Contributi per l'adattamento del posto di lavoro ai bisogni delle persone con disabilità

Descrizione generale

Al fine di favorire l’inserimento lavorativo di persone con disabilità, vengono concessi contributi per l'adattamento del posto di lavoro e per l'acquisto delle necessarie attrezzature di lavoro.

Il contributo viene concesso:

  • a fronte di maggiori costi fino a 1.500 €, viene riconosciuto l’intero importo;
  • a fronte di maggiori costi per un importo oltre 1.500 fino a 13.000 €, viene riconosciuto un contributo di 1.500 € + 25% dell’importo residuo;
  • a fronte di maggiori costi oltre 13.000 €, viene riconosciuto un contributo di 4.500 € + 5% dell’importo residuo.

Esempi di calcolo del contributo:

  • per una spesa riconosciuta di 8.000 €, il contributo ammonterà a [1.500 + (8.000-1.500) *25% = 3.125 €]
  • per una spesa riconosciuta di 15.000 €, il contributo ammonterà a [4.500 + (15.000-13.000) * 5% = 4.600 €]
     

CUP (Codice Unico di Progetto) – Informazione per le imprese

Al fine di rafforzare i sistemi di monitoraggio degli investimenti pubblici e di garantire la trasparenza dell’azione amministrativa, la normativa vigente in materia dispone che ogni finanziamento o progetto di investimento pubblico debba essere identificato univocamente da un CUP (“Codice Unico di Progetto”).

Ai fini della rendicontazione, a partire dalla data di ricevimento della comunicazione del CUP, per ciascuna spesa rendicontata è necessario inserire il CUP nei documenti contabili e nei giustificativi di pagamento (p.es. fatture, bonifici e ricevute bancarie).

Ulteriori informazioni sul CUP: https://cupweb.rgs.mef.gov.it/CUPWeb

La persona con disabilità deve

  • essere assunta a tempo indeterminato e
  • avere un'invalidità civile riconosciuta di almeno il 46% (certificato della commissione medica) o un'invalidità da lavoro di almeno il 34% (certificato INAIL).

  • Relazione, dalla quale risulti l'attività lavorativa svolta dalla persona con disabilità, il suo profilo professionale e la data assunzione;
  • copia del certificato di invalidità con l'indicazione della diagnosi, se si tratta di persone che non sono state assunte in base alla normativa sul collocamento mirato - può essere inviata all’Ufficio via mail direttamente dalla persona occupata;
  • preventivo dettagliato delle spese da sostenere
  • cronoprogramma degli interventi pianificati con indicazione del termine previsto per l'adattamento del posto di lavoro o per l'acquisto dell’attrezzatura.
  • Per la rendicontazione: dichiarazione sostitutiva della ritenuta d'acconto, oltre alle fatture e attestazioni di pagamento.

La domanda va firmata digitalmente e inviata tramite PEC a as.sl@pec.prov.bz.it utilizzando i moduli messi a disposizione qui di seguito.

La domanda è soggetta ad imposta di bollo di 16,00 €.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 01/07/2022)

Ente competente

Servizio per l’integrazione lavorativa
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 418609
0471 41 86 01
PEC: as.sl@pec.prov.bz.it

Scadenze

  • la domanda di contributo va presentata prima dell'avvio del relativo progetto

  • la rendicontazione ai fini della liquidazione del contributo va presentata entro 60 giorni dalla data di realizzazione delle opere di adattamento o acquisto delle attrezzature