Certificazione verde COVID-19

Dal 1° maggio 2022, il certificato digitale COVID dell'UE (Green Pass) è obbligatorio solo per l'accesso a ospedali, strutture sanitarie e di assistenza alle persone anziane (RSA) o assimilabili.

In Italia la Certificazione COVID viene emessa esclusivamente attraverso la Piattaforma nazionale del Ministero della Salute in formato sia digitale sia cartaceo.

La Certificazione viene generata in automatico e messa a disposizione gratuitamente della persona che:

  • ha fatto la vaccinazione, a ogni dose di vaccino viene rilasciata una nuova certificazione: prima dose (certificato valido dopo 15 giorni dopo la prima vaccinazione), dopo la seconda dose o completamento ciclo vaccinale primario, dopo il richiamo (booster);
  • è risultata negativa a un test molecolare nelle ultime 72 ore o antigenico rapido nelle 48 ore precedenti;
  • è guarita dal COVID-19 da non più di sei mesi.

Attenzione: Dal 1° febbraio 2022 la durata della Certificazione verde Covid-19 è stata ridotta da 9 a 6 mesi.

Per ulteriori informazioni consulta le FAQ del Governo Italiano

Informazioni riguardo i test riconosciuti ai fini Green Pass sono disponibili sul Sito dell'Azienda Sanitaria dell’Alto Adige

Green Pass, Super Green Pass e Booster

In Italia attualmente esistono tre tipi diversi di Certificazione verde COVID-19.

Le Certificazioni sono valide per diversi utilizzi e periodi di tempo, che possono variare con l’evolversi della situazione epidemiologica.

  • Green Pass base (3G): si intende la Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione, guarigione, test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo.
  • Super Green Pass (2G): si intende soltanto la Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione o guarigione.
  • Green Pass Booster: si intende la Certificazione verde COVID-19 rilasciata dopo la somministrazione della dose di richiamo, successiva al completamento del ciclo vaccinale primario. Chi non ha ancora fatto la dose di richiamo potrà utilizzare il green pass da ciclo vaccinale primario completato o da guarigione, ma dovrà presentare contestualmente un documento, cartaceo o digitale, di un test antigenico rapido o molecolare, eseguito nelle 48 ore precedenti, che attesti l’esito negativo al SARS-CoV-2.

La durata effettiva del QR Code del Green Pass Booster è di 540 giorni (ulteriormente rinnovabili di altri 540).

Per tutti i tipi di Green Pass restano valide le esenzioni per i minori di 12 anni e per coloro che hanno un’idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della Salute del 4 agosto 2021.

Per sapere quale tipo di Certificazione è necessaria per le diverse aree o utilizzi, consulta le regole e disposizioni in vigore contro il COVID-19.

Come ricevo il Green Pass?

Persone vaccinate, guarite e testate ricevono una comunicazione via e-mail o SMS e possono scaricare la propria Certificazione verde europea COVID-19 (Green Pass) in formato digitale dalle seguenti piattaforme:

IMPORTANTE! Il certificato può essere presentato sia in formato cartaceo sia digitale. Per leggere il codice QR è necessaria l'applicazione gratuita Verifica C19.

Cosa posso fare se non ho ricevuto il Green Pass?

È stato implementato una funzione dedicata https://greenpasshelp.civis.bz.it/ che, nel caso in cui il download del Greenpass non funzioni, permetterà di ottenere le risposte più importanti. Sempre in questa sezione sarà possibile anche caricare delle richieste ed i documenti utili, come quelli riguardanti le vaccinazioni o la convalescenza avvenute all'estero o in altre province.

La persona che richiede aiuto viene costantemente informata sullo stato della sua richiesta e riceve risposte chiare e veloci. Questo eliminerà molti malintesi e, nella stragrande maggioranza dei casi, il motivo per cui il Greenpass non funziona potrà essere individuato e risolto.

Questa innovazione permetterà anche una migliore collaborazione interdisciplinare, dal momento che spesso diversi uffici vengono contattati contemporaneamente e per lo stesso motivo.

Solo chi è senza codice fiscale e tessera sanitaria o SPID potrà rivolgersi a greenpass@sabes.it .

Si prega chiunque riceva una mail di richiesta di aiuto, di informare la persona di usare questa funzione di supporto. Si promette che richieste sul tool vengono trattati prioritariamente.

