Progetti FESR

Progetti FESR

FESR4033 SRS Rungg 1 & FESR4047 SRS Rungg 2

Opere per la mitigazione da caduta massi in località Ronchi (Comune di Termeno)

Le misure previste dal progetto mirano a migliorare la sicurezza della località di Ronchi (comune di Termeno) contro fenomeni di caduta massi provenienti dalle cosiddette "Grauner Wände" (pareti di Graun) costituite da rocce della formazione di Contrin. Sul versante a monte della località di Ronchi sono previsti 4 valli-tomo di protezione, che insieme raggiungeranno una lunghezza complessiva di 582 metri lineari e altezze comprese tra i 3,5 e i 4 metri, in più una barriera paramassi deformabile con una lunghezza lineare di 80 m. La costruzione dei valli-tomo di protezione sarà realizzata con la "tecnica della terra rinforzata". Inoltre, come materiale di riempimento verranno utilizzate speciali miscele di materiali di riciclaggio. Attraverso l'uso di miscele di materiali riciclati, preziose risorse naturali (materiali naturali) disponibili in quantità limitate saranno risparmiate e sostituite da materiali abbondanti (materiale RC).
Lo scopo di queste misure è la mitigazione del pericolo di caduta massi per la località Ronchi e quindi il declassamento del piano delle zone di pericolo del comune di Termeno. Questi interventi creeranno la possibilità di sviluppo per zone di insediamento, produzione e turismo per la località.
I progetti SRS Rungg 1 & 2 vengono eseguiti dall‘Ufficio Geologia e Prove Materiali della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige nell‘ambito del programma FESR 2014-2020.

FESR4006 InReDam

Sviluppo e realizzazione di valli paramassi innovativi basati sull‘utilizzo di materiali di riciclaggio

In nessun’altra regione dell’arco alpino ci sono così tanti valli paramassi di diverse tipologie che proteggono le strade come in Alto Adige. Tomi paramassi ben dimensionati possiedono un’alta capacità di assorbimento dell’energia. Se realizzati in modo adeguato, i tomi si inseriscono in modo armonico nel paesaggio.
La manutenzione è semplice, economica e il più delle volte si limita alla sola rimozione del materiale franato a seguito di un evento da crollo.
Il progetto FESR InReDam si è posto l‘obiettivo, di aumentare la durevolezza dei tomi e contemporaneamente di ridurre in modo consistente i costi di realizzazione. Visto che materiale di riciclo è disponibile in eccesso, è stata messa a punto e impiegata una miscela di materiale di riciclaggio per il riempimento degli argini. Con il progetto InReDam sono stati sviluppati e realizzati complessivamente 400 metri lineari di valli paramassi.   
Il progetto InReDam è stato eseguito dall‘Ufficio Geologia e Prove Materiali della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige nell‘ambito del programma FESR 2014-2020.

FESR4008 SoLoMon

Monitoraggio a lungo termine di grandi frane basato su sistemi integrativi di sensori e reti

Le frane di grosse dimensioni e in parte le frane profonde e complesse non possono o possono solo parzialmente essere arginate con la tecnologia attuale. Spesso le sistemazioni si limitano a soluzioni puntuali o temporanee e non a messe in sicurezza durevoli nel tempo. In queste situazioni il monitoraggio a lungo termine è l’unica possibilità per limitare il danno in modo efficiente, sostenibile e duraturo e per garantire la sicurezza per la popolazione.
Lo scopo del progetto SoLoMon è la raccolta e l’omologazione dei diversi sistemi di monitoraggio in un sistema informatico ben strutturato, modulare e user friendly adatto a tutti i tipi di frana e a tutte le situazioni: dagli insediamenti ai singoli masi alle infrastrutture areali e a quelle lineari. Dovrà essere creato un software con interfaccia web che fornisca alle istituzioni competenti un sistema sicuro e automatico di allarme che sia affidabile, continuo e ridondante sui mezzi di comunicazione di uso corrente (radio, cercapersone, Smartphone, PC).
Il progetto SoLoMon viene eseguito dall‘Ufficio Geologia e Prove Materiali della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige nell‘ambito del programma FESR 2014-2020.