News

Cooperative: il contributo per la locazione non rientra nel de minimis

Il contributo per la locazione per le cooperative nel 2020 non sarà soggetto al regime “de minimis“. Lo ha deliberato la Giunta provinciale nella seduta del 25 agosto.

Il contributo per la locazione per le cooperative nel 2020 non sarà soggetto al regime “de minimis“. Lo ha deliberato la Giunta provinciale nella seduta del 25 agosto (Foto: ASP)

A sostegno delle cooperative sociali che hanno subìto un calo del loro fatturato a causa del coronavirus, la Giunta provinciale nel  mese di maggio ha aumentato il contributo per la locazione per le cooperative e ampliato la gamma dei destinatari. Pertanto tutte le cooperative con carattere sociale o innovativo possono richiedere un contributo sino alla metà dei costi di locazione per il periodo di febbraio-dicembre 2020, anche retroattivamente.

Inoltre, la Giunta ha deciso l’applicazione del regime quadro per gli aiuti anticrisi, approvato dalla Commissione Europea il 21 maggio 2020, secondo il quale tali aiuti non rientrano tra quelli concessi in regime di "de minimis", che limita gli aiuti pubblici di cui un’unica impresa possa beneficiare a 200.000 euro nell’arco di un triennio.

Per le cooperative la novità è che i contributi per la locazione concessi in via straordinaria nel 2020 non saranno calcolati al fine del raggiungimento della soglia prevista, ma possono essere usufruiti come ulteriore sostegno aggiuntivo.

L’assessore competente sottolinea che le cooperative interessante in base alla nuova delibera possono godere così non solo degli aiuti standard fino al raggiungimento del tetto di 200.000 euro in un triennio, ma di ulteriori aiuti fino al raggiungimento di una soglia di 800.000 euro. Per il contributo straordinario 2020, la Provincia ha messo a disposizione un fondo di 4,5 milioni di euro complessivi.

Oltre 250 cooperative sociali e di altra natura

Nel dettaglio la platea delle cooperative interessate riguarda circa 250 cooperative sociali e cooperative di altra natura che si occupano dell’inserimento di donne, disoccupati di lungo periodo o giovani, realizzano progetti innovativi e cooperative di lavoro che sono nate a seguito di una chiusura aziendale. Si tratta, tra l’altro, di strutture diurne per l’infanzia, “Botteghe del mondo”, cooperative attive nell’assistenza degli anziani, nel settore della cultura e della formazione e di cooperative impegnate nell’inserimento di persone svantaggiate e sono attive nei vari settori economici.

Chi avesse già richiesto un contributo per la locazione nel 2020 potrà richiedere l’aumento dell’importo concesso. Sia le domande di contributo che le richieste di aumento degli importi delle agevolazioni presentate devono pervenire, mediante PEC, all’Ufficio sviluppo della cooperazione entro il 31 ottobre 2020.

Ulteriori informazioni e documenti sono disponibili al seguente link sulla pagina web dell’amministrazione provinciale:

kl/fg

Galleria fotografica