Certificazione europea COVID-19

Dal 1° luglio 2021 è in vigore la Certificazione verde europea Covid-19 (Greenpass). La Certificazione è valida in tutti i Paesi dell’Unione Europea e faciliterà gli spostamenti tra paesi e regioni.

Chi la riceve?

  • Persone vaccinate: valida a partire dal 15° giorno dalla prima dose fino alla seconda dose e successivamente valida per 270 giorni dalla seconda dose.
  • Persone guarite: valida per 180 giorni dal primo test PCR positivo.
  • Persone testate: valida per 48 ore dal test PCR o antigenico negativo effettuato.

Come la ricevo?

Persone vaccinate, guarite e testate ricevono una comunicazione via e-mail o SMS e possono scaricare la propria Certificazione verde europea COVID-19 (Greenpass) in formato digitale dalle seguenti piattaforme:

  • www.dgc.gov.it autenticandosi con tessera sanitaria o identità digitale (SPID o CI elettronica) e codice di riferimento;
  • tramite l’app IO (autenticandosi con SPID);
  • tramite l’app Immuni (autenticandosi con tessera sanitaria e codice di riferimento).

Certificazione verde in Alto Adige

In Alto Adige, la Certificazione verde europea COVID-19 (Greenpass) è richiesta anche nei seguenti settori, a partire dai 12 anni d'età:

  • Per eventi pubblici, comprese sagre e feste di paese.
  • Per i festeggiamenti di matrimoni e simili.
  • Per teatri, cinema e concerti, quando vengono occupati più della metà dei posti disponibili.
  • Nelle piscine pubbliche coperte, nelle strutture pubbliche wellness, terme e palestre.
  • Per il soggiorno in dormitori comuni di rifugi, ostelli e malghe.
  • Per prove ed esibizioni di cori e bande musicali al chiuso.
  • Esercitazioni e corsi di formazione di vigili del fuoco e altre organizzazioni di volontariato nel settore della protezione civile.
  • Sale da gioco, bingo, sale scommesse e casinò.

In determinati casi sarà possibile accedere alle attività sottoponendosi ad un test antigenico nasale rapido sul posto.

Nota bene! La Certificazione può essere utilizzata sia in forma stampata che digitale. Per leggere il codice QR è necessaria l'app gratuita Verifica C19.

Inoltre, fino al 12 agosto 2021, chi non possiede il Greenpass può mostrare il certificato rilasciato dall'Azienda sanitaria.

Per ulteriori informazioni riguardanti la Certificazione verde europea Covid 19:

  • Numero verde della Protezione Civile: 800 751 751
  • Azienda Sanitaria dell‘Alto Adige: Tel. 0471 435700 oppure greenpass@sabes.it
  • Sito internet del governo: www.dgc.gov.it

Download - Documenti da scaricare:


Domande frequenti

A partire dal 15 giugno i festeggiamenti di matrimonio sono nuovamente permessi?

Sì, i festeggiamenti dopo i matrimoni sono permessi a condizione che tutti gli ospiti siano in possesso del certificato COVID dell'UE. Si consiglia di conservare la lista dei presenti per 14 giorni.

Fonte: Segreteria generale della Provincia - Data: 30.06.2021

Quali sono le regole valide per malghe e rifugi alpini?

Per soggiornare in dormitori di ostelli, malghe e rifugi alpini è necessario il certificato COVID dell'UE.

Fonte: Segreteria generale della Provincia - Data: 30.06.2021

Il certificato COVID dell'UE è facoltativo per qualche fascia della popolazione?

I bambini al di sotto dei 12 anni non devono esibire alcun certificato.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 30.06.2021

Perché devo comunque continuare a rispettare le norme sanitarie?

Secondo le ricerche scientifiche, il test rapido antigenico non può garantire al 100% che una persona risultata negativa al test non abbia sviluppato alcuna infezione. Tra le persone vaccinate o guarite la possibilità di infezione è molto ridotta, tuttavia non è da escludere. Per questo è importante rimanere prudenti e continuare a rispettare le norme sanitarie. Nei locali chiusi valgono le regole di prevenzione come fino ad ora.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 30.06.2021

Da quando e per quanto tempo la vaccinazione è valida come certificato COVID dell'UE?

