2021: Lo scrigno delle parole imparentate

Ad inizio 2021 il Servizio di coordinamento per l’integrazione ha invitato cittadini e cittadine di ogni età e di ogni madrelingua a riflettere sulle lingue conosciute per trovare parole di lingue diverse imparentate tra loro, dunque simili e con lo stesso significato. In linguistica questi termini si chiamano cognates (cognati), dal latino “cum” e “natus”, dunque “nate insieme”.

Da tutta la provincia sono pervenute oltre 380 parole, in 9 alfabeti diversi e 33 lingue, senza contare le 3 lingue provinciali. Alcune parole appartengono a lingue parlate in paesi vicini, come Portogallo e Albania, altre dal Pakistan o dal Messico, nell’antica lingua náhuatl.
Anche nelle scuole il progetto è stato accolto come proposta di lavoro interdisciplinare: hanno infatti partecipato una dozzina di classi appartenenti a diverse scuole, tra cui il liceo linguistico "Gymme" di Merano, l'istituto "Herz Jesu" di Rio Pusteria e i gruppi di incentivazione linguistica della scuola media "Michael Pacher" di Bressanone e della rete scuole superiori di Bolzano.
Il progetto, realizzato in collaborazione con l'Ufficio giovani della Ripartizione cultura tedesca, ha reso visibile la molteplicità di lingue presenti sul territorio altoatesino; inoltre, queste parole imparentate si sono rivelate essere dei "veri amici", perché ci aiutano nella comprensione di una lingua sconosciuta e ci ricordano che, per quanto possiamo essere diversi, alla fine ci assomigliamo tutti.

L'iniziativa fa parte della campagna di sensibilizzazione al plurilinguismo #multilingual, lanciata lo scorso anno dalla Provincia e dal mondo dell'economia.

Le parole pervenute sono state raccolte ed elaborate in forma di attività e giochi linguistici. Guarda come si assomigliano alcune parole affiancate tra loro e gioca anche tu per scoprire quanto sono vicine alle tre lingue ufficiali della nostra provincia.

Enjoy yourself!

Le parole pervenute nelle diverse lingue

Piccole opere d'arte di alunne e alunni delle scuole

La prima immagine: Mittelschule "Michael Pacher" di Bressanone.

Le successive tre immagini: Herz Jesu Institut di Rio Molino.