News

Giunta: nuove linee guida per i contributi a CAI e AVS

La Giunta provinciale ha approvato nella seduta del 14 settembre la modifica ai criteri per i contributi a favore delle attività alpine.

La Provincia concede dei contributi all'Associazione Alpina dell'Alto Adige (AVS) e alle sezioni del Club Alpino Italiano (CAI) con sede in Alto Adige. La spesa è stimata a 471.700 euro nell'anno di bilancio 2021. L’assessore provinciale Arnold Schuler ritiene necessari gli aggiustamenti apportati ai criteri per gli aiuti.

Le novità contenute nella decisione della Giunta, approvata il 14 settembre, sono le seguenti: per la prima volta sono state regolate le attività volontarie dei membri delle associazioni che, essendo volontari, non hanno diritto ad una remunerazione per i servizi svolti, ma verranno invece rimborsate le spese di alloggio, vitto e viaggio in auto, in linea con le tariffe applicabili agli impiegati provinciali.

Un’ulteriore novità è che la dichiarazione del richiedente sulla corretta esecuzione dell’investimento deve essere ora integrata da una dichiarazione da parte della direzione di costruzione sulla corretta esecuzione dei lavori.

Per la prima volta, sono stati definiti anche i criteri per le indennità forfettarie annuali per le spese di manutenzione di basso livello. Sono incluse le spese per misure urgenti e impreviste come la riparazione, l'acquisto e la sostituzione di parti degli edifici e delle attrezzature, nonché la sostituzione o la riparazione di mobili danneggiati e di elettrodomestici difettosi.

"È importante promuovere la manutenzione dei nostri rifugi perché contribuiscono significativamente al paesaggio culturale alpino", commenta l’assessore Arnold Schuler

Queste linee guida sono valide a partire dall'approvazione (14 settembre) e anche per le domande già presentate ma non ancora elaborate.


Vai alla versione originale del comunicato per visualizzare eventuali immagini, documenti o video correlati

np-ma