 

È possibile recuperare il codice di autorizzazione per ottenere il Green Pass online su questa pagina: https://www.dgc.gov.it/spa/public/reqauth

Possiedi il Codice fiscale ma non l'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN)? Sul sito www.dgc.gov.it esiste una funzione per il recupero "light" solo con Codice fiscale e data evento vaccinazione (vale solo per i Codici fiscali che non sono inseriti nel sistema Tessera Sanitaria).

A livello statale è ancora valido il certificato di vaccinazione dell'Azienda Sanitaria se non si è in possesso del Green Pass.

Per ulteriori informazioni riguardanti la Certificazione verde europea Covid 19:

  • Numero verde della Protezione Civile: 800 751 751
  • Azienda Sanitaria dell‘Alto Adige: Tel. 0471 435700
  • Sito internet del governo: www.dgc.gov.it

Download - Documenti da scaricare:


Domande frequenti

Cos'è il Green Pass illimitato?

Si tratta del reen Pass che viene rilasciato in seguito alla somministrazione della dose booster di vaccino o dopo la guarigione dal Covid ma solo ai soggetti guariti dopo aver completato il ciclo vaccinale primario.

Fonte: DPCM 4 febbraio 2022; data: 08/02/2022 

Qual è la differenza tra Green Pass base (3G), Green Pass rafforzato o Super Green pass (2G) ed il Green Pass Booster?

Green Pass base (3G): indica la Certificazione verde COVID-19 attestante l’avvenuta vaccinazione anti-Sars-Cov-2, la guarigione dall’infezione Covid-19 o l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare.
Green pass rafforzato o Super Green Pass (2G): si intende soltanto la Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione o guarigione.
Green Pass Booster: si intende la Certificazione verde COVID-19 rilasciata dopo la somministrazione della dose di richiamo, successiva al completamento del vaccino del ciclo vaccinale primario. Chi non ha ancora fatto la dose di richiamo potrà utilizzare il Green Pass da ciclo vaccinale primario completato o da guarigione, ma dovrà presentare contestualmente un documento, cartaceo o digitale, di un test antigenico rapido o molecolare, eseguito nelle 48 ore precendenti, che attesti l'esito negativo al SARS-CoV-2.
Non è richiesto il Green Pass Rafforzato per i minori di 12 anni e per coloro che hanno un’idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con Circolare del Ministero della Salute del 4 agosto 2021

Fonte: FAQ Governo Italiano, Data: 15/01/2022

Per quanto tempo è valida la relativa Certificazione verde COVID-19?

Il tempo di emissione e la durata della Certificazione variano a seconda della prestazione sanitaria a cui è collegata. Per ulteriori informazioni consultare questo link.

Fonte: FAQ Governo Italiano, Data: 15/01/2022

Per avere il Super Green Pass o il Green Pass Booster bisogna scaricare una nuova Certificazione verde COVID-19?

Per il Super Green Pass basterà presentare agli addetti alle verifiche il Green Pass da vaccinazione o da guarigione già in tuo possesso. Sarà l’App VerificaC19 a riconoscerne la validità.
Se hai fatto una dose di richiamo (booster) di vaccino, ricorda che verrà emmessa una nuova Certificazione verde COVID-19 e riceverai via SMS o email un messaggio con un nuovo codice AUTHCODE per scaricarla. 
Se non dovessi riceverlo entro 48 ore dalla vaccinazione puoi provare a recuperarlo autonomamente su questo sito.

Fonte: FAQ Governo Italiano, Data: 15/01/2021

Cosa fare se non ho ottenuto il Green Pass?

È possibile richiedere il Codice di autorizzazione per il Green Pass al seguente link: https://www.dgc.gov.it/spa/public/reqauth. Oppure, aprendo una richiesta di aiuto su https://greenpasshelp.civis.bz.it allegando tutta la documentazione utile. Anche la documentazione rilasciata dall’Azienda sanitaria, farmacie, laboratori di analisi, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta che attestano l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dall’infezione o l’esito negativo di un test hanno analoga validità della Certificazione verde Covid-19 (anche a livello nazionale) per l’arco temporale previsto specificatamente in ognuna delle casistiche sopra riportate. 

