Locazione parziale dell’alloggio agevolato a studenti, apprendisti, lavoratori ed anziani

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Per poter locare parzialmente un'abitazione gravata dal vincolo sociale, è necessaria un'autorizzazione, che deve essere richiesta dal beneficiario dell'agevolazione e rilasciata dal direttore di Ripartizione.

L’abitazione deve rimanere adeguata tenendo conto del numero di tutte le persone che occupano l’abitazione stessa (famiglia del beneficiario e affittuari - D.G.P. n. 3347 del 29.09.2003 e successive modifiche ed integrazioni):

 

NUMERO DI FAMILIARI

più affittuari

2

3

4

5

6

Alloggio inadeguato

se inferiore a

43 m²

58 m²

73 m²

88 m²

103 m²

Possono essere date in locazione camere singole (massimo due), che devono essere completamente ammobiliate; deve essere messo a disposizione un apposito servizio igienico o deve essere garantito l’uso congiunto dei servizi sanitari.

Camere con superficie inferiore a 12 m2  possono essere occupate solo da una persona (in base alla normativa urbanistica vigente una camera deve misurare almeno 9 m2)

Canone di locazione per persona (spese comprese): in stanza singola: 217,50 €, in stanza doppia: 165,00 €

Studenti:

Posto di studio nel comune in cui si trova l’abitazione agevolata o in un comune che non disti più di 30 km.

Validità dell’autorizzazione:

Durata del corso di studi (e/o fino alla scadenza del vincolo)

Apprendisti, lavoratori:

Posto di lavoro nel comune in cui si trova l’abitazione agevolata o in un comune che non disti più di 30 km.

Validità dell’autorizzazione:

Durata del contratto di lavoro (e/o fino alla scadenza del vincolo)

Anziani (età maggiore di 65 anni):

Residenza anagrafica da almeno 5 anni in un comune della provincia.

Validità dell’autorizzazione:

Illimitata (e/o fino alla scadenza del vincolo)

Tutte e 3 le categorie, cioè studenti, apprendisti/lavoratori ed anziani, non devono essere proprietari di un’abitazione adeguata o essere titolari del diritto di usufrutto, uso o abitazione di una tale abitazione, con una distanza dal posto di lavoro o sede degli istituti scolastici o universitari inferiore a 20 chilometri e facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.

In caso di affittuari minorenni tale condizione deve essere soddisfatta dai genitori.

L’abitazione deve rimanere adeguata tenendo conto del numero di tutte le persone che occupano l’abitazione stessa (famiglia del beneficiario e affittuari - D.G.P. n. 3347 del 29.09.2003 e successive modifiche ed integrazioni).

Per il richiedente:

-          Domanda con marca da bollo da € 16,00

-          fotocopia della piantina dell'alloggio con indicazione delle stanze da affittare

-          dichiarazione sostitutiva sulla composizione del proprio nucleo familiare

-          dichiarazione sostitutiva dalla quale risulti: il numero e la superficie abitabile delle camere che si intende dare in locazione, dati anagrafi dell’affittuario, l’eventuale uso congiunto di locali comuni (cucina, servizi igienici, ecc.), l’ammontare del canone richiesto ed il periodo di tempo per il quale si chiede l’autorizzazione

Per gli studenti *:

-          dichiarazione sostitutiva dalla quale risulta la tipologia di studi frequentati e la loro durata

Per gli apprendisti lavoratori *:

-          dichiarazione sostitutiva dalla quale risulta il tipo di rapporto (apprendistato o lavoro a tempo determinato o indeterminato)

lavoratori stranieri: carta o permesso di soggiorno

Per gli anziani *:

-          copia carta d’identità

-          dichiarazione sostitutiva della residenza anagrafica nonché sulla durata della stessa in Provincia

      * Dichiarazione sostitutiva con la quale l’affittuario, rispettivamente i genitori in caso di minorenni, dichiara di non essere proprietario di un’abitazione adeguata o essere titolare del diritto di usufrutto, uso o abitazione di una tale abitazione, con una distanza dal posto di lavoro o sede scolastica/universitaria inferiore a 20 km e facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici

(Ultimo aggiornamento del servizio: 02/05/2022)

Ente competente

Ufficio Programmazione dell'edilizia agevolata
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 87 34 (Michela Foglietti)
0471 41 87 11
E-mail: programmazione.edilizia.agevolata@provincia.bz.it
PEC: wohnbauprogramm.programmazioneedilizia@pec.prov.bz.it
Website: https://www.provincia.bz.it/costruire-abitare/edilizia-abitativa/default.asp

Orario d'ufficio:

Sede principale di Bolzano:

Palazzo provinciale 12
via Canonico Michael Gamper 1
(angolo via Macello)
39100 Bolzano

Orario per il pubblico:
Lunedi, martedi, mercoledi e venerdi: ore 9.00 - 12.00
Giovedi: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30