Rilascio della concessione di distribuzione di energia elettrica

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Le finalità del piano della distribuzione e le basi per le concessioni della distribuzione in esso definite hanno per intento quello di collocare la distribuzione dell’energia elettrica dell’Alto Adige su un livello proiettato verso il futuro, possibilmente autonomo, e di fornire alle aziende, nell’ambito della loro attività di distribuzione, le premesse per offrire a tutti i clienti finali un servizio di distribuzione non discriminante e qualitativamente valido; ciò anche in un contesto altamente concorrenziale e strettamente orientato verso un’economia di mercato.

La domanda dovrà essere corredata dei seguenti documenti:

  • descrizione della personalità giuridica e della struttura proprietaria;
  • copia dello statuto;
  • eventuale estratto della camera di commercio;
  • bilanci degli ultimi 3 esercizi completi di allegati e relazione accompagnatoria;
  • qualora i bilanci non fossero disponibili, si dovrà comunque presentare ogni documentazione che possa consentire di valutare la situazione economica e patrimoniale della società;
  • descrizione dell’organizzazione tecnica della società con indicazioni dettagliate dell’infrastruttura e dell’attrezzatura tecnica, nonché dei sistemi di elaborazione dati disponibili per la gestione tecnica della società;
  • descrizione dell’organizzazione amministrativa della società con indicazioni dettagliate dell’infrastruttura e dell’attrezzatura tecnica, nonché dei sistemi di elaborazione dati disponibili per la gestione amministrativa della società;
  • descrizione dell’organizzazione dei rapporti con il pubblico e dei dispositivi per l’assistenza ai clienti e per il contatto con i medesimi;
  • descrizione dell’organizzazione per il servizio di reperibilità (sulle 24 ore) e del pronto intervento;
  • descrizione della consistenza e della struttura dell’organico dei dipendenti con indicazione delle funzioni e dell’inquadramento, nonché della formazione dei collaboratori;
  • schemi della rete MT con le principali dotazioni di dispositivi automatici di protezione e d’intervento ed una relazione esplicativa della consistenza tecnica e quantitativa del sistema elettrico gestito e delle sue caratteristiche;
  • descrizione delle proprie centrali di produzione di energia elettrica, sia esistenti che in progetto, incluse nelle proprietà o nelle disponibilità della società di distribuzione;
  • bilancio energetico nonché illustrazione dei dati economico-energetici della società (acquisti, vendite per tipologia di utenza, produzioni, perdite, ecc.) degli ultimi 5 anni;
  • opzioni tariffarie ed altre tariffe offerte all’utenza negli ultimi 3 anni;
  • copia del “Codice di condotta commerciale” adottato, in ottemperanza alle delibere 200/99, 204/99 e 55/00, e successive modifiche, dell’AEEG;
  • copia delle “Modalità e condizioni contrattuali per l’erogazione del servizio di connessione alle reti elettriche con tensione nominale superiore ad 1 kV”, adottate in ottemperanza alla delibera 281/05, e successive modifiche, dell’AEEG;
  • copia delle comunicazioni eventualmente effettuate all’AEEG sui livelli di qualità commerciale ai sensi della delibera 201/99, e successive modifiche, dell’AEEG, qualora applicabili;
  • copia delle comunicazioni effettuate all’AEEG sui livelli di continuità del servizio ai sensi della delibera 04/04, e successive modifiche, dell’AEEG;
  • schematizzazione dell’attuale delimitazione geografica del proprio territorio di distribuzione con un piano realizzato in scala 1:10.000 contenente la rete di distribuzione suddivisa in impianti di media e bassa tensione ed inoltre un piano in scala 1:2880 per le zone urbane confinanti fra due imprese elettriche distributrici. La documentazione deve essere presentata su CD in forma digitale georeferenziata come SHAPE-File con coordinate UTM WGS84. Le superfici approvvigionate dovranno essere rappresentate con poligoni e non con linee. La citata documentazione deve essere presentata anche in forma cartacea.

Eventuale proposta con relativa motivazione per aggiustamenti territoriali delle proprie zone di distribuzione e di quelle confinanti.

All’occorrenza, l’azienda di distribuzione dovrà produrre all’Ufficio elettrificazione competente in materia l’eventuale documentazione integrativa e i rappresentanti legali o gli altri responsabili dovranno contribuire, attraverso spiegazioni dirette, a chiarire singole situazioni connesse al rilascio o all’uso della concessione.

