Unione europea - sostegno allo sport

Unione europea - sostegno allo sport
UE banner

Piano di lavoro per lo sport 2021-2024

A dicembre 2020, il Consiglio dell'UE ha definito il piano di lavoro dell'UE per lo sport 2021-2024, improntato ai seguenti obiettivi guida:

  • rafforzare uno sport basato sull’integrità e sui valori nell’UE
  • rafforzare la ripresa e la resilienza alle crisi del settore dello sport durante e dopo la pandemia di COVID-19
  • favorire una politica sportiva sostenibile e basata su dati concreti
  • rafforzare la partecipazione allo sport e all’attività fisica salutare al fine di promuovere uno stile di vita attivo e rispettoso dell’ambiente, la coesione sociale e la cittadinanza attiva
  • garantire, attraverso la cooperazione intersettoriale, la consapevolezza di altri settori politici dell’UE in merito all’importante contributo che lo sport può apportare, in Europa, alla crescita sostenibile sul piano sociale e ambientale, alla digitalizzazione, nonché alla ripresa dalla pandemia di COVID-19 e alla resilienza futura, come pure al conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile
  • rafforzare la dimensione internazionale della politica sportiva dell’UE, in particolare attraverso gli scambi e la collaborazione con i governi e le parti interessate al di fuori dell’UE
  • dare seguito ai tre precedenti piani di lavoro dell’UE per lo sport e ad altri documenti dell’UE relativi allo sport, come le conclusioni e risoluzioni del Consiglio
  • portare avanti lo scambio di conoscenze ed esperienze tra gli Stati membri dell’UE e la Commissione
  • intensificare il dialogo e la cooperazione a livello dell’UE con il movimento sportivo e altre parti interessate e istituzioni competenti, sia all’interno che all’esterno del settore dello sport e dell’attività fisica
  • sostenere, secondo le modalità opportune, l’attuazione del capitolo Sport del programma Erasmus+

Il piano riguarda tre settori prioritari, con le relative questioni chiave:

  • tutela dell’integrità e dei valori dello sport
    • ambiente sicuro nello sport
    • antidoping
    • sport e istruzione
    • parità di genere
    • diplomazia sportiva
    • modello europeo dello sport
    • diritti degli atleti
    • sviluppo e promozione della buona governance nello sport
    • lotta alla manipolazione delle competizioni sportive
  • dimensione socioeconomica e ambientale dello sport
    • innovazione e digitalizzazione
    • sport ecologico
    • impianti sportivi
    • grandi eventi sportivi
    • investimenti nello sport e nell'attività fisica
    • rafforzamento della ripresa e della resilienza alle crisi del settore dello sport durante e dopo la pandemia COVID
  • promozione della partecipazione allo sport e all’attività fisica salutare
    • creazione di opportunità sportive e di attività fisica adeguate per tutte le generazioni
    • promozione dell'attività fisica

Programma Erasmus+ Sport 2014-2020

Per il periodo 2014-2020 l'Unione europea ha istituito un apposito programma Erasmus+ per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

Per quanto riguarda lo sport, il programma sostiene partenariati europei nello sport di base. Il focus è su

  • contrasto alle minacce transnazionali per l'integrità dello sport come il doping, le competizioni truccate, la violenza e tutte le forme di intolleranza e discriminazione;
  • promozione e sostegno della buona governance nello sport e della carriera parallela degli atleti;
  • promozione delle attività di volontariato nello sport, sostegno dell'inclusione sociale e le pari opportunità, sensibilizzazione per l'importanza dell'attività fisica a vantaggio della salute attraverso la maggiore partecipazione e la parità di accesso alle attività sportive da parte di tutte le persone.

In concreto sono sostenute le seguenti azioni:

  • partenariati di collaborazione
  • eventi sportivi europei senza scopo di lucro

Queste azioni mirano a sostenere allo sviluppo, il trasferimento e/o l'introduzione di metodi innovativi non solo al livello europeo e nazionale ma anche regionale e locale e a contribuire allo sviluppo della dimensione europea nello sport.

Queste azioni devono sostenere anche la Settimana europea dello sport, indetta dalla Commissione europea per contrastare il calo di partecipazione alle attività sportive e fisiche nell'Unione europea. La Settimana europea dello sport sarà sviluppata nel corso degli anni e organizzata sulla con cronologia definita (nella seconda settimana di settembre). Prevede un'inaugurazione ufficiale, una manifestazione guida e da tre a cinque focus incentrati su un determinato argomento.

Le candidature vanno indirizzate direttamente all'Agenzia esecutiva istruzione cultura e audiovisivi EACEA dell'Unione europea.

Al livello nazionale, il riferimento per informazioni su Erasmus+Sport è il Dipartimento per lo sport presso la Presidenza del Consiglio dei ministri a Roma.

Sul sito dell'Unione europea si trovano informazioni generali sulla politica sportiva dell'UE in lingua inglese.