FAQ - Domande e risposte

« Home "Coronavirus"

Ricerca

Domande e risposte

[Vaccinazione Covid-19 - Il piano vaccinale]
Ho avuto il Covid. Quante dosi di vaccino devo fare e qual è la tempistica?
Secondo l’ultima circolare del Ministero della Salute del 21.07.2021 è possibile considerare la somministrazione di un’unica dose di vaccino anti-SARS-CoV-2/COVID-19 nei soggetti (sintomatici e non) con pregressa infezione purché la vaccinazione venga eseguita preferibilmente entro 6 mesi dalla stessa e comunque non oltre 12 mesi dalla guarigione.

Malattia e guarigione devono essere documentate con un test PCR affinché il Ministero della Salute le consideri per il rilascio del Green Pass. I test antigenici sono in tal senso accettati unicamente se svolti nel periodo 14.01.2021 - 11.04.2021.

Per soggetti con condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici, in caso di pregressa infezione da SARS-CoV-2, resta valida la raccomandazione di proseguire con la schedula vaccinale completa prevista.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Infovac; data: 13.08.2021

[Vaccinazione Covid-19 - Sicurezza ed efficacia del vaccino]
Le persone già vaccinate potrebbero essere comunque infettive per gli altri?

Lo scopo degli studi registrati era di valutare l’efficacia dei vaccini nel proteggere dalla malattia COVID-19. Le ricerche per stabilire se le persone vaccinate, infettate in modo asintomatico, possano contagiare altri soggetti sono in corso. Poiché è possibile che, nonostante l’immunità protettiva, in qualche caso il virus possa persistere nascosto nella mucosa nasale, le persone vaccinate e quelle che sono in contatto con loro devono continuare ad adottare le misure di protezione anti COVID-19.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Agenzia italiana del farmaco; data: 01.12.2021

[Vaccinazione Covid-19 - La procedura]
Ho preso degli antidolorifici prima della vaccinazione. Posso comunque vaccinarmi?

Non ci sono problemi se gli antidolorifici (per es. paracetamolo, ibuprofene) vengono assunti prima della vaccinazione (anche giorni prima).

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Agenzia italiana del farmaco, Infovac; data: 05.03.2021

[Vaccinazione Covid-19 - La procedura]
Assumo numerosi farmaci. Con chi posso parlare per sapere se in tal caso la vaccinazione è appropriata?

Durante il colloquio anamnestico che si svolge prima della vaccinazione, c'è la possibilità di fare domande sui farmaci che si stanno assumendo.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Agenzia italiana del farmaco, Infovac; data: 05.03.2021

[Vaccinazione Covid-19 - La procedura]
È possibile donare il sangue alcuni giorni dopo la vaccinazione?

Il Centro Nazionale Sangue fornisce le seguenti indicazioni:
- persone vaccinate con virus attenuati (ad es. vaccini che utilizzano la tecnologia del vettore virale o virus vivi attenuati) possono essere accettate alla donazione di sangue dopo almeno 4 settimane dopo la vaccinazione.
- persone asintomatiche vaccinate con virus inattivati, vaccini che non contengono agenti vivi o vaccini ricombinanti (ad es. vaccini a base di mRNA o sub-unità proteiche) possono essere accettate alla donazione di sangue dopo almeno 48 ore dopo la vaccinazione.
Quale misura precauzionale, persone che abbiano sviluppato sintomi dopo la somministrazione del vaccino anti-SARS-CoV-2 possono essere accettate alla donazione di sangue dopo almeno 7 giorni dalla completa risoluzione dei sintomi.

onte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Centro Nazionale Sangue; data: 07.07.2021

[Vaccinazione Covid-19 - La procedura]
Dove ricevo il certificato di vaccinazione?

Normalmente, il certificato di vaccinazione viene consegnato direttamente al centro vaccinale. Qualora non fosse possibile ottenerlo, può essere richiesto successivamente al servizio di igiene del rispettivo comprensorio sanitario scrivendo una mail a uno dei seguenti indirizzi con allegata una copia della propria carta d'identità.

- Comprensorio di Bolzano: impfungen.bz@sabes.it
- Comprensorio di Merano: impfungen.me@sabes.it
- Comprensorio di Bressanone: impfungen.bx@sabes.it
- Comprensorio di Brunico: impfungen.bk@sabes.it 

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Infovac; data: 13.08.2021

[Vaccinazione Covid-19 - Sicurezza ed efficacia del vaccino]
Ora sono state identificate delle mutazioni del virus SARS-CoV-2: i vaccini sono efficaci anche contro queste varianti?

