Contributi per spese correnti e iniziative in attuazione del piano sanitario provinciale

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

I soggetti privati e pubblici che operano nel settore sanitario con lo scopo di concorrere al raggiungimento degli obiettivi e/o a sostegno delle strategie del Piano sanitario provinciale possono fare richiesta di contributo per le spese correnti e le iniziative nei seguenti settori di intervento:

  1. Assistenza sanitaria integrativa

  2. Misure a sostegno delle pazienti e dei pazienti e delle loro famiglie

  3. Promozione dell’autogestione delle pazienti e dei pazienti

  4. Prevenzione e promozione della salute

  5. Promozione della donazione di organi e tessuti

Spese correnti

Sono concessi contributi per le spese correnti che gli enti sostengono per l’ordinaria gestione della propria organizzazione.

Iniziative

Sono concessi contributi per iniziative di informazione, prevenzione ed educazione alla salute definiti nei specifici criteri.

Generali:  

  • Soggetti privati e pubblici operanti nel settore della sanità

  • Adeguata struttura organizzativa nella provincia di Bolzano

    oppure

  • sede sul territorio provinciale con autonomia amministrativa e patrimoniale

Per le spese correnti:

  • Attività principale in ambito sanitario

  • L’attività deve essere svolta sul territorio provinciale

  • Statuto e atto costitutivo
  • Relazione sull’attività svolta nell’anno precedente con indicazione dei risultati ottenuti rispetto agli obiettivi programmati, completa di dati statistici
  • Relazione programmatica prevista per l'anno di riferimento
  • Piano di finanziamento
  • Diverse dichiarazioni richieste dalle norme vigenti

I costi per questo servizio ammontano a 16 € (marca da bollo).

Art. 81 della Legge provinciale del 5 marzo 2001, n. 7 “Riordinamento del servizio sanitario provinciale”

Deliberazione della Giunta provinciale del 29. gennaio 2019, n. 48 “Modifica dei criteri per la concessione di contributi in attuazione del piano sanitario provinciale

Tabella rimborso indennità chilometrica

Deliberazione del 31 marzo 2015, n. 385 “Compensi per relatori e relatrici, moderatori e moderatrici, direttori e direttrici, tutor, supervisori e supervisore esterni in seminari, convegni, conferenze e corsi di formazione”

Si specifica che al contributo per le spese correnti hanno accesso solo i seguenti enti:

  • enti associativi di pazienti;

  • enti che promuovono la donazione di organi e tessuti;

  • enti che promuovono come attività principale l’autogestione del/della paziente;

  • enti che promuovono diversi metodi in ambito psicologico o che offrono percorsi psico-riabilitativi;

  • enti che organizzano attività ricreativa per persone ricoverate presso strutture sanitarie pubbliche e convenzionate;

  • enti che offrono servizi di sostengo e accompagnamento alle e ai pazienti;

  • enti che hanno come scopo principale la prevenzione e la promozione della salute;

  • federazioni di enti elencati in precedenza.

Obblighi nell’attività di comunicazione

Nella propria attività di comunicazione i beneficiari dei contributi per iniziative devono segnalare che le attività sono state realizzate con il sostegno economico della Provincia autonoma di Bolzano, Ripartizione Salute, utilizzando il logo nella versione prescelta tra i modelli scaricabili qui di seguito:

  • Logo della Ripartizione salute - lungo colore
  • Logo ripartizione salute - corto colore
  • Logo ripartizione salute - lungo
  • Logo ripartizione salute - corto

(Ultimo aggiornamento del servizio: 09/06/2021)

Ente competente

Ufficio Ordinamento sanitario
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 418158 Claudia De Lorenzo
0471 41 81 41
Fax: 0471 41 81 59
E-mail: ordinamentosanitario@provincia.bz.it
PEC: ges.ord.san@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì e venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Scadenze

PRO MEMORIA: Obblighi di pubblicazione

Si ricorda che anche quest’anno, entro il 30/06/2021, gli enti beneficiari di contributi erogati anche da diversi uffici provinciali sono tenuti a pubblicarli sui propri siti internet o portali digitali nella sezione “Trasparenza”. Tale obbligo incorre per i contributi effettivamente ricevuti nell’anno 2020 e che nel complesso siano pari o superiore a euro 10.000. Deve essere considerato l’importo complessivo dei contributi effettivamente erogati anche da diversi uffici della Provincia.

Sono obbligati, per quanto qui di rilievo, associazioni di promozione sociale (APS) ed organizzazioni di volontariato (ODV) che intrattengono rapporti economici con le pubbliche amministrazioni. Per ulteriori informazioni si veda la comunicazione qui pubblicata.

Fonte normativa: art. 1 comma 125 e ss. Legge 4/8/2017 n. 124 (https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/08/14/17G00140/sg )