Riconoscimento di un rapporto di lavoro come assunzione obbligatoria di persone con disabilitá

Descrizione generale

Il riconoscimento di un rapporto di lavoro come assunzione obbligatoria in ottemperanza agli obblighi di assunzione di persone con disabilità ai sensi della legge 68/1999 è possibile quando ad un lavoratore viene riconosciuta un'invalidità civile pari o superiore al 60% oppure un'invalidità da lavoro pari o superiore al 34%. Nel caso di invalidità di natura intellettiva e psichica riconosciuta prima dell'instaurazione del rapporto di lavoro è sufficiente un'invalidità pari al 46%.

La domanda può essere presentata da datori di lavoro pubblici e privati, con il consenso della persona occupata interessata e dovrà essere inviata tramite PEC al Servizio per l'integrazione lavorativa.

Il Servizio per l’integrazione lavorativa trasmetterà la richiesta alla competente Commissione sanitaria per la visita di accertamento della compatibilità delle mansioni attribuite, alla quale il lavoratore interessato dovrà sottoporsi.

  • invalidità civile pari o superiore al 60% oppure
  • invalidità da lavoro pari o superiore al 34% oppure
  • invalidità di natura intellettiva e psichica pari o superiore al 45%, se riconosciuta prima dell'instaurazione del rapporto di lavoro

  • certificato di invalidità (nel caso di invalidità dal 46% al 60% il certificato deve contenere anche il tipo d'invalidità o diagnosi)
  • documento d'identità del lavoratore
  • documento d'identità del datore di lavoro
  • valutazione del medico aziendale ove previsto

(Ultimo aggiornamento del servizio: 11/08/2021)

Ente competente

Servizio per l’integrazione lavorativa
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 418604