Con una certa frequenza, il coronavirus tende a mutare. La risposta immunitaria indotta dal vaccino protegge contro la maggior parte di queste varianti anche se, verso alcune di esse, l’efficacia della protezione può essere più bassa.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Agenzia italiana del farmaco; data: 01.12.2021

[Vaccinazione Covid-19 - Sicurezza ed efficacia del vaccino]
Come viene calcolata l'efficacia dei vaccini? 

L’analisi di efficacia "Real World", elaborata dall’ISS settimanalmente, parte dai dati sulla pandemia raccolti quotidianamente sulla popolazione e pone a confronto la frequenza dei vari eventi (infezione, malattia, malattia con ospedalizzazione, malattia con ricovero in terapia intensiva, decesso) tra i vaccinati e i non vaccinati. Ciò significa che, a differenza dei risultati delle prove di efficacia effettuate in laboratorio, queste analisi tengono conto della complessità dovuta a una serie di fattori determinati dal contesto reale in cui la vaccinazione agisce includendo nell’elaborazione un numero di informazioni, come la presenza di varianti o i cambiamenti nei comportamenti, che ne rendeno più solida l’interpretazione.

Dall’analisi scaturiscono due diversi report:

- Ogni settimana viene fatta una stima basata sul confronto delle incidenze di infezioni, ricoveri ordinari e in terapia intensiva e decessi fra vaccinati e non vaccinati, sulla base dei dati dall'inizio della pandemia. I risultati sono disponibili nel "report esteso" pubblicato settimanalmente dall'Istituto.

- Periodicamente viene pubblicato il report “Impatto della vaccinazione”, in cui invece l'efficacia viene calcolata confrontando le incidenze tra i vaccinati con quelle dello stesso campione nel periodo tra 0 e 14 giorni dopo la prima dose.

I risultati vengono condivisi con le autorità competenti.  L’elaborazione più recente dell’analisi dei dati sui vaccini ha mostrato ad esempio che l’efficacia vaccinale nel prevenire qualsiasi diagnosi sintomatica o asintomatica di COVID-19 nelle persone completamente vaccinate è diminuita passando dal 89%, durante la fase epidemica con variante alfa prevalente, al 76% durante la fase epidemica con variante delta prevalente.

Fonte: Istituto Superiore di Sanità, Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 01.12.2021

[Vaccinazione Covid-19 - Il piano vaccinale]
Come fanno a vaccinarsi le persone provenienti dal resto d’Italia, da paesi dell'UE o da paesi che non fanno parte dell’UE che soggiornano permanentemente in Alto Adige per motivi di lavoro?

Per le persone in possesso di un codice fiscale italiano che non sono ancora registrate presso il Servizio Sanitario dell'Alto Adige, vale quanto segue: per i dipendenti con un contratto di lavoro in Alto Adige, i dati sono già noti all'Azienda Sanitaria. In questo caso, gli interessati possono registrarsi direttamente online o comunicare le loro generalità, compreso il numero di telefono, al seguente indirizzo infovax@sabes.it. 

A registrazione avvenuta si riceverà un messaggio all'indirizzo e-mail indicato con la comunicazione che è possibile prenotare un appuntamento vaccinale o, in alternativa, fissarlo direttamente per telefono.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Agenzia italiana del farmaco, Infovac; data: 27.08.2021

[Vaccinazione Covid-19 - Sicurezza ed efficacia del vaccino]
La sperimentazione è stata abbreviata per avere presto questi vaccini?
Gli studi che hanno portato alla messa a punto dei vaccini COVID-19 non hanno saltato nessuna delle fasi di verifica dell’efficacia e della sicurezza previste per lo sviluppo di un medicinale, anzi, questi studi hanno visto la partecipazione di un numero assai elevato di volontari, circa dieci volte superiore a quello di studi analoghi per lo sviluppo di altri vaccini. La rapida messa a punto e approvazione si deve alle nuove tecnologie, alle ingenti risorse messe a disposizione in tempi molto rapidi e a un nuovo processo di valutazione da parte delle Agenzie regolatorie, che hanno valutato i risultati man mano che questi venivano ottenuti e non, come si faceva precedentemente, solo quando tutti gli studi erano completati.

Fonte: AIFA, Azienda Sanitaria dell'Alto Adige; data: 10.08.2021