In Italia la vaccinazione è valida per il certificato COVID dell'UE 15 giorni dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino fino al completamento del ciclo di vaccinazione (1 dose per Johnson&Johnson, 2 dosi per gli altri vaccini oppure essere guariti negli ultimi 6 mesi ed aver ricevuto 1 dose di un vaccino) e ha una validità di 270 giorni dalla data di completamento del ciclo di vaccinazione.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 30.06.2021

Da quando e per quanto tempo la guarigione è valida per il certificato COVID dell'UE?

La validità del certificato di guarigione è pari a 180 giorni dalla data del primo tampone positivo.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 07.07.2021

Un referto che attesta la presenza di anticorpi è valido per il certificato COVID dell'UE?

No, un certificato che attesti la presenza di anticorpi, non vale per il certificato COVID dell'UE.

Al momento non esiste un valore di anticorpi che possa dire quanto tempo è passato l'infezione e quanto protezione la persona ha ancora. Dunque, la prova della presenza di anticorpi nel sangue non significa necessariamente che vi sia protezione contro l'infezione (immunità).

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 30.06.2021

Come posso attestare la guarigione dal Covid-19 per il certificato COVID dell'UE?

È necessario un certificato dell'Azienda sanitaria.

Può essere richiesto qui.

Attenzione: il certificato di guarigione può essere solo rilasciato se l'infezione da coronavirus è stata provata con un test dal risultato positivo. 

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 30.06.2021

Chi è definito guarito?

Si definisce clinicamente guarito da Covid-19 una persona che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche (febbre, rinite, tosse, mal di gola...) diventa asintomatico per risoluzione della sintomatologia clinica presentata. La persona clinicamente guarita può risultare ancora positiva al test per la ricerca di SARS-CoV-2.

Attenzione: il certificato di guarigione può essere solo rilasciato se l'infezione da coronavirus è stata provata con un test dal risultato positivo.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 11.05.2021

Per quanto tempo è valida la Certificazione?
La durata della Certificazione varia a seconda della prestazione sanitaria a cui è collegata.
In caso di vaccinazione:
1. per la prima dose dei vaccini che ne richiedono due, la Certificazione sarà generata dal 12° giorno dopo la somministrazione e avrà validità a partire dal 15° giorno fino alla dose successiva;

2. nei casi di seconda dose o dose unica per pregressa infezione, la Certificazione sarà generata entro un paio di giorni e avrà validità per 270 giorni (circa nove mesi) dalla data di somministrazione;

3. nei casi di vaccino monodose, la Certificazione sarà generata dal 15° giorno dopo la somministrazione e avrà validità per 270 giorni (circa nove mesi).

Nei casi di tampone negativo la Certificazione sarà generata in poche ore e avrà validità per 48 ore dall’ora del prelievo.

Nei casi di guarigione da COVID-19 la Certificazione sarà generata entro il giorno seguente e avrà validità per 180 giorni (6 mesi).

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige; data: 29.07.2021
Quando riceverò il certificato COVID dell'UE?
Tutti coloro che hanno già il CoronaPass saranno avvisati via mail o SMS dal Ministero della Salute e potranno scaricare il certificato COVID sulle piattaforme disponibili (dgc.gov.it, App Immuni o App IO). Coloro che hanno scaricato l'App IO riceveranno una notifica dall'App.

Data: 30.06.2021 

Il certificato COVID dell'UE è a prova di falsificazione?
Il certificato digitale COVID dell'UE contiene un codice QR con una firma elettronica per proteggere dalla falsificazione; il codice QR e la firma sono verificati durante in controllo. L'autenticità e la validità del certificato sono verificate con applicazioni nazionali.  In Italia, l'app Verifica C19 è stata sviluppata per questo scopo e può essere scaricata gratuitamente dall'App o Play store.

Data: 30.06.2021 

Ho avuto il Covid e mi sono vaccinato con una sola dose, quando potrò ottenere la Certificazione per vaccinazione valida per 9 mesi?
A partire dal 20 luglio 2021 la Piattaforma nazionale-DGC produrrà le Certificazioni verdi COVID-19 per vaccinazione anche per coloro che si sono ammalati e poi hanno fatto il vaccino entro un anno dalla malattia, quindi anche prima dei 90 giorni e dopo i 180 giorni dalla malattia come disposto in precedenza. Questo in accordo con le indicazioni del CTS del 16 luglio 2021.
Pertanto tutti coloro che hanno avuto il COVID e si sono vaccinati entro l’anno dal primo tampone molecolare positivo riceveranno una Certificazione verde COVID-19 (dose 1 di 1) valida per nove mesi dalla data di somministrazione del vaccino.


