FAQ

Lista delle domande e risposte frequenti

[Tirocini estivi di orientamento e tirocini di formazione e orientamento]
Quali obblighi incombono alla struttura osptiante in caso di infortunio sul posto di lavoro?

Ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera a) del decreto legislativo n. 81/2008, la ovvero il tirocinante, in caso di infortunio sul posto di lavoro è equiparato alla lavoratrice ovvero al lavoratore. In caso di infortunio, il datore di lavoro ha conseguentemente l'obbligo di informare immediatamente l'INAIL e il tutor della Ripartizione Lavoro.  

  • Numero:  103
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 30.8.2021

Questa risposta è stata utile? 1002 1018 No

[Contributi per l'assunzione di persone disabili]
Modulo domanda - Il riferimento alla quota d'obbligo nel modulo di domanda va inteso per l'intera azienda o solo per la filiale?
I dati sulla quota d'obbligo da riportare nel modulo di domanda di contributo si riferiscono all'intera azienda.
  • Numero:  105
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 22.3.2021

Questa risposta è stata utile? 581 544 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Quali persone possono beneficiare di una convenzione di affidamento?
La convenzione di affidamento é pensata per persone in età lavorativa che a causa di una disabilítà non hanno i presupposti per procurarsi autonomamente un lavoro, cosí come certificato dal servizio specialistico dell'azienda sanitaria. Questo servizio specialistico compartecipa a seguire il progetto d'inserimento lavorativo.
  • Numero:  105
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 742 767 No

[Controversie di lavoro]

A quali diritti le parti contrattuali non possono rinunciare validamente in occasione di una conciliazione che ha luogo in sede sindacale o davanti alla Commissione di conciliazione delle vertenze di lavoro presso l'Ufficio amministrativo Mercato del lavoro?

In occasione di una conciliazione (articolo 410 e 411, co. 3 cpc) le parti contrattuali possono rinunciare ai sensi dell'articolo 2113 cc limitatamente a diritti che siano disponibili al momento della rinuncia e che appartengono alla categoria dei diritti irrinunciabili. Formano diritti indisponibili la retribzione tabellare, le ferie annuali, il riposo giornaliero e settimanale, i contributi previdenziali, assistenziali e i premi assicurativi. 

  • Numero:  110
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 23.11.2022

Questa risposta è stata utile? 26 23 No

[Contributi per l'assunzione di persone disabili]
Modulo domanda - Devo compilare tutti i campi nel modulo?
Il modulo deve essere attuale (scaricato dal nostro sito al momento della compilazione) ed essere compilato in ogni sua parte. Ai moduli firmati in originale deve essere sempre allegata copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

  • Numero:  110
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 25.3.2021

Questa risposta è stata utile? 618 511 No

[Sicurezza del Lavoro / Responsabile del servizio di prevenzione e protezione]
Il datore di lavoro è obbligato a frequentare un corso di sicurezza sul lavoro?

Qualora il datore di lavoro intenda svolgere direttamente i compiti del Responsabile del servizio di prevenzione e protezione – RSPP (consentito solo per aziende artigiane fino a 30 lavoratori, aziende industriali(1) fino a 30 lavoratori, aziende agricole e zootecniche fino a 30 lavoratori, aziende della pesca fino a 20 lavoratori e altre aziende fino a 200 lavoratori) deve frequentare corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative, la cui durata dipende dalla classificazione di rischio dell’azienda:

  • 16 ore per aziende classificate nel rischio BASSO

  • 32 ore per aziende classificate nel rischio MEDIO

  • 48 ore per aziende classificate nel rischio ALTO.