Fonte: Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, Provincia Autonoma di Bolzano; data: 21.10.2021

Chi ha un'esenzione alla vaccinazione anti-Covid può entrare nei luoghi in cui è consentito l'accesso unicamente ai possessori di un Green Pass rafforzato?

Sì. Tutti coloro che hanno un’esenzione vaccinale anti-Covid, può accedere laddove è necessario essere in possesso di un Green Pass rafforzato.
L’esenzione, però, è valida solo in Italia.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 28.01.2022
Il certificato COVID dell'UE è facoltativo per qualche fascia della popolazione?

I bambini al di sotto dei 12 anni non devono esibire alcun certificato.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 30.06.2021

Perché devo comunque continuare a rispettare le norme sanitarie?

Secondo le ricerche scientifiche, il test antigenico rapido non può garantire al 100% che una persona risultata negativa al test non abbia sviluppato alcuna infezione. Tra le persone vaccinate o guarite la possibilità di infezione è molto ridotta, tuttavia non è da escludere. Per questo è importante rimanere prudenti e continuare a rispettare le norme sanitarie. Nei locali chiusi valgono le regole di prevenzione come fino ad ora.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 30.06.2021

Un referto che attesta la presenza di anticorpi è valido per il certificato Covid dell'UE?

No, un certificato che attesti la presenza di anticorpi non vale per il certificato Covid dell'UE.
Al momento non esiste un valore di anticorpi che possa stabilire da quanto tempo è passata l'infezione e quanto la persona possa essere protetta. Dunque, la prova della presenza di anticorpi nel sangue non significa necessariamente che si sia protetti (immunità) contro l'infezione.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 30.06.2021

Chi è definito guarito?

Si definisce clinicamente guarito da Covid-19 una persona che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche (febbre, rinite, tosse, mal di gola...) diventa asintomatico per risoluzione della sintomatologia clinica presentata. La persona clinicamente guarita può risultare ancora positiva al test per la ricerca di SARS-CoV-2.

Attenzione: il certificato di guarigione può essere solo rilasciato se l'infezione da coronavirus è stata provata con un test dal risultato positivo.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 11.05.2021

Il certificato COVID dell'UE è a prova di falsificazione?
Il certificato digitale COVID dell'UE contiene un codice QR con una firma elettronica per proteggere dalla falsificazione; il codice QR e la firma sono verificati durante in controllo. L'autenticità e la validità del certificato sono verificate con applicazioni nazionali.  In Italia, l'app Verifica C19 è stata sviluppata per questo scopo e può essere scaricata gratuitamente dall'App o Play store.

Data: 30.06.2021 

Sono stato vaccinato ma non ho ancora ricevuto un certificato Covid digitale. Posso mostrare il certificato di vaccinazione del Servizio Sanitario dell'Alto Adige invece del certificato digitale, se necessario?

Sul territorio italiano è possibile, fino a nuova disposizione, mostrare il certificato di vaccinazione del Servizio Sanitario dell'Alto Adige al posto del certificato digitale Covid, se non lo avete ancora ricevuto.

 

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 13.08.2021

Come ottengo il codice (AUTHCODE) per acquisire la Certificazione?

Al momento della generazione della Certificazione verde COVID-19, la piattaforma nazionale invia un messaggio con il codice AUTHCODE associato alla certificazione ai recapiti email o SMS se forniti quando hai fatto la vaccinazione o il test antigenico/molecolare o è stato emesso il certificato di guarigione. Questo codice, assieme ai dati della Tessera Sanitaria, permette di ottenere la Certificazione su dgc.gov.it o su app Immuni. Segui le istruzioni contenute nel messaggio e fai attenzione che il mittente sia "Ministero della Salute" (noreply.digitalcovidcertificate@sogei.it) per la email e Min Salute per gli SMS.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 07.09.2021

Come posso recuperare il mio codice AUTHCODE? 

Dal 30 luglio 2021 può recuperare il Suo codice AUTHCODE autonomamente e subito se lo ha smarrito oppure non lo ha ricevuto anche se ha fatto il vaccino o il tampone, così come qualora fosse guarita/o dal COVID-19.

Per fare ciò, può accedere al sito www.dgc.gov.it e trovare la funzione dedicata o usare questo link (Ottieni il codice AUTHCODE - Certificazione verde COVID-19 dgc.gov.it).
È sempre possibile accedere al Certificato Verde Europeo tramite SPID/CIE, o scaricare le applicazioni App Immuni oppure App IO.