La domanda per il rilascio della concessione di distribuzione di energia elettrica dovrà essere corredata dei seguenti documenti:

  • Descrizione della personalità giuridica e della struttura proprietaria;
  • copia dello statuto;
  • eventuale estratto della camera di commercio;
  • bilanci degli ultimi 3 esercizi completi di allegati e relazione accompagnatoria;
  • qualora i bilanci non fossero disponibili, si dovrà comunque presentare ogni documentazione che possa consentire di valutare la situazione economica e patrimoniale della società;
  • descrizione dell’organizzazione tecnica della società con indicazioni dettagliate dell’infrastruttura e dell’attrezzatura tecnica, nonché dei sistemi di elaborazione dati disponibili per la gestione tecnica della società;
  • descrizione dell’organizzazione amministrativa della società con indicazioni dettagliate dell’infrastruttura e dell’attrezzatura tecnica, nonché dei sistemi di elaborazione dati disponibili per la gestione amministrativa della società;
  • descrizione dell’organizzazione dei rapporti con il pubblico e dei dispositivi per l’assistenza ai clienti e per il contatto con i medesimi;
  • descrizione dell’organizzazione per il servizio di reperibilità (sulle 24 ore) e del pronto intervento;
  • descrizione della consistenza e della struttura dell’organico dei dipendenti con indicazione delle funzioni e dell’inquadramento, nonché della formazione dei collaboratori;
  • schemi della rete MT con le principali dotazioni di dispositivi automatici di protezione e d’intervento ed una relazione esplicativa della consistenza tecnica e quantitativa del sistema elettrico gestito e delle sue caratteristiche;
  • descrizione delle proprie centrali di produzione di energia elettrica, sia esistenti che in progetto, incluse nelle proprietà o nelle disponibilità della società di distribuzione;
  • bilancio energetico nonché illustrazione dei dati economico-energetici della società (acquisti, vendite per tipologia di utenza, produzioni, perdite, ecc.) degli ultimi 5 anni;
  • opzioni tariffarie ed altre tariffe offerte all’utenza negli ultimi 3 anni;
  • copia del “Codice di condotta commerciale” adottato, in ottemperanza alle delibere 200/99, 204/99 e 55/00, e successive modifiche, dell’AEEG;
  • copia delle “Modalità e condizioni contrattuali per l’erogazione del servizio di connessione alle reti elettriche con tensione nominale superiore ad 1 kV”, adottate in ottemperanza alla delibera 281/05, e successive modifiche, dell’AEEG;
  • copia delle comunicazioni eventualmente effettuate all’AEEG sui livelli di qualità commerciale ai sensi della delibera 201/99, e successive modifiche, dell’AEEG, qualora applicabili;
  • copia delle comunicazioni effettuate all’AEEG sui livelli di continuità del servizio ai sensi della delibera 04/04, e successive modifiche, dell’AEEG;
  • schematizzazione dell’attuale delimitazione geografica del proprio territorio di distribuzione con un piano realizzato in scala 1:10.000 contenente la rete di distribuzione suddivisa in impianti di media e bassa tensione ed inoltre un piano in scala 1:2880 per le zone urbane confinanti fra due imprese elettriche distributrici; la documentazione deve essere presentata su CD in forma digitale georeferenziata come SHAPE-File con coordinate UTM WGS84. Le superfici approvvigionate dovranno essere rappresentate con poligoni e non con linee. La citata documentazione deve essere presentata anche in forma cartacea.
  • eventuale proposta con relativa motivazione per aggiustamenti territoriali delle proprie zone di distribuzione e di quelle confinanti.

La domanda va corredata di una marca da bollo da 16,00 Euro, salvo i casi di esenzione previsti dalla legge.

L’imposta di bollo può essere assolta indicando nella domanda (nell’apposito spazio) il numero identificativo e la data della marca da bollo, oppure utilizzando il modello F23 che è da allegare, scansionato, alla domanda (CODICE TRIBUTO = 456T; UFFICIO O ENTE = TBD).

Per tutti gli atti e provvedimenti amministrativi rilasciati per via telematica, l'imposta di bollo è dovuta nella misura forfettaria di 16,00 Euro, a prescindere dal numero dei fogli (comma 591, Legge di Stabilità n. 147/2013).

Il piano della distribuzione di energia elettrica è stato approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 2626 del 30 luglio 2007 "Approvazione del piano di distribuzione ai sensi degli articoli 1/ter e 2 del DPR 26 marzo 1977, n. 235 intesto vigente".

(Ultimo aggiornamento del servizio: 15/04/2022)

Ente competente

Ufficio Energia e tutela del clima
via Mendola 33, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 47 20
E-mail: energia@provincia.bz.it
PEC: energie.energia@pec.prov.bz.it

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30