Comunicazioni News

Comunicazioni News

Altoadigemobilità, nuova funzione sul tasso di occupazione dei treni (un progetto FESR)

Novità sulla app di Altoadigemobilità: una nuova funzione informa i passeggeri sul tasso di occupazione dei treni. In futuro l'opzione sarà estesa anche ad autobus urbani ed extraurbani.

Logo FESR

Se si vogliono evitare i mezzi di trasporto pubblici sovraffollati, la app Altoadigemobilità informa i cittadini anche sul loro livello di riempimento. Nella prima fase sarà visualizzato il tasso di occupazione stimato per i treni regionali, in futuro la funzione sarà utilizzabile anche per i collegamenti con gli autobus. "Questa innovazione tecnologica permette di programmare i viaggi al meglio. Il nostro obiettivo è quello di rendere i servizi di mobilità interconnessi al meglio e continuare a sviluppare l'offerta digitale", afferma l'assessore alla mobilità Daniel Alfreider.

La ricerca online degli orari sul sito www.altoadigemobilita.info o sull'app Altoadigemobilità è stata utilizzata fino a 25.000 volte al giorno, anche nel 2020. Con la nuova funzione sarà possibile sapere se su un treno si prevede un tasso di occupazione basso, medio o alto, con il simbolo "una, due o tre persone". Un tasso di occupazione basso significa che più della metà dei posti sono ancora disponibili, un tasso di occupazione medio significa che solo alcuni posti sono ancora disponibili. Un alto tasso di occupazione significa che probabilmente non ci sono più posti liberi disponibili se non quelli in piedi.

"Il calcolo della stima di occupazione dei mezzi di trasporto utilizza metodi di intelligenza artificiale e si basa su un cosiddetto modello di machine learning, che calcola una previsione sulla base dei dati storici delle obliterazioni, combinati con i dati attuali delle ricerche orario online dei giorni precedenti. Questa previsione è accurata per ogni viaggio e fermata e quindi tiene conto anche dell'occupazione di un treno che durante il viaggio può variare", spiega Patrick Dejaco, direttore dei sistemi informatici di STA. Nel prossimo futuro, questa funzione sarà estesa ai collegamenti autobus urbani ed extraurbani. L'iniziativa è realizzata con il sostegno del Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) nell'ambito del progetto "Bingo".

 

ASP

Galleria fotografica