In alternativa è possibile rivolgersi al proprio medico di base o in farmacia e fornire il proprio Codice Fiscale e Tessera Sanitaria. A quel punto l’intermediaria/o (medico o farmacista) potrà o stampare la Certificazione con il QR Code o inviarlo ad un indirizzo e-mail da Lei indicato.

Tuttavia, non è possibile risalire al perché il Green Pass non è stato rilasciato. Per richieste di aiuto, prego aprire una segnalazione su https://greenpasshelp.civis.bz.it allegando tutta la documentazione utile.

Se Lei è un iscritto all’AIRE, un diplomatico, un dipendente dell’UE o un’organizzazione internazionale o un familiare di tali categorie di persone, può ottenere la certificazione anche se non è iscritto al Servizio Sanitario Nazionale.

Deve solo selezionare “Utente non iscritto al SSN vaccinato in Italia” a questo link (Ottieni la certificazione - Certificazione verde COVID-19 (dgc.gov.it).

Per informazioni relative al Green Pass nazionale può consultare il sito www.dgc.gov.it nella sezione FAQ. Per assistenza tecnica chiami il Call center 800 91 24 91 (attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20) o scriva a cittadini@dgc.gov.it. Per informazioni su aspetti sanitari può chiamare il numero di pubblica utilità 1500 (attivo tutti i giorni 24 ore su 24).

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige; data: 13.08.2021
In fase di verifica della Certificazione, i miei dati personali sono tutelati?

Grazie all’utilizzo di un’App di verifica, che in Italia si chiama VerificaC19, il personale addetto avrà la possibilità di verificare la validità e l’autenticità delle Certificazioni. Sarà sufficiente mostrare il QR Code della Certificazione. In caso di formato cartaceo, piegando il foglio, sarà possibile tutelare le proprie informazioni personali. Il QR Code non rivela l’evento sanitario che ha generato la Certificazione verde. Le uniche informazioni personali visualizzabili dall’operatore saranno quelle necessarie per assicurarsi che l'identità della persona corrisponda con quella dell'intestatario della Certificazione. La verifica non prevede la memorizzazione di alcuna informazione riguardante il cittadino sul dispositivo del verificatore.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, data: 09.07.2021

Cosa devo fare se ho fatto il vaccino all’estero o ho un certificato di guarigione rilasciato da un altro Paese?
Al fine del rilascio del Digital green certificate, la vaccinazione fatta all’estero o il certificato di guarigione di un altro Paese devono essere inseriti in un programma specifico.
Tale operazione è eseguita dal team USEDIP, che risponde alla mail greenpass@sabes.it.
La persona deve mandare il certificato di vaccinazione, insieme a un documento di riconoscimento e compilare un’autodichiarazione (da inviare successivamente) a greenpass@sabes.it. Di norma, ci vuole meno di un’ora per ricevere il DGC.
L’inserimento nella banca dati locale viene fatto comunque ed è utile per poter rilasciare il certificato vaccinale della provincia, che può essere utilizzato in attesa del rilascio del DGC. L’inserimento è giustificabile anche per tenere il conto delle dosi totali a cui ci si è sottoposti, soprattutto se la persona dovesse ricevere la terza dose.

Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 01.10.2021

In qualità di cittadina/o non italiana/o, ho il diritto di ottenere la certificazione verde se ho fatto il vaccino in Italia? 

Sì, anche in qualità di cittadina/o non italiana/o si ha il diritto di ricevere la certificazione verde. Qualora non si riuscisse a ottenere il Green Pass oppure ci fossero difficoltà a scaricarlo, è possibile richiedere la conferma dell’avvenuta vaccinazione per poi registrarla nel proprio paese (questa procedura è valida per tutti i paesi dell’UE), scrivendo ai seguenti indirizzi:

- vaccinazioni.bz@sabes.it se si è residenti nel Comprensorio sanitario di BOLZANO
- vaccinazioni.me@sabes.it se si è residenti nel Comprensorio sanitario di MERANO
- vaccinazioni.bx@sabes.it se si è residenti nel Comprensorio sanitario di BRESSANONE
- vaccinazioni.br@sabes.it se si è residenti nel Comprensorio sanitario di BRUNICO
 
Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 29.10.2021