Incentivazione per attività ordinaria, progetti e investimenti

Incentivazione per attività ordinaria, progetti e investimenti
Dalla collezione del Museo Civico di Brunico: autore ignoto, Prestatore di danaro, olio su tela, XVIII sec., visibile anche sul portale dei beni culturali dell’Alto Adige

La Provincia autonoma di Bolzano in base alla legge provinciale del 16 giugno 2017, n. 6, può sostenere musei e collezioni gestiti da enti pubblici, associazioni e privati.  Con deliberazione del 6 febbraio 2018, n. 122, la Giunta provinciale ha approvato i criteri per l’incentivazione di musei e collezioni.

  • Dal 1° ottobre al 1° dicembre 2021 è possibile presentare le domande di contributo per l’attività ordinaria 2022
  • Le domande di contributo per progetti e investimenti 2022 possono essere presentate nel corso dell’anno di riferimento fino al 30 novembre 2022

La presentazione delle domande di contributo per il 2022 è possibile esclusivamente tramite il relativo servizio online su myCIVIS - Rete Civica dell'Alto Adige. L'accesso al servizio online dell'Amministrazione pubblica avviene solo mediante SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o Carta Servizi (tessera sanitaria) attivata con lettore.

Al servizio online di presentazione delle domande di contributo si accede dai box qui sotto.

Informazioni dettagliate sull'incentivazione economica per l'anno 2022 con novità relative alla documentazione richiesta si trovano anche nellaExterner Link)

Aggiornato l'importo orario per prestazioni rese a titolo volontario

Con la delibera del 14 settembre 2021, n. 785, la Giunta provinciale ha aggiornato l’importo orario per prestazioni rese a titolo volontario ricadenti nell’ambito dell’incentivazione di musei e collezioni, che passa da 16,00 a 20,00 euro.

La delibera della Giunta provinciale n. 122 del 6 febbraio 2018, nella quale si fissano i criteri per l’incentivazione di musei e collezioni, in particolare l’articolo 10, comma 6, stabilisce infatti come spese ammissibili le attività rese a titolo di volontariato e prevede che:

“È possibile giustificare una quota massima pari al 25% della spesa ammessa attraverso le prestazioni rese a titolo di attività di volontariato dai propri soci o aderenti, ai sensi dell’articolo 2, comma 1, della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche. A tal fine si applica l’importo orario convenzionale stabilito dalla Giunta provinciale. I beneficiari possono avvalersi della suddetta facoltà solo ai fini del raggiungimento della spesa ammessa e per rendicontare la parte della spesa stessa che eccede la misura del contributo concesso. Non possono in ogni caso essere computate le ore prestate a titolo di volontariato per partecipare alle sedute dei propri organi collegiali.”

Persona di riferimento:

Daniela De Benedetti
Tel. 0471 416839
E-mail: daniela.de-benedetti@provincia.bz.it