Vendita forzata di abitazioni agevolate

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

In caso di vendita forzata di abitazioni costruite, acquistate o recuperate, usufruendo delle agevolazioni edilizie di cui alla l.p. 13/98, l’aggiudicatario che sia in possesso dei requisiti generali per l’ammissione alle agevolazioni edilizie provinciali ai sensi dell’articolo 45, subentra nell’agevolazione edilizia e negli obblighi derivanti dal vincolo sociale di edilizia abitativa agevolata. Qualora l’aggiudicatario non sia in possesso dei requisiti generalii, esso è obbligato a locare o ad alienare l’abitazione a persone in possesso dei requisiti generali ai sensi dell’articolo 45. La facoltà di rinunciare all’agevolazione edilizia provinciale ai sensi dell’articolo 64 è sempre possibile. Qualora l’aggiudicatario non rinunci all’agevolazione edilizia, esso è considerato a tutti gli effetti della presente legge beneficiario di agevolazione edilizia.
Qualora l’aggiudicatario intenda presentare una domanda di agevolazione - dopo aver cancellato il vincolo tramite la rinuncia - la deve fare entro 6 mesi dalla data del deposito del decreto di trasferimento dell’immobile presso la cancelleria del tribunale.
In caso di vendita forzata di abitazioni realizzate su aree destinate all’edilizia abitativa agevolata, l’aggiudicatario ha inoltre l’obbligo di rispettare le disposizioni speciali di cui all’articolo 86. L’abitazione aggiudicata può essere pertanto alienata o locata e comunque occupata solamente da persone in possesso dei requisiti per essere assegnatarie di aree destinate all’edilizia abitativa agevolata nel rispettivo comune.

Domanda con marca da bollo da € 16,00

Se l’aggiudicatario è in possesso dei requisiti generali (art. 45 l.p.13/98) per essere ammesso ad agevolazioni edilizie ed ha intenzione di occupare lui stesso l’alloggio acquistato all’asta, allora è previsto che egli, con apposita domanda, possa subentrare nel vincolo già annotato e prendersi carico dell’agevolazione concessa al precedente proprietario esecutato senza bisogno di restituire nulla alla Provincia.

Se l’aggiudicatario non è in possesso dei requisiti generali di cui sopra o non intende occupare l’alloggio, potrà scegliere entro il termine di un anno dalla data di deposito in cancelleria del decreto di trasferimento, di fare domanda di vendita dell’alloggio a persone in possesso dei requisiti generali o domanda di affitto dell’alloggio agevolato al canone provinciale (-25%), a persone in possesso dei requisiti. Rimane salva la possibilità dell’aggiudicatario di rinunciare al contributo provinciale e restituire alla Provincia quanto dovuto, cancellando così il vincolo dall’alloggio ed essere libero di gestirlo come meglio desidera.

È da sottolineare che qualsiasi scelta faccia l’aggiudicatario dell’alloggio la dovrà fare entro un anno dalla data del deposito, presso la cancelleria del tribunale, del decreto di trasferimento dell’immobile. Se però l’aggiudicatario intende chiedere un contributo ex novo, dovrà allora rinunciare al contributo erogato al precedente proprietario esecutato, restituendo alla Provincia quanto dovuto e presentare nuova domanda di contributo entro massimo 6 mesi dalla data di deposito del decreto già citata.

Tutto quanto esposto riguarda esclusivamente gli alloggi non realizzati su terreno agevolato.

Qualora l’alloggio acquistato sia stato costruito su terreno agevolato del comune, l’aggiudicatario dovrà essere in possesso anche dei requisiti per l’assegnazione di un terreno agevolato nello stesso comune e altrimenti dovrà in ogni caso vendere o affittare a persone in possesso di tali requisiti.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 27/04/2021)

Ente competente

Ufficio Programmazione dell'edilizia agevolata
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 87 17 (Elisabetta Antodaro)
0471 41 87 21 (Mattia Romani)
0471 41 87 16 (Daniele Crosa)
0471 41 87 29 (Michaela Ploner)
0471 41 87 34 (Michela Foglietti)
Fax: 0471 41 87 39
E-mail: programmazione.edilizia.agevolata@provincia.bz.it
PEC: wohnbauprogramm.programmazioneedilizia@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Sede principale di Bolzano:

Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1

(angolo via Macello) - tel. 0471/418710/40/60

Lunedi, Martedi, Mercoledi e Venerdi dalle 09:00 fino alle 12:00

Giovedi dalle 08:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30

SEDI DISTACCATE: 

In corrispondenza delle ferie scolastiche, sono chiuse anche le nostre sedi distaccate. I periodi di chiusura vengono pubblicati di volta in volta sul sito Internet della Ripartizione Edilizia Abitativa.

Bressanone:

Viale Ratisbona 18 (Villa Adele)

Ogni secondo e quarto Mercoledi del mese

Dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Brunico:

Piazza Cappuccini 3

Ogni primo e terzo Mercoledi del mese

Dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Merano:

Piazza della Rena 10

Ogni Martedi dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Silandro:

Via Castello di Silandro 6

Ogni primo Mercoledi del mese

Dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00