Zone di allertamento, soglie ed allerte

Per poter stabilire quanto uno o più fenomeni previsti o in corso possono essere fonte di danno o di pericolo non basta stabilirne l’intensità e la durata, ma è necessario valutare gli effetti che possono provocare. Per ciascuna tipologia di evento naturale il territorio è suddiviso in  zone di allertamento cioè aree del territorio omogenee per gli effetti attesi. Per ulteriori informazioni si rimanda alla Direttiva sul sistema di allertamento della Provincia Autonama di Bolzano, in particolare l'allegato F - Zone di allertamento al sito "pubblicazioni".

Per ciascuna di esse si valutano gli effetti dannosi che i fenomeni possono comportare, cioè gli scenari di rischio. Sulla base di un sistema di soglie ed indicatori gli scenari di rischio sono associati ai corrispondenti livelli di criticità.

 

Livelli di allerta

Il sistema di allertamento per la Provincia autonoma di Bolzano si articola su quattro livelli di criticità: assente, ordinaria, moderata ed elevata, che sono identificati attraverso l’impiego di un codice colore: verde, giallo, arancione e rosso ad indicazione del livello d’allerta.

  • Il livello di allerta VERDE (criticità assente) è associato ad una probabilità trascurabile di accadimento di eventi naturali. Non sono prevedibili pericoli per la collettività, anche se danni localizzati o individuali non possono essere mai esclusi.
  • Il livello di allerta GIALLO (criticità ordinaria) corrisponde alla probabilità di eventi localizzati che possono verificarsi in modo repentino ed improvviso. Tali eventi possono rappresentare un pericolo localizzato per la popolazione con danni limitati.
  • Il livello di allerta ARANCIONE (criticità moderata) rappresenta scenari di evento in grado di verificarsi in modo violento e persistente su intere porzioni del territorio, con pericolo per la popolazione e la probabilità di danni ingenti e possibile perdita di vite umane.
  • Il livello di allerta ROSSO (criticità elevata) indica scenari con numerosi e diffusi eventi dagli effetti rilevanti ed estesi, con pericolo elevato per la popolazione, la probabilità di danni molto ingenti e la possibile perdita di vite umane.

Tipi di eventi naturali

Il prodotto principale del Sistema di Allertamento Provinciale è la pubblicazione quotidiana del bollettino di allerta per eventi naturali in Alto Adige, che fornisce per la provincia di Bolzano la valutazione del livello di criticità ed i conseguenti livelli di allerta per otto tipi di evento naturale (clicca sull’evento per dettagli su scenari, criticità e livelli di allerta):

 

Eventi idrogeologici: possono comportare rischi legati a pericoli idraulici localizzati (colata detritica, alluvione torrentizia) ed a fenomeni gravitativi di versante (frane superficiali, crolli, caduta massi, scivolamenti, colate di versante, deformazioni gravitative).

 

Forti temporali

 

Forti Temporali: Il rischio temporali forti è connesso a fenomeni di pioggia molto intensa a carattere temporalesco, alla quale si associano forti raffiche di vento, grandine e fulminazioni. Questi eventi sono caratterizzati a volte dalla loro persistenza e quindi dalla capacità di innescare effetti rilevanti in porzioni di territorio ridotte.

 

alluvione

 

Alluvioni: le alluvioni sono eventi legati al rischio idraulico, che è connesso con eventi di precipitazione diffusa, intensa e/o persistente in grado di innalzare i livelli dei fiumi con possibilità di esondazione. Nella valutazione della criticità per rischio idraulico viene considerato anche il contributo legato alla presenza ed esercizio delle dighe.

 

nevicate fondovalle


Nevicate in fondovalle
: considera gli effetti legati a precipitazioni nevose in grado di interessare i centri abitati di fondovalle, e in quantità tali da ostacolare le attività svolte dalla popolazione, il trasporto pubblico e privato o la funzionalità dei servizi essenziali (elettricità, telecomunicazioni, ecc.) e causare danni a immobili o strutture.

 

Valanghe

 

Valanghe: Valanghe che interessano infrastrutture o aree popolate possono causare gravi danni. Per la valutazione della criticità valanghe vengono prese in considerazione le aree antropizzate, e quindi le valanghe che possono interessare quelle aree. Non si considerano valanghe che possono interessare le aree in terreno aperto.

 

temperature estreme

 

Temperature estreme: si intendono scenari legati sia al verificarsi di condizioni di temperature elevate, che di temperature basse. In entrambi i casi le temperature estreme possono avere effetti sulla salute delle persone, in particolare i soggetti più vulnerabili, ma anche effetti sulla funzionalità di servizi essenziali ed infrastrutture.

 

incendi boschivi

 

Incendi boschivi: L'incendio boschivo è un incendio incontrollato che si sviluppa in un'area boscata e che può svilupparsi in fuoco distruttivo. Il pericolo di incendi boschivi è condizionato dalle condizioni meteoclimatiche (es. siccità,vento) a parità di condizioni ambientali (tipologia della vegetazione) e l’azione antropica.

 

Vento forte

 

Vento forte: Il vento forte può causare le seguenti conseguenze e danni diretti: danni a edifici e tetti, schianto e trascinamento di tettoie, tende, gazebo e ponteggi, caduta di rami ed oggetti, schianto di alberi, disagi alla mobilità (traffico stradale, ferroviario, aereo, impianti di risalita), e blackout energetici e di comunicazione

 

È compito di ciascuna autoritá consultare quotidianamente il bollettino di allerta per verificare le criticitá attese nel proprio territorio ed adottare le misure adeguate, tra cui decidere lo stato di protezione civile nel territorio di propria competenza. Le strutture operative, i servizi tecnici ed i gestori di servizi ed infrastrutture essenziali, adottano le misure di preparazione e di gestione dell’emergenza codificate per ogni stato di protezione civile secondo quanto previsto nei piani di emergenza.

Anche tutti i cittadini e cittadine che consultano il bollettino di allerta, e conoscono il significato dei livelli di allerta, possono adottare conseguentemente i comportamenti piú adatti e contribuire a ridurre i disagi ed i pericoli legati agli eventi naturali.

Per ulteriori informazioni consigliamo la Direttiva sul sistema di allertamento della Provincia Autonama di Bolzano, in particolare gli allegati D - Tipologie di rischi oggetto del sistema di allertamento e l'allegato F - Zone di allertamento al sito "pubblicazioni".