Successivamente alla formazione iniziale, per mantenere i requisiti maturati, il datore di lavoro che intenda svolgere i compiti del RSPP deve frequentare corsi di aggiornamento nell’arco di ogni quinquennio, la cui durata dipende dalla classificazione di rischio dell’azienda:

  • 6 ore per aziende classificate nel rischio BASSO

  • 10 ore per aziende classificate nel rischio MEDIO

  • 14 ore per aziende classificate nel rischio ALTO


  • Numero:  110
  • Autore: 19.2
  • Ultima modifica: 14.11.2016

Questa risposta è stata utile? 757 716 No

[Sicurezza del Lavoro / Coordinatore della sicurezza]
Quando deve essere designato un coordinatore della sicurezza?
Nei cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese esecutrici, anche non contemporanea, il committente, anche nei casi di coincidenza con l’impresa esecutrice, o il responsabile dei lavori, contestualmente all’affidamento dell’incarico di progettazione, designa il coordinatore per la progettazione e prima dell’affidamento dei lavori, designa il coordinatore per l’esecuzione dei lavori.
La nomina del coordinatore della progettazione  non è necessaria  per  lavori privati non soggetti a permesso di costruire in base alla normativa vigente e comunque di importo inferiore ad euro 100.000. In tal caso, le funzioni del coordinatore per la progettazione sono svolte dal coordinatore per la esecuzione dei lavori.
  • Numero:  110
  • Autore: 19.2
  • Ultima modifica: 14.11.2016

Questa risposta è stata utile? 735 785 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Il certificato d'invalidità consente l'attivazione di una convenzione d'affidamento?
No, perché il certificato d'invalidità dichiara solo il tipo di disabilità e la relativa percentuale ma non attesta la capacità lavorativa.
  • Numero:  110
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 758 750 No

[Controversie di lavoro]

A quali diritti le parti contrattuali possono rinunciare in occasione di una conciliazione che ha luogo in sede sindacale o presso la Commissione di conciliazione delle vertenze di lavoro?

I casi in cui le parti possono rinunciare validamente in occassione di una conciliazione che ha luogo in sede sindacale o presso la Commissione di conciliazione delle vertenze di lavoro sono quelli che riguardano: trattamenti economici derivanti da pattuizioni individuali (c.d. superminimo), il periodo di preavviso, retribuzioni eccedente i minimi tabellari, risoluzione consensuale, dimissioni, con esclusione di quelle per matrimonio e per maternità, la precedenza di raissunzioni, entro sei mesi a seguito di licenziamento collettivo per riduzione di personale o licenziamento per giustificato motivo oggettivo (legge n. 223/1991), diritto di precedenza entro dodici mesi in caso di cessione di azienda (legge n. 428/1990), diritto di precedenza alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo parziale e tempo pieno (decreto legislativo n. 61/2000).

 

  • Numero:  111
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 23.11.2022

Questa risposta è stata utile? 22 25 No

[Mobilità]

Per quanto tempo non può rioccuparsi come dipendente il lavoratore in mobilità che ha fruito del pagamento dell'indennità anticipata per svolgere lavoro autonomo?

Indipendentemente dall'età del lavoratore il divieto di rioccupazione vige per due anni dalla data di erogazione dell'anticipazione, pena il recupero da parte dell'INPS di tutto l'importo erogato.

  • Numero:  111
  • Autore: M.M.G.A.
  • Ultima modifica: 14.8.2019

Questa risposta è stata utile? 732 800 No

[Mobilità]

L'attività autonoma per la quale il lavoratore chiede l'anticipazione può svolgersi anche all'estero?

Si, perchè all'indennità di mobilità può essere esteso il principio del mantenimento del diritto nell'ipotesi in cui gli interessati si rechino in un paese convenzionato, quindi solo dell'Unione Europea. Pertanto, se un lavoratore intende svolgere attività autonoma in un paese appartenente alla UE ha diritto all'anticpazione.

  • Numero:  112
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 14.8.2019

Questa risposta è stata utile? 790 808 No

[Contributi per l'assunzione di persone disabili]
Delega - Sono un commercialista; nel caso presentassi domanda di contributo per conto di un’azienda, devo allegare una delega alla domanda?
Sì, in caso di presentazione della domanda di contributo per conto di un’azienda è necessario allegare apposita delega, il cui modulo è scaricabile sulla pagina internet dedicata al servizio.
  • Numero:  115
  • Autore: fm
  • Ultima modifica: 25.3.2021

Questa risposta è stata utile? 515 505 No

[Sicurezza del Lavoro / Responsabile del servizio di prevenzione e protezione]
Cosa deve fare il datore di lavoro che non svolge personalmente la funzione di RSPP?


