Prenotazione appuntamento

Su questa pagina è possibile prenotare un appuntamento presso gli sportelli dell’ufficio promozione edilizia agevolata e dell'ufficio tecnico dell'edilizia agevolata per la consulenza e la simulazione dell’eventuale contributo spettante nonché per la consegna della domanda di agevolazione edilizia.

Attenzione: prima di procedere con la prenotazione dell’appuntamento si consiglia di leggere attentamente le indicazioni e i suggerimenti sottoindicati.

Per procedere con la prenotazione clicca sul box contenente il servizio desiderato.

Come accedere ai servizi online? 

Prenotarsi online è semplice.

La prenotazione si fa con SPID, con la carta d’identità elettronica (CIE) oppure con la carta servizi attivata.

Una volta effettuata la prenotazione, riceverà all’indirizzo e-mail, impostato nel suo profilo di myCivis, una notifica con tutte le informazioni sull’appuntamento come luogo, orario e codice di prenotazione.

È possibile scaricare il pdf con le informazioni dell’appuntamento o cancellare l’appuntamento, sia nella notifica e-mail, ricevuta dopo la prenotazione, che accedendo alle notifiche dell’area personale in myCivis.

Non è possibile spostare l’appuntamento. In quel caso bisogna prima cancellare l’appuntamento preso e poi prenotare un nuovo appuntamento.

Se si dovessero riscontrare delle difficoltà nella procedura di accesso bisogna rivolgersi direttamente al gestore di identità digitale e/o seguire le istruzioni di aiuto su myCivis.

 

La consulenza e la simulazione dell’eventuale contributo spettante nonché la consegna della domanda di contributo edilizio riguarda i servizi elencati di seguito. Per informazioni più dettagliate sui servizi stessi, sui requisiti di accesso e sulle modalità e le tempistiche per la consegna della domanda di contributo si consiglia di visitare la pagina dedicata al servizio desiderato:

 

Cosa bisogna verificare prima della prenotazione?

Per permettere la consulenza in un unico appuntamento, è necessario essere in possesso della Dichiarazione Unificata di Reddito e Patrimonio (DURP) degli ultimi due anni del nucleo familiare che andrà ad abitare nell’alloggio da agevolare. Fino al 30 giugno 2023 devono essere state rese le DURP degli anni 2020 e 2021.

Si assicuri in anticipo consultando il nostro sito web, nel rispettivo servizio, se è in possesso di tutti i requisiti necessari per accedere all’agevolazione.

Anche per la consegna della domanda di contributo è necessario che le DURP siano già state rese.

Le scadenze per l’inoltro della domanda di agevolazione edilizia sono pubblicate nei rispettivi servizi.

Per la consegna della domanda è necessario consegnare il modulo di domanda debitamente compilata in ogni sua parte e firmata dal richiedente/dai richiedenti. Inoltre, devono essere allegati tutti i documenti richiesti nonché una marca da bollo da 16,00 euro. Il modulo della domanda, scaricabile dal rispettivo servizio, contiene una lista completa dei documenti da allegare alla domanda di contributo.

 

I seguenti documenti devono essere portati all’appuntamento per la consulenza e la simulazione dell’eventuale contributo spettante:

1. piantina in scala dell‘oggetto da agevolare, completa della piantina delle superfici accessorie (oppure una piantina di un eventuale appartamento, come esempio);

2. in caso di altre proprietà di appartamenti o quote di essi: piantina in scala dell’alloggio e delle superfici accessorie (anche se vendute o cedute negli ultimi 5 anni o qualora si trovino fuori dalla provincia di Bolzano, anche all’estero);

3. nel caso in cui venga incaricata una terza persona per il ritiro della simulazione è necessario presentare una delega dell’interessato completa di fotocopia del documento di identità del delegante e del delegato.

 

Attenzione:

Per l’ammissione al contributo per il recupero, l’acquisto e per la nuova costruzione della prima casa, tutti i cittadini facenti parte dell’UE devono essersi dichiarati ad uno dei tre gruppi linguistici. Alla domanda dev’essere allegato il certificato in originale valido e non più vecchio di 6 mesi dalla data di emissione.

La dichiarazione è depositata nell’ufficio preposto del Tribunale di Bolzano.

Se non risulta consegnata e viene resa successivamente, acquisisce validità soltanto decorsi 18 mesi. Per la durata di questo periodo non è possibile presentare una domanda di contributo.

Nel caso in cui non è sicuro/a di essersi dichiarato/a, è importante informarsi a riguardo presso l’ufficio preposto del Tribunale di Bolzano prima dell’appuntamento.