Attualità

Project management office per la Ripartizione informatica

Affrontare al meglio le sfide future e garantire ad utenti e pubblica amministrazione efficienza e risparmio. Questi gli obiettivi dell’iniziativa della Ripartizione provinciale informatica, che ha creato al proprio interno un Project management office, ovvero un sistema in grado di coordinare e fornire una base omogenea a tutti i progetti informatici.

"La Provincia di Bolzano - sottolinea l'assessore all'informatica Roberto Bizzo - è tra le prime amministrazioni pubbliche, in Italia, a dotarsi di un sistema del genere. Si tratta di una vera e propria rivoluzione nel metodo di lavoro all'interno della pubblica amministrazione, e rappresenta l'occasione per modificare l'attuale gestione dei progetti e dei processi informatici". Le linee guida del progetto sono state illustrate e presentate nei giorni scorsi a Roma, nel corso di un convegno al quale hanno partecipato i massimi esperti del settore. La Provincia di Bolzano era rappresentata dal direttore dell'Ufficio informatica geografica e statistica, Martin Zambaldi e dal coordinatore del progetto Peter Mair.

"Fra i compiti del Project management office - hanno spiegato - vi è quello di coordinare lo sviluppo e l'evoluzione del sistema informatico della Provincia, che ad oggi serve 42 ripartizioni, con circa 4500 collaboratori, 123 direzioni di scuole ed asili, con 1500 dipendenti amministrativi, e che conta ben 800 applicativi. Si tratta di un'operazione delicata e complessa, che però va incontro alle necessità di ridurre i costi, standardizzare i servizi rivolti al cittadino e coordinare in maniera più efficace le iniziative nel campo informatico all'interno della stessa amministrazione provinciale".

"Con questo progetto - conclude Bizzo - la Ripartizione informatica diventa un partner strategico della Provincia, e offre una risposta concreta alla volontà della politica di sfruttare le esperienze dei più avanzati modelli europei nella gestione delle pubblica amministrazione, ponendo la giusta attenzione alle richieste di cittadini e utenti, alle esigenze di contenimento dei costi, e agli obblighi di trasparenza".

(mb)

KG