In questo caso deve incaricare una persona per svolgere i compiti del RSPP. I requisiti per lo svolgimento di questa funzione sono il possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, nonché di un attestato di frequenza con verifica di apprendimento, a corsi specifici di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative. Successivamente alla formazione iniziale, l’RSPP deve frequentare corsi di aggiornamento per mantenere i requisiti maturati pari a 40 ore nell’arco di ogni quinquennio.

L’articolazione e le modalità di svolgimento dei corsi di formazione per RSPP sono definiti dall’accordo sancito il 7 luglio 2016 in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 193 del 19 agosto 2016.
Fino al 3 settembre 2017, possono essere avviati corsi di formazione per RSPP rispettosi dell'accordo sancito il 26 gennaio 2006 in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14 febbraio 2006, e successive modificazioni.


  • Numero:  115
  • Autore: 19.2
  • Ultima modifica: 14.11.2016

Questa risposta è stata utile? 886 911 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Qual'é la durata di una convenzione d'affidamento?
La durata di una convenzione d'affidamento é compresa fra 3 e 12 mesi ed é rinnovabile. Una convenzione d'affidamento puó essere risolta anticipatamente su richiesta delle parti contraenti.
  • Numero:  115
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 679 710 No

[Mobilità]

Che cosa si intende per la mobilità in deroga?

La mobilità in deroga è un ammortizzatore sociale a favore delle lavoratrici e dei lavoratori che hanno perso il loro posto di lavoro in base ad un licenziamento collettivo o un licenzia-mento individuale motivato da riduzione del personale, conversione o cessazione dell'attività imprenditoriale e per i quali non sussistono i presupposti per godere un ammortizzatore sociale ordinario in relazione alla cessazione del rapporto di lavoro. Tale possibilità può essere chiesta da persone che non ravvisano i requisiti per ottenere l'indennità di disoccupazione ma che hanno lavorato presso l'azienda almeno 12 mesi di cui 6 effettivamente. L'ammortizzatore sociale in deroga è stato abrogato in virtù di una disposizione legislativa sino al 31 dicembre 2011. Tuttavia la legge di stabilità Nr. 183/2001 ha nuovamente attivato l'istituto con decorrenza 1 gennaio 2012.

  • Numero:  116
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 14.9.2019

Questa risposta è stata utile? 701 716 No

[Mobilità]

Quale conseguenze incontra una persona che trovandosi iscritta in lista di mobilità svolge un'attività lavorativa dalla quale successivamente si dimette?

Persone che si trovano in lista di mobilità e che si dimettono da un rapporto di lavoro a tempo determinato o da un rapporto di lavoro parziale a tempo indeterminato per concludere un rapporto di lavoro a tempo indeterminato o un rapporto di lavoro a tempo indeterminato a tempo pieno presso un altro datore di lavoro rimangono iscritti in lista di mobilità sino al momento dell'assunzione del nuovo rapporto di lavoro. Persone che dichiarano in base al patto di servizio di accettare unicamente un offerta di lavoro a tempo parziale e si dimettono successivamente da tale rapporto di lavoro senza giusta causa non hanno la possibilità di essere reiscritti in lista di mobilità. La giusta causa è data in caso di non pagamento dello stipendio o nel caso in cui la prestazione lavorativa si trova in netto contrasto con la mansione descritta nel contratto di lavoro.

  • Numero:  117
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 14.8.2019

Questa risposta è stata utile? 742 736 No

[Tirocini estivi di orientamento e tirocini di formazione e orientamento]
Come è disciplinato l'istituto del riposo settimanale per i tirocinanti minorenni?

In linea generale i minorenni hanno il diritto di godere un riposo settimanale di almeno due giorni, se possibile consecutivi, e comprendente la domenica. Nell'ambito del turismo, delle attività culturali, artistiche, sportive e dello spettacolo il riposo settimanale può essere concesso anche in un giorno diverso dalla domenica. In base all'articolo 22 della legge sulla tutela del lavoro dei minorenni, n. 977/1967, l'attività lavorativa durante la domenica è ammissibile nel settore alberghiero e turistico con l'assolvimento dell'obbligo scolastico ovvero con esclusivo riferimento agli adolescenti che non siano più soggetti all'obbligo scolastico.

