No Credit

No Credit
un dettaglio del manifesto No Credit 2020

No Credit: Abbiate cura di voi stessi e degli altri!

Già da anni (dal 2006) la Provincia Autonoma di Bolzano si impegna a favore di una maggiore sicurezza sulle strade. Grazie alla campagna di sensibilizzazione "No Credit" gli utenti del traffico vengono sollecitati a guidare in modo sicuro e giudizioso. Il focus in questo caso sono i motociclisti.

La campagna "No credit" 2020 si appella in modo particolare ai motociclisti e alla sicurezza in moto

No Credit: 3 pilastri

La campagna "No Credit" si basa sui tre pilastri: formazione della coscienza, controlli e interventi di costruzione. Questi ultimi comprendono una segnaletica esaustiva e l'illuminazione stradale, il risanamento del manto stradale danneggiato e il montaggio di guardrail con barriere per motociclisti in luoghi a rischio d'incidenti. In particolare nei mesi estivi e soprattutto nei fine settimana vengono effettuati controlli di velocità, con l'obiettivo di impedire un comportamento di guida rischioso e rendere le strade più sicure.

Il Safety Park raccoglie i filoni del progetto

Safety Park gestisce la tematica "sicurezza nel traffico stradale" Dal 2020 il Centro di guida sicura Safety Park gestisce la campagna "No Credit" e tutto il tema della sicurezza stradale a 360 gradi. L'attenzione è rivolta sull'argomento della sicurezza nel traffico stradale con iniziative volte a preparare gli utenti della strada di tutte le età. Accanto ai corsi per la guida in sicurezza per categorie professionali e varie fasce d'età, ci sono infatti numerose le iniziative di sensibilizzazione. L’obiettivo è quello di contribuire a preparare bambini, giovani e adulti per il traffico

Ulteriori informazioni: www.safety-park.com (Link esterno)

La Giunta ha prorogato gli aiuti immediati sino a fine aprile

L’Aiuto immediato Covid-19 ed il Contributo straordinario al canone di locazione e per le spese accessorie prorogati sino alle nuove misure. Domande sino al 30 aprile ai Distretti sociali.

Da dicembre 2020 ad oggi sono stati erogati oltre 19 milioni di euro a sostegno delle famiglie e delle persone in difficiltà a causa del Covid-19 (Foto: pixabay)

Per iniziativa dell’assessora alle politiche sociali, Waltraud Deeg, la Giunta provinciale ha deliberato, nella seduta odierna (30 marzo), di prorogare i termini per l’Aiuto immediato Covid-19 ed per il Contributo straordinario al canone di locazione e per le spese accessorie Covid-19. La proroga d’ufficio delle scadenze si è resa necessaria per garantire un’agevole transizione agli aiuti ampliati per il Covid-19 che entreranno in vigore a partire da maggio.

"Molte famiglie altoatesine sono ancora in una condizione economica difficile, soprattutto perché la situazione sul mercato del lavoro non è ancora migliorata in modo significativo. È quindi opportuno prolungare nel tempo i servizi esistenti ”, sottolinea l’assessora Deeg. Attualmente si sta lavorando a pieno ritmo per definire i criteri ed i requisiti per una rapida applicazione dei nuovi aiuti ed i sostegni economici per far fronte alle conseguenze del Coronavirus. L'obiettivo è quello di metterli a disposizione dei cittadini da maggio in poi.

Il prolungamento delle misure ha effetto immediato

Il prolungamento viene attuato d’ufficio, ovvero i precedenti destinatari dei servizi di supporto per il Coronavirus non devono presentare nuovamente domanda, ma ricevono il rispettivo servizio per altri due o tre mesi.  Questo prolungamento si applica a quei beneficiari di servizi che hanno ricevuto a febbraio o marzo 2021 l’ultimo contributo mensile per gli aiuti d’emergenza o il contributo speciale per l'affitto. Inoltre è stata introdotta la possibilità di presentare domanda presso il Distretto sociale di riferimento entro il 30 aprile 2021 per i  benefici “Aiuto immediato Covid-19” e “Contributo straordinario al canone di locazione e per le spese accessorie – Covid 19”. A questo scopo valgono requisiti ed i limiti massimi previsti in precedenza. Complessivamente saranno messi a disposizione ulteriori 10,5 milioni di euro per sostenere le famiglie e le persone colpite dalla crisi.

Già erogati 19 milioni di euro per gli aiuti immediati

Da dicembre 2020 era possibile richiedere l’"Aiuto immediato Covid-19" e il "Contributo straordinario al canone di locazione e per le spese accessorie – Covid 19” e sinora sono stati erogati circa 19 milioni di euro di sostegno: 8.900 cittadini hanno ricevuto 13,99 milioni di euro in aiuti immediati, 5.300 persone hanno ricevuto un contributo straordinario al canone di locazione e per le spese accessorie – Covid 19  (per un totale di 5,03 milioni di euro). Nello stesso tempo sono state utilizzate anche le normali prestazioni di assistenza sociale. Sino a fine  febbraio 1.700 persone in Alto Adige hanno ricevuto 1,45 milioni di euro di sostegno attraverso il reddito sociale minimo, 9.700 cittadini hanno ricevuto 6,12 milioni di euro come contributo per l'affitto e le spese accessorie per l'alloggio.

 

ASP/ck/fg

Galleria fotografica