L’ammissione all’esame di fine apprendistato

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

L'esame di fine apprendistato si svolge di regola alla fine dell'anno scolastico. Se necessario possono essere fissati anche delle sessioni d'esame durante l'anno. Per accedere all'esame di fine apprendistato i candidati devono essere in possesso di determinati requisiti.

Apprendisti sono ammessi all'esame di fine apprendistato se

  • hanno terminato o terminano, entro il mese fissato per l'esame, il periodo d'apprendistato indicato nell'elenco delle attività oggetto d'apprendistato e/o nel contratto d'apprendistato,
  • hanno concluso con esito positivo la scuola professionale;
  • e hanno concluso, se previsto, la formazione formale in luoghi d'apprendimento al di fuori della scuola professionale.

Riduzione del periodo di apprendistato:
Il datore/la datrice di lavoro e l'apprendista possono concordare una riduzione del periodo di apprendistato per poter permettere all'apprendista di accedere anticipatamente all'esame di fine apprendistato. Ciò può avvenire solamente se l'apprendista ha concluso con esito positivo la scuola professionale. Il datore/la datrice di lavoro comunica alla scuola professionale tramite il modulo "comunicazione della riduzione del periodo di apprendistato" l'accordo di riduzione preso con l'apprendista.


Persone in possesso di un'attestato di un corso di formazione professionale a tempo pieno possono sostenere l'esame di fine apprendistato quando hanno maturato il periodo di pratica professionale previsto:

  • All'esame di fine apprendistato per l'acqusizione di una qualifica professionale a durata di tre anni sono ammesse le persone che hanno conseguito l'attestato di uno specifico corso di formazione professionale triennale o quadriennale e che hanno successivamente svolto, nella rispettiva professione, un periodo di pratica professionale di almeno 12 mesi in un'azienda.
  • All'esame di fine apprendistato per l'acqusizione di un diploma professionale a durata di quattro anni sono ammesse le persone che hanno conseguito l'attestato di uno specifico corso di formazione professionale triennale e che hanno successivamente svolto, nella rispettiva professione, un periodo di pratica professionale di almeno 18 mesi in un'azienda o che hanno conseguito l'attestato di uno specifico corso di formazione professionale quadriennale e che hanno successivamente svolto, nella rispettiva professione, un periodo di pratica professionale di almeno 12 mesi in un'azienda.

La pratica può essere completata sotto forma di un apprendistato, di un lavoro subordinato come operaio qualificato/operaia qualificata, socio collaboratore/socia collaboratrice o collaboratore/collaboratrice familiare. I periodi di pratica professionale inferiori a 2 mesi non sono computabili del calcolo dei 12 ovvero 18 mesi. Tirocini, stage e l’attività da aiuto operaio non sono considerati pratica professionale qualificata.

Persone che hanno conseguito l'attestato di un corso di formazione professionale possono essere esonerati dalla parte teorica dell'esame di fine apprendistato. A proposito devono fare una domanda d'esonero all'Ufficio apprendistato e maestro artigiano.
 
Candidati privatisti

Chi non abbia assolto oppure terminato alcun apprendistato, potrà sostenere l’esame di fine apprendistato in funzione di candidato privatista. Sono richiesti i seguenti requisiti:

obbligo formativo assolto (cioè un'età minima di 18 anni oppure 17 in caso di persone in possesso di una qualifica professionale) e

  • aver maturato nella relativa professione un'esperienza almeno biennale in caso di una professione oggetto d'apprendistato triennale,
  • aver maturato nella relativa professione un'esperienza almeno triennale in caso di una professione oggetto d'apprendistato quadriennale.

Le persone che hanno interrotto anzitempo l'apprendistato e sono in grado di dimostrare il possesso della necessaria esperienza professionale per accedere all'esame come candidati privatisti (anche il periodo d'apprendistato conta come esperienza professionale), possono essere ammesse all'esame non prima di un anno dall'interruzione dell'apprendistato.

Per essere ammessi all'esame le candidate/i candidati privatisti devono sostenere un esame nelle materie teoriche previste per l'ultima classe della scuola professionale.

Il direttore/La direttice competente, su domanda del candidato/della candidata privatista, può disporre l’esonero parziale o totale dello stesso/della stessa dall’esame di ammissione, se in possesso di una relativa qualifica.

Il direttore/la direttrice della scuola professionale competente può ammettere delle persone senza l'esperienza lavorativa richiesta se questi esibiscono degli attestati che certificano l'aquisizione di competenze professionali che leggittimano l'ammissione all'esame.

Candidati/candidate con residenza fuori provincia devono indirizzare la richiesta di ammissione all'esame all'Ufficio apprendistato e maestro artigiano. Quest'ufficio accerta se i requisiti necessari per l'ammissione e lo svolgimento dell'esame sono dati e informa gli interessati sull'risultato e l'eventuale sede d'esame.

I candidati e le candidate devono allegare alla domanda di ammissione:

  • un’autodichiarazione del datore/della datrice di lavoro, dalla quale risulta che il candidato/la candidata ha terminato il periodo d’apprendistato in azienda nella relativa professione;

I candidati e le candidate che hanno concluso un percorso di formazione professionale a tempo pieno devono allegare alla domanda di ammissione all’esame un’autodichiarazione relativa allo svolgimento dei dodici o 18 mesi di pratica professionale prescritti.

La scuola professionale può chiedere una cauzione dell'importo massimo di euro 200.

Il direttore/La direttice della scuola professionale decide sull’ammissione all’esame sulla base della documentazione prodotta e informa il candidato/la candidata. I candidati e le candidate con diagnosi funzionale o certificazione ai sensi delle disposizioni vigenti vengono informati per tempo sulle modalità previste per il loro esame.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 26/09/2019)

Ente competente

Ufficio Apprendistato e maestro artigiano
via Dante 11, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 416980 Amt für Lehrlingswesen und Meisterausbildung
Fax: 0471 41 69 94
E-mail: apprendistato@provincia.bz.it
PEC: meister.maestro@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Scadenze

La domanda di ammissione all'esame dev'esser presentata almeno 45 giorni prima dell'inizio degli esami alla direzione della scuola professionale competente. Il direttore/la direttrice della scuola professionale decide sull'ammissione all'esame.

Le candidate/i candidati privatisti devono presentare domanda di ammissione all'esame alla direzione della scuola professionale competente almeno 60 giorni prima della data d'esame. Il direttore/la direttrice della scuola professionale decide sull'ammissione.