  • Numero:  120
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 30.8.2021

Questa risposta è stata utile? 1323 1439 No

[Controversie di lavoro]

Chi può proporre la conciliazione e con quali effetti?

La conciliazione può essere richiesta tanto dal lavoratore quanto dal datore di lavoro. Il tentativo di conciliazione è divenuto facoltativo, il suo esperimento non è quindi più necessario per poter ricorrere in giudizio. Se però le parti scelgono la via della conciliazione, un eventuale accordo è vincolante. In caso di mancato accordo, la commissione è tenuta a fare una proposta; in sede di giudizio il giudice tiene conto di un eventuale rifiuto senza adeguata motivazione.

Controversie di lavoro
  • Numero:  120
  • Autore: GA
  • Ultima modifica: 13.8.2019

Questa risposta è stata utile? 1067 1096 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Quali sono gli obblighi dell'azienda e quali costi si assume essa nell'ambito di una convenzione d'affidamento?
L'azienda deve determinare una persona di riferimento che segua la persona interessata all'interno dell'azienda e che le impartisca le necessarie istruzioni. Essa provvede a coprire le spese di vitto e di trasporto al posto di lavoro.
  • Numero:  120
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 713 789 No

[Mobilità]
Quando può iscriversi in lista di mobilità una persona che si trova in stato di malattia?

Nel momento in cui la persona guarisce può essere licenziata ed iscritta in lista di mobilità. 

  • Numero:  122
  • Autore: GA
  • Ultima modifica: 14.8.2019

Questa risposta è stata utile? 719 705 No

[Tirocini estivi di orientamento e tirocini di formazione e orientamento]
Quale periodo temporale deve essere inserito nel portale ProPraktika qualora il periodo di un tirocinio dovrà prevedere una durata pari a 3 mesi?
In occasione dell'inserimento di un periodo temporale pari a 3 mesi, p.e. dal 22.05.2021 sino al 22.08.2021, tale arco temporale viene calcolato nel Programma ProPraktika come 3 mesi e 1 giorno - e quindi per un giorno in più. Per tale motivo nel programma ProPraktika deve essere inserito il periodo decorrente dal 22.05.2017 sino al 21.05.2017.
  • Numero:  123
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 30.8.2021

Questa risposta è stata utile? 1325 1317 No

[Tirocini estivi di orientamento e tirocini di formazione e orientamento]

Per quante ore settimanali può essere svolto e concesso un tirocinio (tirocinio estivo e tirocinio per persone svantaggiate sul mercato del lavoro)?

Il limite massimo sono 40 ore settimanali. Come noto, il limite massimo per giovani che non hanno ancora compiuto il 16° anno di età è pari a 35 ore settimanali.   

  • Numero:  124
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 30.8.2021

Questa risposta è stata utile? 1270 1225 No

[Tirocini estivi di orientamento e tirocini di formazione e orientamento]

Può essere autorizzato un tirocinio, qualora il ovvero la tirocinante avevano precedentemente gia svolto presso la medesima società un attività lavorativa con un profilo professionale equivalente indicato nel progetto del tirocinio?

Nel caso concreto il tirocinio non può essere approvato.

  • Numero:  125
  • Autore: GA
  • Ultima modifica: 5.7.2019

Questa risposta è stata utile? 947 967 No

[Inserimento lavorativo e collocamento mirato di persone con disabilità]
Una convenzione di affidamento corrisponde ad un contratto di lavoro?
No, una convenzione di affidamento non é un contratto di lavoro; pertanto non sono previsti né uno stipendio né il versamento degli oneri sociali (INPS).
  • Numero:  125
  • Autore: DB
  • Ultima modifica: 8.1.2013

Questa risposta è stata utile? 693 746 No

[Tirocini estivi di orientamento e tirocini di formazione e orientamento]

Deve essere inoltrato una nuova istanza attraverso il portale ProPraktika qualora si modifica il luogo di formazione ovvero l'importo dell'indennità di partecipazione? 

Negli ipotesi indicate deve essere inoltrata una nuova istanza.

  • Numero:  126
  • Autore: G.A.
  • Ultima modifica: 30.8.2021

Questa risposta è stata utile? 1280 1275 No