Fonte: Ministero Salute / Data: 27.07.2021 

Perché non ho ancora ricevuto la certificazione verde COVID-19 dell’UE e cosa posso fare?

1. Fino al 12.08.2021 ci sarà un periodo di transizione per coloro che non avranno ancora ottenuto il Greenpass. Fino a quella data sarà quindi possibile esibire il certificato di vaccinazione rilasciato dell’Azienda sanitaria (il Coronapass non è utilizzabile perché è stato ritirato). Questo periodo transitorio è indicato nella circolare ministeriale del 28 giugno 2021.

2. Chi non ha ricevuto l’SMS o la mail, ma ne ha diritto, può utilizzare l’App IO o accedere alla pagina Accedi con identità digitale – Certificazione verde COVID-19 (dgc.gov.it) ed effettuare l’accesso ai documenti personali, come il Green Pass, con il proprio SPID.

3. La propria situazione riguardo al vaccino, al test o alla guarigione può essere verificata inviando la documentazione in proprio possesso e copia della carta d’identità al seguente indirizzo e-mail: greenpass@sabes.it.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 09.07.2021

Come ottengo il codice (AUTHCODE) per acquisire la Certificazione?
Al momento della generazione della Certificazione verde COVID-19, la piattaforma nazionale invia un messaggio con il codice AUTHCODE associato alla certificazione ai recapiti email o SMS se forniti quando hai fatto la vaccinazione o il test antigenico/molecolare o è stato emesso il certificato di guarigione. Questo codice, assieme ai dati della Tessera Sanitaria, permette di ottenere la Certificazione su dgc.gov.it o su app Immuni. Segui le istruzioni contenute nel messaggio e fai attenzione che il mittente sia "Ministero della Salute" (noreply.digitalcovidcertificate@sogei.it) per la email e Min Salute per gli SMS.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 07.09.2021

In fase di verifica della Certificazione, i miei dati personali sono tutelati?

Grazie all’utilizzo di un’App di verifica, che in Italia si chiama VerificaC19, il personale addetto avrà la possibilità di verificare la validità e l’autenticità delle Certificazioni. Sarà sufficiente mostrare il QR Code della Certificazione. In caso di formato cartaceo, piegando il foglio, sarà possibile tutelare le proprie informazioni personali. Il QR Code non rivela l’evento sanitario che ha generato la Certificazione verde. Le uniche informazioni personali visualizzabili dall’operatore saranno quelle necessarie per assicurarsi che l'identità della persona corrisponda con quella dell'intestatario della Certificazione. La verifica non prevede la memorizzazione di alcuna informazione riguardante il cittadino sul dispositivo del verificatore.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 09.07.2021

Ho avuto il COVID e fatto una dose di vaccino, mi è arrivata una Certificazione di prima dose valida fino alla seconda, che non devo fare. Quando potrò avere la Certificazione verde COVID-19 valida per 9 mesi?
Tutti coloro che dopo l’infezione COVID-19 hanno fatto una dose di vaccino entro l’anno dall’esordio della malattia (cioè dalla data del tampone molecolare positivo) riceveranno una nuova Certificazione valida per nove mesi dalla data di somministrazione della prima dose di vaccino. La nuova Certificazione è in sostituzione di quella eventualmente già ricevuta con indicazione a completare il ciclo vaccinale con una seconda dose.

Ciò grazie alla presa d’atto del 24 giugno da parte del Garante della privacy delle misure adottate dal Ministero della Salute per assicurare integrità e riservatezza dei dati sulle infezioni pregresse delle persone vaccinate.
In accordo, inoltre, con il parere del CTS del 16 luglio 2021, l’intervallo di validità della vaccinazione nei guariti è stato esteso fino a un anno (non più tra i 90 e i 180 giorni dall’esordio).

Fonte: Ministero della Sanità; data: 29.07.2021