Prenotazione per: Targa prova

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

A causa dell'attuale situazione di emergenza sanitaria (Covid-19), l'accesso allo sportello della ripartizione mobilità è possibile solo con prenotazione. Per effettuare la prenotazione è necessario uno SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure la carta dei servizi (scheda codice fiscale) attivata. Nella sezione di aiuto in myCIVIS trova informazioni a riguardo.

La prenotazione può essere effettuata anche da una persona diversa da chi viene allo sportello, l'importante è che la persona che viene allo sportello abbia con se la conferma di prenotazione in forma cartacea o digitale.

Le targhe prova sono suddivise per le categorie: autoveicoli, rimorchi, motocicli, macchine agricole, macchine operatrici.

Dove?

La richiesta per il rilascio della targa prova può essere fatto presso il Servizio sportello della Ripartizione mobilità, Via Renon 12, 39100 Bolzano, o presso un'agenzia o autoscuola autorizzata.

hanno diritto alla targa prova:

  • le fabbriche costruttrici di veicoli a motore e di rimorchi, i loro rappresentanti, concessionari, commissionari e agenti di vendita, i commercianti autorizzati di tali veicoli, incluse le imprese che esercitano attività di trasferimento su strada di veicoli non ancora immatricolati da o verso aree di stoccaggio e per tragitti non superiori a 100 km, nonché gli istituti universitari e gli enti pubblici e privati di ricerca che conducono sperimentazioni su veicoli;
  • le fabbriche costruttrici di carrozzerie e pneumatici;
  • le fabbriche costruttrici di sistemi o dispositivi di equipaggiamento di veicoli a motore e di rimorchi, qualora l'applicazione di tali sistemi o dispositivi costituisca motivo di aggiornamento della carta di circolazione ai sensi dell'articolo 236 del regolamento del Codice della strada;
  • gli esercenti di officine di riparazione e di trasformazione anche per conto proprio, non sono soggetti all'obbligo di munire di carta di circolazione i veicoli che facciano circolare per ragioni di vendita o allestimento; devono però essere provvisti di una autorizzazione per la circolazione di prova, rilasciata dal Servizio sportello della Ripartizione mobilità.

  • documento di riconoscimento,
  • codice fiscale,
  • cittadini non appartenenti a Stati CEE devono esibire il permesso di soggiorno in originale oppure se dovesse essere scaduto, una fotocopia dello stesso e l’attestazione di pagamento postale del rinnovo
  • Visura d’iscrizione alla Camera Commercio, dalla quale risulti l’attività esercitata, oppure una dichiarazione sostitutiva di certificazione.

Documenti per il rinnovo:

  • documento di riconoscimento,
  • autorizzazione scaduta.

  • €uro 42,20
  • costo targa: €uro 18,37 (solo in caso di richiesta e non di rinnovo)

L'importo può essere pagato allo sportello in contanti, con bancomat o carta di credito.

  • articolo 98 e articolo 100 del Codice della Strada

L’autorizzazione alla circolazione vale solo per le categorie di veicoli indicate nel documento e consente la circolazione di un solo veicolo alla volta su tutto il territorio nazionale, in qualsiasi ora del giorno e della settimana, in presenza del titolare o di un dipendente munito di apposita delega o di un soggetto che collabora con il titolare (rapporto di collaborazione funzionale attestato da idonea documentazione) munito di delega in presenza di personale addetto alle operazioni di prova o di eventuali acquirenti.

L’autorizzazione deve ritenersi valida anche per la circolazione di veicoli in riparazione oppure non ancora carrozzati.

L’autorizzazione di prova consente la circolazione anche in Germania, Austria e San Marino in base agli accordi bilaterali.

In Germania l’autorizzazione va accompagnata anche da una dichiarazione stilata su carta intestata all’impresa titolare dell’autorizzazione e firmata dall’intestatario dalla quale risultino i seguenti dati: targa; validità; nome e sede dell’impresa intestataria; fabbrica e numero di telaio del veicolo; carichi massimi ammessi sugli assi.(solo per i veicoli adibiti al trasporto di cose).

Pur non essendo previsto nell’accordo bilaterale con la Germania alcun limite di utilizzo, si sconsiglia di usare la targa prova italiana per importare veicoli immatricolati e cessati in Germania, poiché più volte si sono verificate contestazioni da parte della Polizia germanica.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 13/07/2021)

Ente competente

38.0.1. Servizio sportello ripartizione mobilità
via Renon 12, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 35 20
0471 41 35 21
E-mail: sportello.mobilita@provincia.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Servizio Sportello della Ripartizione Mobilità, Bolzano, via Renon n. 12 (presso l’edificio funivia del Renon)

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: dalle ore 8:30 alle ore 12:00

Giovedì: dalle ore 8:30 alle ore 16:00

Accesso con appuntamento online tramite civis.bz.it

Scadenze

La validità della targa prova vale un anno dalla data di rilascio e bisogna rinnovarla entro la data di scadenza.