Contributo per l’attività ordinaria annuale - sport e tempo libero

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

La Provincia concede contributi per l’attività ordinaria annuale delle realtà associative e federali in materia di sport e tempo libero.

Beneficiari

  • FSN affiliate a CONI/CIP, DSA CONI/CIP, EPS CONI/CIP
  • associazioni sportive dilettantistiche
  • associazioni del tempo libero

Non sono ammessi

  • richiedenti che non abbiano svolto almeno un anno di attività
  • richiedenti con meno di 20 soci
  • richiedenti privi di autofinanziamento adeguato
  • richiedenti la cui attività prevalente consiste nell’offerta di corsi o servizi
  • sezioni di una polisportiva che non siano giuridicamente e finanziariamente autonome
  • domande presentate fuori termine

Inoltre, per il tempo libero non sono ammessi

  • associazioni professionali e associazioni che hanno come finalità la tutela degli interessi dei soci
  • circoli privati
  • associazioni con attività specificamente culturali, pedagogiche, sportive, sociali o terapeutiche e del servizio giovani
  • associazioni con prevalente attività orientata all’organizzazione di feste, eventi mondani, visite, gite, concerti o eventi simili
  • associazioni con prevalente attività orientata all’esclusivo consumo di beni e servizi

La domanda di contributo va compilata in tutte le parti:

  • richiedente
  • dichiarazioni varie (correttezza dei dati, comunicazioni con l’Ufficio sport, documentazione generica, ritenuta d’acconto)
  • informazioni sull’ente
  • descrizione dell’attività ordinaria annuale
  • piano di finanziamento

Laddove non sia prevista un’esenzione, è necessaria una marca da bollo da 16 €.

Rendiconto

Di regola, il rendiconto va presentato entro il 31 marzo dell’anno successivo alla concessione del contributo.

La domanda di liquidazione va compilata in tutte le parti:

  • richiedente
  • informazioni sul contributo concesso
  • dichiarazioni varie (correttezza dei dati, sussistenza dei presupposti, realizzazione, pezze giustificative, ulteriori contributi)
  • relazione finale
  • spese ed entrate effettive – il deficit non deve essere inferiore al contributo concesso e il contributo concesso non deve essere superiore all’80% delle spese totali

I documenti di spesa devono essere

  • conformi alle vigenti disposizioni di legge
  • intestate al richiedente
  • quietanzati con indicazione della data dell’avvenuto pagamento – vige il principio di cassa

Sono ammissibili come spese le prestazioni rese a titolo di volontariato documentate, nella misura massima del 25% del totale.

Non sono ammissibili come spese:

  • premi per lotterie
  • offerte ed altri contributi di solidarietà
  • spese di rappresentanza
  • ammontare dell’IVA detraibile
  • interessi passivi
  • disavanzo d’esercizio degli anni precedenti
  • ammortamenti
  • accantonamenti per acquisti futuri
  • interessi di mora e contravvenzioni
  • acquisto di beni destinati alla rivendita
  • spese non direttamente inerenti alla destinazione del contributo
  • spese non sufficientemente giustificate e rendicontate
  • spese non effettivamente sostenute e spese fittizie o che non consistono in uscite vere e proprie
  • premi in denaro
  • spese per strutture prevalentemente adibite a fini commerciali
  • spese non connesse all’attività ammessa a contributo
  • spese di viaggio, vitto e alloggio
  • spese materiali
  • spese di importo non commisurato
  • spese non effettivamente sostenute nell’anno di riferimento
  • spese sostenute prima della data della domanda di contributo

L’importo da rendicontare è pari a

  • 150 € per ogni socio attivo per le associazioni sportive dilettantistiche
  • importo del contributo concesso per le federazioni sportive e le associazioni del tempo libero

Ai sensi della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17, e successive modifiche, l’Amministrazione provinciale competente è tenuta a effettuare controlli ispettivi a campione delle domande approvate.

Per maggiori informazioni la invitiamo a consultare il sito Web dell'istituzione competente dedicato a questo servizio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 29/12/2021)

Ente competente

Ufficio Sport
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 83 45 Hermann Ramoner
0471 41 83 44 Romedius Kofler
0471 41 83 47 Patrizia Nozzolini
0471 41 83 42 Gabriella Filippi
Fax: 0471 41 83 59
E-mail: sport@provincia.bz.it
PEC: sport@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: ore 9:00 – 12:00
Giovedì: ore 8:30 – 13:00, ore 14:00 – 17:30

(previo appuntamento)

Scadenze

Le domande vanno inviate entro il 31 gennaio di ogni anno al seguente indirizzo, unitamente alla copia di un documento di identità valido del rappresentante legale: