Accreditamento istituzionale di strutture sanitarie private e professionisti sanitari

Descrizione generale

Il processo di autorizzazione all’esercizio e di accreditamento istituzionale dei servizi sanitari mira ad assicurare la qualità dei servizi e dell'assistenza. Riguarda le strutture, le tecnologie, i professionisti.

Mentre l’autorizzazione sanitaria è finalizzata a garantire il rispetto dei requisiti strutturali e di sicurezza per i pazienti e per gli operatori in qualsiasi struttura sanitaria, pubblica o privata, che opera in Provincia Autonoma di Bolzano, l’accreditamento istituzionale è il processo con il quale si riconosce a queste strutture, la possibilità di stipulare accordi con l’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige per l’erogazione di prestazioni sanitarie per conto e a carico del Servizio sanitario Provinciale.

Per accreditamento istituzionale si intende il riconoscimento alle strutture pubbliche e private, o ai professionisti che ne facciano richiesta, del possesso dei requisiti minimi e ulteriori di qualificazione, previa la sussistenza delle seguenti condizioni:

  • autorizzazione all’esercizio delle attività sanitarie rilasciata (non sono soggetti ad autorizzazione gli studi professionali intesi come sedi presso le quali il professionista svolge abitualmente la propria attività di natura prevalentemente professionale e della quale il professionista stesso o i professionisti associati risultano individualmente responsabili)
  • funzionalità rispetto agli indirizzi della programmazione provinciale e al fabbisogno di assistenza

Il procedimento garantisce che le strutture accreditate siano in possesso, oltre che dei requisiti previsti per l’autorizzazione all’esercizio dalle normative nazionali e provinciali, anche degli ulteriori requisiti organizzativi e gestionali aderenti agli standard di qualità richiesti dalla programmazione provinciale in materia di sanità.

Ai sensi della Deliberazione della Giunta Provinciale n. 214 del 29.03.2022 si applica una procedura semplificata alle richieste di rilascio dell’accreditamento istituzionale presentata da strutture sanitarie che erogano prestazioni sanitarie “semplici”, ovvero:

  • prestazioni erogate in regime ambulatoriale, con esclusione della chirurgia ambulatoriale e delle indagini endoscopiche invasive e/o chirurgiche,

  • prestazioni erogate in regime ambulatoriale con l’impiego di tecnologia a bassa complessità, esclusa la diagnostica per immagini con tecnologia RM, TAC o assimilabili, la diagnostica di laboratorio, l’impiego di laser di classe 3 o superiori, dialisi.

In tal caso va utilizzato il facsimile “Domanda autocertificata per prestazioni sanitarie semplici in regime ambulatoriale”.

La suddetta procedura semplificata (autocertificazione) non è applicabile in caso di erogazione, da parte di strutture sanitarie o studi professionali singoli o associati, di prestazioni sanitarie “non semplici” ovvero:

  • prestazioni erogate in regime ambulatoriale, diverse da quelle sopra indicate,

  • prestazioni erogate in regime residenziale o semiresidenziale.

In tal caso va utilizzato il facsimile “Domanda per il rilascio dell’accreditamento istituzionale”.

Nel caso strutture sanitarie o professionisti sanitari singoli o associati richiedessero contestualmente accreditamento istituzionale per l’erogazione di prestazioni sia “semplici che non” come sopra specificate, va utilizzato il facsimile “Domanda per il rilascio dell’accreditamento istituzionale” (la cosiddetta “procedura semplificata” di cui alla Del. G.P. n. 214/2022 non trova applicazione).

Attività svolta da una struttura sita sul territorio della Provincia di Bolzano

Possesso dell’autorizzazione sanitaria all’esercizio

  • Autovalutazione rispetto ai requisiti al cui possesso è subordinato l’accreditamento (vedi tabella EXCEL / CALC per le “strutture sanitarie” - 20181128 RG PAB NAZ e RS MIN_ULT)
  • Elenco di servizi e prestazioni erogati;
  • Capacità di produzione:
    Esposizione delle prestazioni e delle attività effettuate, utilizzando gli indicatori comuni di attività (DRG, prestazioni ambulatoriali, altre prestazioni e servizi), nonché le ulteriori potenzialità produttive;
  • Planimetria/e della sede/i dell’unità operativo-funzionale;
  • Organigramma:
    Rappresentazione dalla quale si evincono i rapporti gerarchici che legano l’unità operativo-funzionale alla struttura di appartenenza;
  • Risorse umane
    Dati relativi il personale incaricato presso l’unità operativo-funzionale suddiviso per
    • dipendenti e personale con altre tipologie di contratto;
    • categorie professionali.
  • Documentazione, da cui si evinca politica, mission e vision della struttura sanitaria (p.es. Carta dei servizi);
  • Documentazione da cui si evincono gli obiettivi dell’unità operativo-funzionale oggetto della richiesta di accreditamento;
  • Documentazione sulla formazione ed aggiornamento sostenuti dal personale dell’unità operativo-funzionale;
  • Elenco delle procedure dell’unità operativo-funzionale;
  • Elenco delle attrezzature in dotazione (estratto da inventario);
  • Piano di manutenzione delle attrezzature.

NB: Il team incaricato della verifica potrà richiedere e acquisire prima o durante la visita di verifica ulteriore documentazione

I costi per questo servizio ammontano a 32,00 € (n. 2 marche da bollo da 16,00 €): una da apportare sulla domanda di accreditamento e la seconda sul relativo provvedimento amministrativo (Decreto dell’Assessore).

Legge Provinciale 5 marzo 2001, n. 7 - “Riordinamento del servizio sanitario provinciale” (vedi artt. 37, 39 e 40)

Deliberazione della Giunta provinciale 17 febbraio 2003, n. 406 e relativo allegato A

"Disciplina dell'autorizzazione e dell'accreditamento delle strutture sanitarie e dei professionisti sanitari. Definizione degli organismi tecnici per l'accreditamento e l'autorizzazione e istituzione dei registri delle strutture autorizzate e accreditate"

Decreto Assessorile del 25 giugno 2012, n. 217/23.0

Decreto Assessorile del 30 maggio 2013, n. 176/23.0

Deliberazione della G.P. del 25 novembre 2014, n. 1421

Decreto Assessorile del 27 luglio 2018, n. 10470

Decreto Assessorile del 31 maggio 2022, n. 9552

Decreto Assessorile del 28 novembre 2018, n. 22555

 Delibera della Giunta Provinciale del 29 marzo 2022, n, 214, "Disposizioni semplificatorie in ambito sanitario a seguito della cessazione dello stato di emergenza COVID-19".

Le strutture sanitarie pubbliche e private, nonché i professionisti sanitari che intendono essere ammessi ad erogare prestazioni per conto del servizio sanitario provinciale, devono essere in possesso del provvedimento di accreditamento.

L'accreditamento ha validità quinquennale ed è rinnovabile su domanda da presentarsi almeno centoottanta giorni prima della scadenza.

Il rilascio dell’accreditamento istituzionale avviene con decreto dell’Assessore provinciale alla salute.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 17/08/2022)

Ente competente

Ufficio Governo sanitario
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 80 50
0471 41 80 51
E-mail: governosanitario@provincia.bz.it
PEC: gesundheitssteuerung.governosanitario@pec.prov.bz.it

Scadenze

La domanda di rilascio dell’accreditamento istituzionale può essere presentata in qualsiasi momento.

La domanda di rinnovo dell’accreditamento istituzionale deve essere presentata almeno 180 giorni prima della scadenza della validità dell’accreditamento istituzionale in essere.