FAQ - Domande e risposte

« Home "Coronavirus"

Ricerca

Domande e risposte

[Obbligo vaccinale per over-50]

Ho un certificato cartaceo di esenzione vaccinale, è considerato valido ai fini dell’esenzione?

Le certificazioni di esenzione dalla vaccinazione anti Covid-19 precedentemente emesse in modalità cartacea sono valide massimo fino al 27 febbraio 2022, poi non potranno più essere utilizzate. Dal 08 febbraio 2022, chi è in possesso di un certificato cartaceo, può rivolgersi a un medico abilitato (il proprio medico di medicina generale, qualche medico vaccinatore) che rilascerà all’assistito una nuova attestazione in formato digitale. Nel caso di un’esenzione dalla vaccinazione anti Covid, il medico che ha rilasciato la certificazione cartacea originale può riemetterla in formato digitale senza che l’interessato si sottoponga nuovamente a visita.

Riferimenti

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 08.04.2022

[Obbligo vaccinale per over-50]

Non riesco ad aprire un ticket, come devo comportarmi?

Chi non riesce entro dieci giorni dalla ricezione dell’avviso di avvio del provvedimento sanzionatorio ad aprire un ticket presso l’ASL competente https://strafevaxsanzione.sabes.it/app/#/app/login per dare giustificazioni in merito alla mancata vaccinazione (eventualmente allegando i documenti necessari per valutare l’esenzione vaccinale) puó scrivere una mail a infovax@sabes.it, indicando nel soggetto “Sanzione” oppure “Strafe” e spiegando per quale motivo non è riuscito ad aprire il ticket e allegando i dati necessari e la documentazione utile.

Quali dati sono necessari?

  • Nome
  • Cognome
  • Data di nascita
  • Codice fiscale
  • E-mail
  • Residenza
  • Autodichiarazione (allegato obbligatorio)
  • Numero identificativo della comunicazione di avvio del procedimento sanzionatorio
  • Data di ricezione

L’ASL non assume nessuna responsabilità circa la veridicità dei dati. In particolare, se il soggetto dichiara una data di ricezione errata, potrebbero essere stati trascorsi i dieci giorni dalla ricezione dell’avviso. Si precisa quindi che un eventuale attestazione emessa da parte dell’ASL e conseguente comunicazione al soggetto di “segnalazione confermata” NON dà diritto al soggetto a far valere nessun diritto di esonero, perché la segnalazione è stata fatta in ritardo. L’ASL si riserva della propria facoltà di intraprendere provvedimenti per dichiarazione di falso ai sensi del DPR 445/2000.

L’ASL dispone di dieci giorni per verificare le certificazioni prodotte ed entro tale termine, comprendente un eventuale contraddittorio con l’interessato, deve comunicare ad AdER la fondatezza della richiesta di esenzione vaccinale.

Nel caso in cui l’ASL non confermi l’insussistenza dell’obbligo vaccinale o l’impossibilità di adempiervi, AdER provvede alla notifica di un avviso di addebito, del valore di € 100.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 08.04.2022

[Vaccinazione Covid-19 – I vaccini disponibili]

Che cos’è il Nuvaxovid (vaccino Novavax)?

Nuvaxovid è un vaccino impiegato in adulti di età pari o superiore a 18 anni per la prevenzione della malattia da COVID-19 causata dal virus SARS-CoV-2. Contiene la proteina spike (S) ricombinante di SARS-CoV-2, normalmente presente sulla superficie virale, che rappresenta il principale meccanismo del virus per infettare le cellule bersaglio.

Fonte: European Medicines Agency (EMA), Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 24.02.2022

[Vaccinazione Covid-19 – I vaccini disponibili]

Quante dosi e a distanza di quanto tempo viene somministrato il Nuvaxovid?

Nuvaxovid viene somministrato nella regione deltoidea del braccio con un ciclo di 2 dosi inoculate a distanza di 3 settimane.

Fonte: European Medicines Agency (EMA), Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 24.02.2022

[Vaccinazione Covid-19 – I vaccini disponibili]

Come funziona il Nuvaxovid?

Nuvaxovid esercita un meccanismo di immunizzazione attiva preparando l’organismo al contatto virale. È composto da una versione della proteina Spike (S) riprodotta in laboratorio e da una sostanza (adiuvante) che facilita l’attivazione delle cellule del sistema immunitario innato potenziando il grado della risposta immunitaria specifica contro la proteina S. In particolare, inoculando i due componenti del vaccino, vengono indotte le risposte immunitarie dei linfociti B e dei linfociti T contro la proteina S, inclusi gli anticorpi neutralizzanti, che, entrando successivamente in contatto con il virus SARS-CoV-2 e riconoscendo la proteina spike, si attiveranno in difesa.

Fonte: European Medicines Agency (EMA), Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 24.02.2022

[Vaccinazione Covid-19 – I vaccini disponibili]

Le persone che hanno già contratto il COVID-19 possono essere vaccinate con il Nuvaxovid?

Nell’ambito della sperimentazione, non sono stati osservati effetti indesiderati aggiuntivi nelle persone vaccinate con Nuvaxovid, che in precedenza avevano contratto un'infezione da COVID-19.

Fonte: European Medicines Agency (EMA), Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 24.02.2022

[Vaccinazione Covid-19 – I vaccini disponibili]

Nuvaxovid può ridurre la trasmissione del virus da una persona all’altra?

L’impatto della vaccinazione con Nuvaxovid sulla diffusione del virus SARS-CoV-2 nella comunità non è ancora noto.

Fonte: European Medicines Agency (EMA), Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 24.02.2022

[Vaccinazione Covid-19 – I vaccini disponibili]

Quanto dura la protezione con il Nuvaxovid?

Attualmente, questo non è un dato disponibile. I primi riscontri arriveranno nei prossimi mesi. Gli individui vaccinati durante gli studi clinici continueranno ad essere monitorate per un massimo di 2 anni allo scopo di trarre maggiori informazioni sulla durata della protezione.

Fonte: European Medicines Agency (EMA), Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 24.02.2022

[Vaccinazione Covid-19 – I vaccini disponibili]

I bambini possono essere vaccinati con il Nuvaxovid?

Attualmente Nuvaxovid non è raccomandato per persone di età inferiore ai 18 anni.

Fonte: European Medicines Agency (EMA), Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 24.02.2022

[Vaccinazione Covid-19 – I vaccini disponibili]

Le persone immunocompromesse possono essere vaccinate con Nuvaxovid?

Ci sono dati limitati sulle persone immunocompromesse. Sebbene i soggetti con un sistema immunitario indebolito potrebbero non rispondere ottimamente al vaccino, non ci sono particolari problemi di sicurezza. Essendo la categoria di pazienti maggiormente a rischio in caso di infezione da COVID-19, possono essere vaccinati.

Fonte: European Medicines Agency (EMA), Azienda sanitaria dell'Alto Adige; data: 24.02.2022