News

Conciliazione lavoro-famiglia: certificazione Dialogo alla Gronbach

L'azienda Gronbach di Egna è una delle imprese altoatesine dotate della certificazione “famigliaelavoro” che attesta l’impegno nel campo della conciliazione tra famiglia e lavoro.

Con il gruppo Gronbach Spa, attivo a livello internazionale, il numero delle imprese altoatesine dotate della certificazione "Dialogo" si è ampliato a 13 aziende ed organizzazioni. Va sottolineato che la certificazione “Dialogo” è il livello piú alto del processo di audit, che si raggiunge dopo un percorso di 10 anni. Oggi, venerdì (12 agosto), Alfred Aberer, segretario generale della Camera di Commercio di Bolzano, e Luca Critelli, presidente del Consiglio Audit e direttore di Dipartimento, hanno consegnato la certificazione “famigliaelavoro” Dialogo alla direzione dalla “Gronbach Spa”.

Nel corso della cerimonia Critelli ha definito l'impegno dell’azienda come un investimento orientato al futuro: "Il focus è sui dipendenti e sulle loro esigenze. I dipendenti da parte loro sono molto impegnati a favore dell’azienda. Ciò si traduce in una situazione win-win che porta vantaggi a tutti i soggetti coinvolti”. Il segretario generale della Camera di Commercio, Aberer ha aggiunto: “In Alto Adige c'è carenza di manodopera qualificata. Le persone specializzate in cerca di lavoro spesso ricevono offerte da diversi datori di lavoro. Le misure a favore delle famiglie attuate nell'ambito dell'audit famigliaelavoro sono spesso decisive per operare una scelta oculata”.

“La conciliazione familiare e il successo aziendale non sono in contrapposizione tra loro. Ciò che serve è il giusto ambiente di lavoro, che deve adattarsi anche all'ambiente familiare, al fine di mantenere i dipendenti in azienda e fare in modo che l'impresa abbia successo nel lungo periodo", ha sottolineato Cay Nasner, amministratore delegato di Gronbach AG

L’impresa occupa un totale di 153 persone nella sede di Laghetti/Egna su un'area di produzione di 12.000 metri quadrati ed è specializzata nello sviluppo di prodotti nel campo della cinematica, soluzioni di cerniere, guide telescopiche e linee di produzione automatizzate. Il processo accompagnato dell'audit "famigliaelavoro" porta molti vantaggi anche secondo la responsabile delle risorse umane, Elisabeth Pfattner. Con il sostegno della responsabile audit, Elisabetta Bertocci, sono state sviluppate misure come una banca delle ore, un contributo economico per i genitori dei bambini in età scolare o alla nascita di un bambino, per la salute e la sicurezza dei dipendenti. Servizi particolari sono la possibilità di portare a casa il cibo dalla mensa e di poter acquistare, ogni venerdì, i prodotti locali da un contadino nei locali dell'azienda, l'azienda lo sostiene con un voucher.

Dopo la prima certificazione nel 2012 e i successivi re-audit nel 2015 (ottimizzazione) e nel 2019 (consolidamento), il processo di Dialogo completa ora il percorso ufficiale, laddove la conciliazione tra famiglia e lavoro resta un aspetto fondamentale della cultura aziendale.

La certificazione “famigliaelavoro”

L'"audit famigliaelavoro" certifica che i datori di lavoro, siano essi aziende, associazioni, organizzazioni o enti pubblici, attuano una politica del personale attenta alla famiglia ed alle varie fasi della vita. Questo strumento di gestione strategica è utilizzato in Alto Adige dal 2004, dal 2008 la Provincia è competente per questo settore unitamente alla Camera di Commercio di Bolzano. I datori di lavoro sono accompagnati in questa procedura da esperti, i cosiddetti responsabili audit. Maggiori informazioni sull'audit sono disponibili online al seguente link


Vai alla versione originale del comunicato per visualizzare eventuali immagini, documenti o video correlati

ck/fg