Idrogeno

La provincia di Bolzano vuole ridurre la produzione die CO2 con il piano generale per l'idrogeno (Presentazione; italiano da pagina 13). Siamo in grado di produrre idrogeno verde con la corrente da fonti idroelettriche prodotte in eccesso. I progetti JIVE e MEHRLIN, finanziati dall’UE, prevedono di acquistare 12 BUS ad idrogeno per la linea BUs cittadina SASA e di costruire una stazione di rifornimento di idrogeno nel deposto SASA di Bolzano.

Mobilità a idrogeno: Alfreider visita in Svizzera un progetto modello

La mobilità del futuro sarà priva di emissioni. L’assessore Alfreider ha recentemente visitato a Zurigo il progetto "H2 Energy" sulla mobilità a idrogeno.

La decarbonizzazione dei trasporti è una delle priorità per la mobilità del futuro. Ne è convinto l’assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider. Accanto al trasferimento del trasporto di merci su rotaia, l'adozione di tecnologie di guida senza emissioni è una delle misure concrete verso un sistema di trasporti a basse emissioni. L’assessore Alfreider insieme all'esperto di idrogeno Walter Huber e all'esperto di pianificazione della mobilità Daniele Santucci ha recentemente fatto visita a Zurigo, in Svizzera, al progetto di iniziativa privata "H2 Energy". Insieme ai partner, H2 Energy ha costruito un impianto di produzione di idrogeno e una rete di stazioni di rifornimento. L'introduzione di mezzi a idrogeno per il trasporto merci garantisce un consumo costante e prevedibile sul mercato. "Questo progetto apporta un importante contributo alla mobilità del futuro, perché grazie alla cooperazione di vari attori, è stato creato un ecosistema basato sull’idrogeno per un uso efficiente dei veicoli, un utilizzo prevedibile delle stazioni di rifornimento e un consumo costante dell'idrogeno prodotto", afferma Alfreider.

Verso la decarbonizzazione dei trasporti

Grazie all'applicazione di tecnologie di guida senza emissioni, vengono notevolmente ridotte le emissioni di gas serra causate dal traffico pesante. Un veicolo utilitario elettrico a cella a combustibile, coprendo una distanza di circa 80.000 km all’anno risparmia da 70 a 75 tonnellate di CO2 all’anno. Attualmente sono in circolo circa 45 veicoli utilitari elettrici a celle a combustibile, ma entro il 2025 dovrebbero diventare più di 1.500. "Il modello di H2 Energy dimostra che la decarbonizzazione della mobilità, oltre ai grandi vantaggi di tipo ambientale, apporta anche vantaggi economici a lungo termine" ha detto Alfreider. L'assessore ha poi aggiunto che l'assessorato alla mobilità e alle infrastrutture continuerà quindi a promuovere la decarbonizzazione del trasporto pesante a livello locale, nazionale ed europeo.


Vai alla versione originale del comunicato per visualizzare eventuali immagini, documenti o video correlati

ASP/rc/san/ma

Ufficio infrastrutture e mobilità sostenibile
Palazzo 3B, piazza Silvius Magnago 3
39100 Bolzano
Tel. +39 0471 414640/41/42
E-mail: inframob@provincia.bz.it
PEC: transport.trasporti@pec.prov.bz.it

      Orari d'apertura

      Palazzo 3B, piazza Silvius Magnago 3
      39100 Bolzano

      lu, ma, me, ve: ore 9.00 - 12.00
      gi: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30