No Credit

No Credit
un dettaglio del manifesto No Credit 2020

No Credit: Abbiate cura di voi stessi e degli altri!

Già da anni (dal 2006) la Provincia Autonoma di Bolzano si impegna a favore di una maggiore sicurezza sulle strade. Grazie alla campagna di sensibilizzazione "No Credit" gli utenti del traffico vengono sollecitati a guidare in modo sicuro e giudizioso. Il focus in questo caso sono i motociclisti.

La campagna "No credit" 2020 si appella in modo particolare ai motociclisti e alla sicurezza in moto

No Credit: 3 pilastri

La campagna "No Credit" si basa sui tre pilastri: formazione della coscienza, controlli e interventi di costruzione. Questi ultimi comprendono una segnaletica esaustiva e l'illuminazione stradale, il risanamento del manto stradale danneggiato e il montaggio di guardrail con barriere per motociclisti in luoghi a rischio d'incidenti. In particolare nei mesi estivi e soprattutto nei fine settimana vengono effettuati controlli di velocità, con l'obiettivo di impedire un comportamento di guida rischioso e rendere le strade più sicure.

Il Safety Park raccoglie i filoni del progetto

Safety Park gestisce la tematica "sicurezza nel traffico stradale" Dal 2020 il Centro di guida sicura Safety Park gestisce la campagna "No Credit" e tutto il tema della sicurezza stradale a 360 gradi. L'attenzione è rivolta sull'argomento della sicurezza nel traffico stradale con iniziative volte a preparare gli utenti della strada di tutte le età. Accanto ai corsi per la guida in sicurezza per categorie professionali e varie fasce d'età, ci sono infatti numerose le iniziative di sensibilizzazione. L’obiettivo è quello di contribuire a preparare bambini, giovani e adulti per il traffico

Ulteriori informazioni: www.safety-park.com (Link esterno)

Sicurezza in moto al centro della campagna No credit 2020

La campagna "No credit" 2020 si appella in modo particolare ai motociclisti e alla sicurezza in moto. I manifesti sulle strade più trafficate in provincia.

Il direttore del Safety Park Sebastian Seehauser e l'assessore Daniel Alfreider mostrano il manifesto della campagna No Credit 2020, che sarà apposto sulle strade più trafficate in Alto Adige. (Foto: ASP/Roman Clara)

"Ogni utente della strada è personalmente responsabile nel traffico, sia che si sposti in automobile, in moto, in bici o a piedi", fa presente l'assessore provinciale Daniel Alfreider. È necessario, quindi, adottare un comportamento che tenga conto della sicurezza. E proprio per sensibilizzare sulla sicurezza stradale viene proposta anche nel 2020 la campagna "No credit" che quest'anno pone l'accento sulla sicurezza in moto. I grandi manifesti con le immagini della nuova campagna saranno apposti in questi giorni lungo le straade più trafficate dell'Alto Adige. "La vita non fa credito", sottolinea l'assessore Alfreider appunto No credit, e fa presente che ogni incidente è di troppo per le conseguenze sulle persone colpite e sulla loro cerchia sociale. Secondo i dati dell'Istituto provinciale di statistica ASTAT nel 2018 sulle strade altoatesine si sono registrati 5 incidenti al giorno che hanno causato 33 morti. La maggior parte degli incidenti, ovvero 1.020, hanno visto coinvolti motociclisti su moto o motorini. Benché il numero degli incidenti stradali sia in lieve calo, soprattutto quelli riferiti ai motociclisti, resta costante il numero dei morti.

Sicurezza stradale, Safety Park in prima linea

La gestione della campagna "No Credit" da quest'anno è seguita dal Centro di guida sicura Safety Park che tratta il tema della sicurezza stradale a 360 gradi. "Il Safety Park si attesta come una struttura che si occupa sempre più con la tematica della sicurezza nel traffico stradale con iniziative volte a preparare gli utenti della strada di tutte le età", fa presente l'assessore Alfreider. Accanto ai corsi per la guida in sicurezza per categorie professionali e varie fasce d'età, sono numerose le iniziative di sensibilizzazione. Accanto alla campagna "No Credit", ce ne sono altre come "S.O.S. Zebra" incentrata sulla sicurezza dei pedoni. "In autunno, se la situazione d'emergenza da Coronavirus lo consentirà, sarà proposta nuovamente l'iniziativa di sensibilizzazione 'Hallo Auto' pensata per i bambini dagli 8 ai 9 anni di età", annuncia Sebastian Seehauser, direttore del Safety Park.

ASP/san/sa

Galleria fotografica