di tenere sotto controllo il tasso di infezione e di identificare in tempo possibili Hotspot.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Quanti saranno i partecipanti dell'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige"?

All'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige" partecipa un campione di 4.000 persone scelte a caso tra i cittadini altoatesini tra i 18 e i 70 anni in modo da avere un campione rappresentativo della popolazione altoatesina. Inoltre, vengono monitorate 900 persone del settore scolastico. Ciascun partecipante verrà sottoposto ad un test settimanalmente per 4 settimane. La partecipazione è volontaria. In seguito verranno scelti altri partecipanti, sempre selezionati casualmente.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Chi sceglie i partecipanti all'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige"?

L'Istituto Provinciale di Statistica ASTAT ha estratto il campione casuale.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Come faccio a sapere che sono stato selezionato per l'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige"?

I partecipanti dell'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige" riceveranno dal proprio comune una lettera informativa.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Posso partecipare all'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige" anche se non sono stato estratto nel campione casuale?

No, all'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige" possono partecipare solamento le persone invitate. Però lei può rivolgersi ad una farmacia partecipante e fare privatamente un test antigenico rapido.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

È obbligatorio effettuare il test?

No, la partecipazione è volontaria. Se si partecipa, è richiesta l'esecuzione di un test alla settimana per 4 settimana. Un unico test non è possibile.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Sono stato selezionato come partecipante all'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige", ma attualmente sono in isolamento dopo un test positivo negli ultimi giorni.

In questo caso non può partecipare all'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige"; deve segnalarlo al proprio comune.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Sono stato selezionato per l'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige", ma ho un handicap motorio. Il test può essere svolto anche a casa oppure viene organizzato un servizio di ritiro?

Presso i Drive-In è possibile effettuare il test seduti in macchina.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Sono stato selezionato per partecipare all'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige", ma sono in quarantena come contatto stretto.

Per favore non partecipi al test previsto dall'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige" ed informi il suo comune. Come contatto stretto verrà contattato dal Servizio Igiene che concorderà con lei i prossimi passi.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Sono stato selezionato per partecipare all'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige", ma per motivi di lavoro non sono (temporaneamente) in Alto Adige.

La partecipazione all'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige" è volontaria. Se non può partecipare al test per motivi di lavoro informi per favore il suo comune.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Quale tipo di test viene eseguito?

Come avvenuto per lo screening "Test rapidi in Alto Adige", viene eseguito un test rapido dell'antigene. Si tratta di un tampone nasofaringeo in grado di rilevare la presenza di una elevata carica virale. Fornisce il risultato entro 15 - 30 minuti al massimo. Il test è sicuro e di solito è completamente indolore.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Sono invitato a partecipare all'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige", ma sono malato/a.

Se lei è ammalato/a o ha sintomi influenzali non può sottoporsi al test. In questo caso è importante rimanere a casa e contattare telefonicamente il proprio Medico di Medicina Generale. È pregato di informare anche il suo comune a questo riguardo.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Dove si svolgono i test?

I test vengono effettuati dai Medici di Medicina Generale, dai Pediatri di libera scelta e presso le farmacie che partecipano a questa iniziativa. Un elenco è pubblicato qui. Inoltre, la Croce Bianca allestirà stazioni drive-in a San Candido, Brunico, Pedraces, Val Gardena, Bolzano, Egna, Silandro e Malles, mentre la Croce Rossa a Vipiteno, Bressanone, Bolzano e Merano. Per sapere dove è possibile eseguire il test è necessario informarsi presso il proprio comune.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 04/12/2020

Il test deve essere svolto nel comune di residenza o può essere svolto anche in comuni differenti?

Se vi è la necessità, è possibile svolgere il test in un comune differente da quello di residenza. È pregato di comunicare all'operatore telefonico il comune di sua preferenza al momento della richiesta.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Con quale frequenza devo sottopormi al test?

Deve eseguire il test una volta alla settimana per quattro settimane. Il test dovrebbe essere effettuato sempre lo stesso giorno della settimana o al massimo un giorno prima o dopo.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Devo registrarmi per eseguire il test?

Il Suo comune/la Sua scuola/la Sua scuola dell'infanzia Le invierà un modulo di registrazione per il consenso di partecipazione allo screening e per il trattamento dei Suoi dati.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Cosa devo portare quando mi presento per il test?

Si prega di portare con sé il modulo di registrazione, la tessera sanitaria e un documento d'identità valido. È importante fornire un indirizzo e-mail e un numero di cellulare italiano per la comunicazione del risultato del test.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Che senso ha fare il test?

Partecipando all'iniziativa "Monitoraggio Alto Adige" fornisce un importante contributo al monitoraggio e al contenimento dell'infezione in Alto Adige. Con il test, inoltre, sarà regolarmente informato sul suo stato di salute e contribuirà alla tutela della salute di chi le sta vicino. In ogni caso, è necessario continuare ad osservare le misure di sicurezza!

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Come funziona con la privacy?

La partecipazione all'iniziativa "Monitoring in Alto Adige" è volontaria. Il trattamento dei dati personali avviene per una finalità di diagnosi, cura e prevenzione dell’emergenza virale Covid-SARS-CoV-2, e trova la sua base giuridica nell’articolo 9 paragrafo 2 lett. i) h) del Regolamento UE 2016/679 (GDPR). All’interessato/a che decide di sottoporsi al test viene resa disponibile un’informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art 13 e 14 del GDPR.

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, data: 03/12/2020

Per favore, continuate a seguire queste raccomandazioni:

Coprire bocca e naso

Coprire bocca e naso

Mantenere le distanze

Mantenere le distanze

Lavarsi le mani

Lavarsi le mani