Contributi alle organizzazioni senza fini di lucro per progetti di prevenzione e di pronto soccorso nell’ambito di calamitá

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

L'Agenzia per la Protezione civile è autorizzata a concedere sussidi o contributi a associazioni, istituzioni e organizzazioni che operano, senza fini di lucro, nei settori della prevenzione e pronto soccorso per calamità pubbliche:

  • per la promozione di iniziative per gli interventi di prevenzione, di pronto soccorso e di ripristino, nonché per ogni altro provvedimento idoneo al raggiungimento delle medesime finalità ivi inclusa la realizzazione e la gestione di una rete provinciale di telecomunicazioni.
  • per l'acquisto o la locazione, anche finanziaria, di attrezzature, macchinari, impianti e automezzi, anche speciali, da impegnarsi per interventi nel predetto settore;
  • per l'acquisto o la locazione di beni immobili incluso l'arredamento da destinarsi a sede degli enti, comprese le autorimesse ed i magazzini per il ricovero dei beni indicati nella precedente punto.

Il progetto o una singola parte del progetto, che costituiscono oggetto della domanda di contributo, possono essere realizzati solo dopo la concessione del contributo da parte dell'Agenzia per la Protezione civile. In caso contrario non è concesso nessun contributo.

La presente disposizione non vale nel caso di locazione di un bene o di un contributo aggiuntivo.

La domanda contiene i dati del legale rappresentante e dell’organizzazione rappresentata, una dichiarazione su eventuali altri aiuti finanziari per lo stesso progetto e la seguente documentazione:

Domanda ai sensi dell’articolo 1, comma 4, lettera a) della legge provinciale per la promozione di iniziative idonee al raggiungimento di finalità di prevenzione e di pronto soccorso

  1. breve descrizione dell’iniziativa;
  2. preventivo di spesa;
  3. parere della relativa Unione provinciale
  4. dichiarazione ritenuta 4% e detraibilità I.V.A.
  5. piano di finanziamento.

Domanda ai sensi dell’articolo 1, comma 4, lettera b) della legge provinciale per l’acquisto o la locazione, anche in leasing, di attrezzature - compreso l’abbigliamento protettivo da lavoro -, macchinari, impianti ed automezzi

  1. breve descrizione dell’iniziativa;
  2. preventivo di spesa;
  3. parere della relativa Unione provinciale
  4. dichiarazione ritenuta 4% e detraibilità I.V.A.
  5. piano di finanziamento.

Nel caso di acquisto di un bene mobile devono essere allegati i preventivi di spesa di almeno tre imprese. L’impossibilità di invitare più di un’impresa deve essere motivata. Se il richiedente presenta una domanda di contributo per la realizzazione di un progetto che non corrisponde al preventivo di spesa con il prezzo più basso, egli deve motivare anche tale decisione.

Nel caso di acquisto di un bene mobile con un valore stimato inferiore a 20.000,00 euro, al netto dell’imposta sul valore aggiunto, si può prescindere dalla richiesta di una pluralità di preventivi di spesa, fermo restando l’obbligo di motivare la scelta del fornitore.

Domanda ai sensi dell’articolo 1, comma 4, lettera c) della legge provinciale per l’acquisto o la locazione di beni immobili

  1. breve descrizione dell’iniziativa;
  2. preventivo di spesa;
  3. parere della relativa Unione provinciale
  4. dichiarazione ritenuta 4% e detraibilità I.V.A.
  5. piano di finanziamento.

Le organizzazioni ONLUS e gli organismi di volontariato iscritti al relativo registro della Provincia sono esenti dall'imposta di bollo.

  • Legge provinciale del 12 luglio 1975, n. 34, art. 1
  • I criteri per la concessione di contributi alle organizzazioni senza fini di lucro per progetti di prevenzione e di pronto soccorso nell'ambito di calamità, approvati con deliberazione della Giunta provinciale del 24 gennaio 2005, n. 102 (pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 7/I-II del 15/02/2005),  con deliberazione della Giunta provinciale del 10 aprile 2007, n. 1135 (pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 18/I-II del 02/05/2007), con deliberazione della Giunta provinciale del 05 ottobre 2009, n. 2422 (pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 43/I-II del 20/10/2009), con deliberazione della Giunta provinciale del 14 marzo 2011, n. 357 (pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 13/I-II del 29/03/2011), con deliberazione della Giunta provinciale del 27 dicembre 2012, n. 1934 (pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 2/I-II del 08/01/2013) e con deliberazione della Giunta provinciale del 13 gennaio 2015, n. 21 (pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione n. 3/I-II del 20/1/2015).

Per maggiori informazioni la invitiamo a consultare il sito Web dell'istituzione competente dedicato a questo servizio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 17/01/2017)

Ente competente

Ufficio Protezione civile
viale Druso 116, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 60 41 Amt für Zivilschutz - Ufficio Protezione civile
Fax: 0471 41 60 59 Amt für Zivilschutz - Ufficio Protezione civile
E-mail: protezione.civile@provincia.bz.it Ufficio Protezione civile
PEC: zs.pc@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/protezione-civile/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: dalle ore 9.00 alle ore 12.00
Giovedì: dalle ore ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.30

Scadenze

La domanda di contributo, firmata dal legale rappresentante, deve essere presentata sull’apposito modulo entro il 15 febbraio di ogni anno all’ufficio protezione civile.