Contributi per le spese revisionali di cooperative non aderenti alle centrali cooperative

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Il servizio prevede la concessione di sussidi ai sensi dell'art. 8 della Legge Regionale 14 febbraio 1964, n. 8, e successive modifiche, per le spese delle revisioni ordinarie a favore delle cooperative non aderenti ad un'associazione di rappresentanza.

Le cooperative non aderenti ad un'associazione di rappresentanza riconosciuta possono presentare domanda di sussidio per le spese delle revisioni ordinarie disposte dalla Provincia.

Le domande devono essere redatte utilizzando l’apposita modulistica predisposta dalla struttura organizzativa provinciale competente, convertite in formato PDF, sottoscritte con firma digitale e inviate con un'unica comunicazione PEC all’Ufficio provinciale competente.

La domanda deve essere corredata della nota spese ovvero della fattura del revisore in originale e completa di quietanza di pagamento.

L'attestazione dell’avvenuto pagamento della ritenuta d’acconto (mod. F24) per ogni nota onoraria/parcella (per pagamenti cumulativi della ritenuta d’acconto è necessario allegare una specifica).

Per la domanda di agevolazione deve essere assolto l’obbligo di pagamento della marca da bollo prevista, salvo i casi di esenzione previsti dalla legge.

Per maggiori informazioni la invitiamo a consultare il sito Web dell'istituzione competente dedicato a questo servizio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 09/06/2021)

Ente competente

Ufficio Sviluppo della cooperazione
Palazzo 10, via Crispi 15, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 49 30
Fax: 0471 41 49 39
E-mail: coop@provincia.bz.it
PEC: gen.coop@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/
Contatto diretto: Tel: 0471 414933 Email: maud.brouwer@provincia.bz.it

Orario d'ufficio:

Lunedí, martedí, mercoledí, venerdí: ore  09.00 - 12.00
Giovedí: 08.30 - 13.00     14.00 - 17.30 Uhr

Scadenze

La domanda deve essere presentata all'Ufficio Sviluppo della cooperazione entro sei mesi dal ricevimento della relazione di revisione spedita dall'Ufficio.