News

#AltoAdigesiriparte, prestiti agevolati anche per le aziende agricole

Le misure anti Covid-19 mettono in ginocchio le aziende agricole. Schuler: "Prestiti agevolati anche per le aziende agricole grazie all'intesa con le banche".

Fra i settori più colpiti in agricoltura vi sono le aziende vitivinicole. (Foto: ASP)

Per attenuare le conseguenze economiche delle misure restrittive per prevenire la diffusione del nuovo coronavirus la Giunta ha dato vita a un'intesa con le banche della provincia e le cooperative di garanzia nell'ambito del programma #AltoAdigesiriparte. Dall'entrata in vigore del protocollo però erano emersi dubbi sull'accesso ai crediti agevolati da parte delle aziende agricole. La situazione ha richiesto un chiarimento con gli enti coinvolti, a seguito del quale i dubbi sono stati fugati. Soddisfatto l'assessore provinciale all'agricoltura Arnold Schuler: ai prestiti agevolati previsti da questo accordo possono ora accedere senza alcun dubbio anche le aziende agricole. "Alcuni settori sono stati in queste settimane particolarmente colpiti dalle conseguenze delle misure restrittive: centinaia di agriturismi, i rivenditori diretti di prodotti agricoli e i viticoltori. "La Provincia è dunque intervenuta assumendosi il compito di garantire i prestiti presso le banche, consentendo così alle imprese di continuare a disporre di liquidità e di coprire le spese correnti" spiega Schuler.

Mutui agevolati dalle banche per le aziende agricole

Le condizioni per i prestiti sono le stesse che valgono per imprese e liberi professionisti. Le aziende agricole possono quindi chiedere prestiti agevolati presso i tre istituti di credito che hanno sottoscritto l'intesa per importi compresi fra 35.000 e 1,5 milioni di euro. Quando si tratta di pagare servizi o migliorare la situazione della propria liquidità – specialmente nel caso delle piccole e medie aziende agricole – è necessario operare in modo rapido. "Un mutuo agevolato ottenibile in modo semplificato può rappresentare un supporto determinante e migliorare sensibilmente la situazione delle aziende" conclude l'assessore Schuler.

gst/sf

Galleria fotografica