Contributi per investimenti aziendali per lo sviluppo della mobilità elettrica – 2021

Descrizione generale

La Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige prevede la concessione di contributi a favore delle imprese per lo sviluppo della mobilità elettrica.
È ammessa la presentazione di una domanda all’anno per impresa.
Sono ammessi i seguenti investimenti, da realizzare nell’ambito dell’attività d’impresa svolta in Alto Adige e che hanno una ricaduta diretta sulla stessa:

  1. L’acquisto o il noleggio dei seguenti veicoli della categoria M1 per il trasporto di persone, nonché delle categorie N1 e N2 per il trasporto di merci: a) veicoli elettrici a batteria BEV, veicoli a celle a combustibile H2 FCEV e veicoli elettrici a batteria con range extender (BEV con REX) con batterie di capacità di almeno 15 kWh; quest’ultimi veicoli non possono produrre più di 70 g di emissioni di CO² per km; b) l’acquisto di “ibridi plug-in” per il trasporto di persone e merci; questi veicoli non possono produrre più di 70 g di emissioni di CO² per km.
  2. L’acquisto o il noleggio di veicoli elettrici a due, tre o quattro ruote appartenenti alle classi L1e-B, L2e, L3e, L5e e L6e o di veicoli elettrici pesanti a quattro ruote della classe L7e.
  3. L’acquisto di biciclette cargo con o senza motore ausiliario elettrico (L1e-A) con una portata complessiva minima di 150 kg e concepiti esclusivamente per il trasporto di materiale e merci.
  4. L’acquisto e l’installazione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici o la stipula di contratti di vendita con riserva della proprietà. Tali contratti hanno una durata massima di nove anni.

I veicoli e le attrezzature devono essere "nuovi di fabbrica".
Sono esclusi gli investimenti che sono oggetto di commercio o destinati al noleggio.
Le agevolazioni sono concesse in forma di contributo a fondo perduto nel rispetto della norma “de minimis”.
La liquidazione del contributo concesso avviene dopo la realizzazione dell'investimento e solo se il progetto realizzato corrisponde a quello previsto nella domanda di contributo.

Possono presentare domanda le piccole, medie e grandi imprese dei settori artigianato, industria, commercio, servizi e turismo, nonché i liberi professionisti ed i lavoratori autonomi.
Sono escluse le attività dei settori agricoltura, silvicoltura, pesca, attività di alloggio connesse alle aziende agricole e le attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco.
La “domanda di contributo per investimenti aziendali per lo sviluppo della mobilità elettrica” è un servizio online dell’Amministrazione provinciale. Per accedere ai servizi è necessario attivare l’identità digitale tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

La domanda deve essere presentata prima della realizzazione dell’investimento agevolato, e cioè: prima dell’emissione delle fatture a saldo, della stipula dei contratti di noleggio a lungo termine e leasing e dei contratti di vendita di riserva della proprietà.

Il servizio online è gratuito e avviene tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Per saperne di più su SPID visita la pagina dedicate in myCIVIS  al seguente link https://my.civis.bz.it/public/it/spid.htm.

La domanda deve essere corredata dei seguenti documenti in formato PDF:

  • preventivi di spesa degli investimenti programmati.

Imposta di bollo di 16,00 €.

Misura del contributo:

a) 2.000 € per l'acquisto di veicoli elettrici a batteria, veicoli a celle a combustibile H2 e veicoli elettrici a batteria con range extender;

b) 1.000 € per l'acquisto di veicoli “ibridi plug-in”;

Nel caso di acquisizione in proprietà dei veicoli di cui sopra il contributo previsto viene concesso a condizione che il rivenditore conceda una riduzione del prezzo almeno di pari importo.

Il contributo di cui alle lettere a) e b) è raddoppiato nel caso in cui i veicoli vengano acquistati da “autoscuole” o imprese di “trasporto con taxi”.

c) 30 per cento della spesa ammessa, per un importo massimo di 1.000 €, per l'acquisto di veicoli elettrici a due, tre o quattro ruote;

d) 30 per cento della spesa ammessa, per un importo massimo di 1.500 €, per l'acquisto di biciclette cargo;

e) 70 per cento della spesa ammessa, per un importo massimo di 1.000 €, per l'acquisto e installazione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici o la stipula di contratti di vendita con riserva della proprietà.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 18/05/2021)

Ente competente

35. Economia
Palazzo 5, via Raiffeisen 5, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 37 57 Cristina Crepaldi
0471 41 36 10
E-mail: economia@provincia.bz.it
PEC: wirtschaft.economia@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/