Servizio invernale

Per assicurare un maggior grado di sicurezza anche nel periodo ínvernale oltre allo sgombero della neve dalla rete stradale si effettuano anche trattamenti antigelo. Il grado di sicurezza con cui un veicolo percorre la strada é tanto piú elevato quanto migliore é il coefficiente di attrito tra il pneumatico del veicolo ed il manto stradale. I coefficienti di attrito influiscono sulla tenuta di strada e sullo spazio d'arresto del veicolo.

I trattamenti antigelo si effettuano anche in caso di abbondanti piogge e bruschi abbassamenti di temperatura con successiva formazione di ghiaccio sul manto stradale. Il trattamento antigelo consiste nello spargimento dosato di sale o sale misto ghiaino sulla sede stradale. Il personale cantoniere in reperibilità effettuerà dei controlli anche a seconda delle condizioni meteo avverse che si presentassero. I servizi di manutenzione invernale vengono effettuati prevalentemente all'alba (ma anche nelle ore serali) con gli specifici mezzi ed attrezzature in dotazione nei vari punti logistici.

La rete stradale gestita è compresa tra i 200 a oltre 2.000 metri di quota.
I tecnici del Servizio Strade sono in reperibilità, per garantire il servizio invernale e la sorveglianza della rete.
Le previsioni del tempo forniscono una prima informazione circa il possibile peggioramento del tempo, ma il fattore umano è insostituibile. La notte dove il rischio di una nevicata è concreto, i cantonieri in reperibilità controllano personalmente la situazione.
Talvolta, senza attendere la nevicata o appena prima, viene attivato lo spargimento di sale, per prevenire la formazione di veli di ghiaccio.
Se lo strato di neve fresca sulla strada ha già raggiunto i 7 cm, entrano in azione i veicoli attrezzati per lo sgombero.
Dopo lo sgombero, per quantità di neve maggiori, vengono impiegate anche le turbine laterali, per allargare la fascia di strada sgomberata.
Per spessori di neve che raggiungono i 50 cm o accumuli causati dal vento entrano in azione le frese da neve.
Il pericolo maggiore dopo lo sgombero è la formazione di veli di ghiaccio. Per diminuirlo viene sparso sale che trasforma neve e ghiaccio in acqua. Oggi giorno con le nuove macchine operatrici il dosaggio é minimo.
Su strade di montagna, per dare un transitorio miglioramento dell'aderenza, viene sparso ghiaietto misto a sale.

Gli automobilisti non devono tuttavia dimenticare che la loro auto, in caso di frenata su fondo ghiacciato, a 50 km/h, ha bisogno di circa 100 metri per arrestarsi completamente e su fondo bagnato e scivoloso (p. es. nevicata) servono circa 37 metri!
Quindi la migliore prevenzione non é il servizio invernale, ma il senso di responsabilità dell'automobilista in quanto si tratta della sua sicurezza: occorre moderare la velocità e non si può rinunciare a pneumatici invernali e catene.