Contenuto principale

Comunicati stampa

Varie | 27.04.2012 | 17:36

Ricerca biomedica: Esperti a colloquio con il presidente Durnwalder

Di ricerca biomedica e dei possibili sviluppi in Alto Adige hanno parlato esperti asutriaci a locali con il presidente della Provincia Luis Durnwalder.

Favorevoli alla collabarazione nella ricerca biomedica (da sx: Birgit Oberkofler (Uff.Euregio), Josef Penninger (IMBA), il pres. Luis Durnwalder e Peter Pramstaller (Eurac).(Foto: USP/A.Pertl)ZoomansichtFavorevoli alla collabarazione nella ricerca biomedica (da sx: Birgit Oberkofler (Uff.Euregio), Josef Penninger (IMBA), il pres. Luis Durnwalder e Peter Pramstaller (Eurac).(Foto: USP/A.Pertl)

Josef Penninger, responsabile dell'Istituto per la biotecnologia molecolare (IMBA) dell'Accademia austriaca delle Scienze di Vienna, assieme a Peter Pramstaller, direttore del Centro biomedico presso l'Accademia Europea di Bolzano, ha illustrato al presidente Durnwalder l'attività svolta nel settore della ricerca genetica nel campo delle malattie dell'uomo, settore dover doverbbe essere avviata una collaborazione con il centro altoatesino.
Il presidente della Provincia, convinto dell'opportunità di tali sinergie, ha sottolineato l'intenzione dell'Euregio di sostenere l'attività di ricerca in campo genetico avvalendosi di contatti internazionali con l'obiettivo di creare posti di lavoro nel settore della ricerca ed in quelli connessi. Il tema della salute assume sempre maggior rilievo ed anche l'Unione Europea intende fare cospicui investimenti in questo ambito.
In tal senso va salutata, come ha detto Durnwalder, la colalborazione fra l'Istituto per la biotecnologia molecolare austriaco ed il Centro biomedico dell'Eurac.
All'incontro era presente Birgit Oberkofler, responsabile dell'Ufficio Euregio di Bolzano.
 


(SA)