Coltivazione di cereali - Aiuto per la coltivazione ecocompatibile di cereali (de minimis)

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Beneficiari

Microimprese attive nella produzione primaria di prodotti agricoli.

L'aiuto viene concesso se viene coltivato almeno un ettaro di prato, foraggere avvicendate, mais o altri cereali, ortaggi, fragole e piante industriali officinali. 

Aziende zootecniche devono rispettare il carico bestiame minimo e massimo, come stabilito nel programma di sviluppo rurale 2014-2020 per la Provincia autonoma di Bolzano per l’agevolazione di costruzioni aziendali.

La superficie minima di coltivazione oggetto della concessione ammonta a 0,6 ettari. Questa superficie deve essere iscritta nell’anagrafe provinciale delle imprese agricole ai sensi del decreto del Presidente della Provincia 9 marzo 2007, n. 22, come cereale.

Il richiedente deve rispettare i seguenti impegni:

  • rinuncia all’utilizzo di sementi conciate, utilizzo di prodotti fitosanitari compresi i regolatori di crescita,utilizzo di fertilizzanti minerali non ammessi in agricoltura biologica nonché di fanghi di depurazione e l'utilizzo di sementi geneticamente modificate.
  • Rotazione delle colture che non consenta la coltivazione di cereali, eccetto la segale, sulla stessa superficie per più di due anni consecutivi.

L’aiuto è concesso a richiedenti che coltivano segale, grano tenero, orzo, avena, farro spelta, grano duro, grano Khorasan, farro dicocco, farro monococco o grano saraceno.

La superficie cerealicola richiesta a premio deve essere delimitata graficamente in LAFIS entro il 31 marzo dell’anno di riferimento. 

L’aiuto ammonta  a Euro 500,00 per ettaro.

L’aiuto non viene concesso, se l’ammontare è inferiore a Euro 300,00. 

L’aiuto non è cumulabile con l’aiuto di cui all’art. 29 del regolamento (UE) n.1305/2013 (coltivazione biologica). 

Aiuti de minimis

Gli aiuti vengono concessi ai sensi del regolamento (UE) n. 1408/2013 che disciplina gli aiuti de minimis nel settore agricolo.  Questi prevedono che possano essere erogati nell'esercizio finanziario in corso e nei due esercizi finanziari precedenti, a favore delle imprese che operano nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli, aiuti de minimis fino a 20.000 euro. Il richiedente deve dichiarare se o quanti aiuti de minimis ha ricevuto nell’arco di tre esercizi finanziari.  

(Ultimo aggiornamento del servizio: 07/04/2021)

Ente competente

Ufficio Zootecnia
Palazzo 6 - Peter Brugger, via Brennero 6, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 415090
0471 41 50 91
E-mail: zootecnia@provincia.bz.it
PEC: viehzucht.zootecnia@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Giovedì: dalle ore 8:30 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:30

Scadenze

La domanda di auito deve essere presentata alla ripartizione provinciale agricoltura tra il 1 gennaio al 31 marzo.

Ufficio zootecnia (Tel. 0471 415090), Via Brennero 6, 39100 Bolzano

E-Mail: zootecnia@provincia.bz.it 

Pec-Mail: viehzucht.zootecnia@pec.prov.bz.it

Uffici distrettuali dell'agricoltura:

Bressanone (tel. 0472 821240), viale Ratisbona18, 39042 Bressanone

E-Mail: agricoltura.bressanone@provincia.bz.it

Pec-Mail: lwbrixen.agribressanone@pec.prov.bz.it

Brunico (tel. 0474 582240), piazza Cappuccini 3, 39031 Brunico

E-Mail: agricoltura.brunico@provincia.bz.it

PEC-Mail: lwbruneck.agribrunico@pec.prov.bz.it

Merano (tel. 0473 252240), piazza della Rena 10, 39012 Merano

E-Mail: agricoltura.merano@provincia.bz.it 

PEC-Mail: lwmeran.agrimerano@pec.prov.bz.it

Silandro (tel. 0473 736140), via castello di Silandro 6, 39028 Silandro

E-Mail: agricoltura.silandro@provincia.bz.it

PEC-Mail: lwschlanders.agrisilandro@pec.prov.bz.it