Legislazione

  • Legge provinciale 30 gennaio 2006, n. 1: (Link esterno)
    Disciplina degli impianti a fune e prescrizioni per gli ostacoli alla navigazione aerea
    (la legge privnciale 1/06 sostituisce la legge provinciale del 8 novembre 1973, n. 87)
  • Decreto del presidnete della Provincia 13 novembre 2006, n. 61: (Link esterno)
    Regolamento di esecuzione circa la costruzione e l'esercizio di impianti a fune in servizio pubblico
    (questo regolamento sostituisce il regolamaneto 4 dicembre 1996, n. 48)
  • Decreto del Presidente della Provincia 5 dicembre 2012, n. 45: (Link esterno)
    Regolamento del personale funiviario
    Regolamento di esecuzione per l'articolo 26 della legge provinciale 30 gennaio 2006, n. 1, concernente le competenze e le attribuzioni del tecnico responsabile e del personale degli impianti a fune in servizio pubblico sostituisce il decreto del Presidente della Provincia del 26 luglio 2001, n. 43

Qui di seguito vengono pubblicate i pù importanti circolari, lettere del Ministero dei Trasporti e pareri della CFAT, precisando che viene riportato solo una breve relazione del contenuto:

Il testo completo può essere richiesto presso il Ministero dei Trasporti (Ministero dei Trasporti e della Navigazione Dipartimento dei trasporti terrestri, Unità di Gestione Sistemi di Trasporto ad impianti fissi, T.I.F 6, Via Caraci 36, I-00157-ROMA, tel 06 41586431 fax 06 41586418) o presso l'ufficio funivie della Provincia Autonoma di Bolzano.

Il D.M. 2 gennaio 85, n 23, così pure la legge provinciale 30.01.2006, n. 1, prescrivono che tutti gli impianti funiviari devono essere sottoposti periodicamente a revisione generale, oltre alle revisioni speciali quinquennali.

Questi revisioni generali devono essere effettuati agni 10 anni sulle sciovie e ogni 15 anni sulle funivie monofuni ad attacchi fissi. Tutti i rimanenti impianti devono essere sottoposti alla revisione generale ogni 20 anni.

In tale occasione tutti i singoli elementi dell'impianto vengono sottoposti ad un esame particolare allo stato smontato. Prove non distruttive garantiscono l'integrità dell'elemento.

La revisione generale devono essere effettuate da ditte specializzate.

Qui di seguito vengono elencate le richieste generali per le sciovie e le seggiovie ad attacchi fissi. Per gli altri impianti tali richiesti sono in elaborazione.

L'elenco delle richieste contiene una serie di provvedimenti generali per l'esecuzione dei lavori di revisioni, specificando che l'entitá delle revisioni dipende anche dallo stato generale dell'impianto e dai lavori di revisioni o lavori di ammordernamento già effettuati negli anni precedenti.

Anche per la costruzione e l'esercizio di funivie in servizio privatovige la legge provinciale 30 gennaio 2006, n 1: Disciplina degli impianti a fune e prescrizioni per gli ostacoli alla navigazione aerea (Link esterno)

Regolamento di esecuzione alla legge provinciale 17 febbraio 2000, n. 5. (Link esterno) (in quanto applicabile secondo la legge provinciale 1/06): Norme tecniche relative alle teleferiche in servizio privato (Link esterno)

Ulteriori informazioni:

  • Domanda per il nulla osta all'esercizio al comune nel quale è posto l'impianto
  • Funivie private devono essere controllate regolarmente da un tecnico funiviario (elenco)
  • Funivie sono ostacoli al volo e prima della costruzione bisogna comunicarlo alla stazione forestale competente
  • Nel Geobrowser Pro (Link esterno) sono indicati gli ostacoli al volo registrati

38.3. Ufficio Funivie

Palazzo 3b, Piazza Silvius Magnago 3
39100 Bolzano
Tel. +39 0471 414600
Tel. +39 0471 414601
Fax +39 0471 414616
E-mail: trasporti.funiviari@provincia.bz.it
PEC: seilbahnen.funivie@pec.prov.bz.it

Orario d'apertura

Ufficio Funivie
Palazzo 3B
Bolzano, Piazza Silvius Magnago 3

Lu, ma, me, ve: ore 9.00 - 12.00
Gi: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Un modulo

Moduli

Moduli dell'Ufficio Funivie