News

L'omaggio di Alfreider al politico ladino scomparso Carlo Willeit

Il Vicepresidente ladino Daniel Alfreider ricorda il politico ladino Carlo Willeit, che è venuto a mancare e, che è stato una guida importante per lo sviluppo della lingua e della cultura ladina.

Willeit è stato membro del Consiglio Provinciale dal 1993 al 2003, così come del Consiglio Regionale (Foto: USP/Micurá de Rü)

Lunedì sera (29 marzo), Carlo Willeit, membro di lunga data del consiglio provinciale e del consiglio regionale, è morto all'età di 78 anni. Il politico ladino, nato a San Vigilio di Marebbe, si è sempre battuto per i diritti del gruppo linguistico ladino in Alto Adige e in Trentino. Willeit fu uno dei fondatori della "Comunanza Ladina a Bulsan" e presidente dell'Union Generela di Ladins dla Dolomites dal 1983 al 1986. Nel 2017 è stato nominato presidente onorario dell'Union Generela. Willeit è stato membro del Consiglio Provinciale dal 1993 al 2003, così come del Consiglio Regionale.

Il vicepresidente ladino Daniel Alfreider rende omaggio a Willeir per il suo impegno a favore del gruppo linguistico ladino e per il suo contributo allo sviluppo della cultura ladina. "Carlo Willeit ha sempre difeso i diritti dei ladini delle Dolomiti a tutti i livelli. Ha lavorato per una migliore protezione e una più forte rappresentanza dei ladini nelle amministrazioni pubbliche e negli organi politici e ha avviato diverse iniziative culturali, come il festival musicale “Cianta cun nos", commenta Alfreider.

rc

Galleria fotografica