Autotrasporto di merci

Il trasporto di cose per conto di terzi é un’attività imprenditoriale. L’impresa effettua il trasporto di cose con veicoli a fronte di un incarico del committente e per tale servizio emette delle fatture di trasporto. Il veicolo con cui viene effettuato il trasporto deve essere immatricolato per conto di terzi. Sulla carta di circolazione viene riportato “uso di terzi”.

L’attività di autotrasporto per conto di terzi richiede all’impresa di autotrasporto che sia in possesso di determinati requisiti e conoscenze professionali, al fine di poter organizzare e svolgere in modo professionale il trasporto di merci.

Per poter svolgere la professione di autotrasportatore di merci per conto di terzi, un’impresa deve possedere i seguenti requisiti

Il requisito dell’onorabilità deve essere soddisfatto per tutti i tipi di iscrizione all’albo, ed in particolare:

  • dall’amministratore unico o dai membri del consiglio di amministrazione per le società di capitali (s.p.a., s.r.l., s.a.a.);
  • dai soci illimitatamente responsabili della società di persone (tutti i soci della s.n.c., i soci accomandatari nelle s.a.s.),
  • dal titolare dell’impresa individuale o familiare;
  • dal gestore dei trasporti (persona espressamente incaricata della direzione continuativa ed effettiva dell’attività di trasporto dell’impresa) in qualsiasi tipo di impresa.

Normativa

  • Legge 6 giugno 1974, n. 298,
  • regolamento (CE) 21 ottobre 2009, n. 1071,
  • decreto legislativo 22 dicembre 2000, n. 395,
  • decreto dirigenziale 25 novembre 2011, n. 291

Indicazioni esemplificative e riassuntive di quando una persona possiede l’onorabilità.

Le persone succitate non devono trovarsi nelle condizioni sotto riportate:

  • è stata dichiarata delinquente abituale, professionale o per tendenza oppure sottoposta a misure di sicurezza personali o di prevenzione (il foglio di via obbligatorio, l’avviso orale confisca o sequestro dei beni, ecc.);
  • sia stato sottoposto, con sentenza definitiva, ad una delle pene accessorie previste dall’articolo 19 del codice penale (interdizione da una professione o da un’ arte, interdizione dagli uffici direttivi);
  • avere riportato, con sentenza definitiva una condanna a pena detentiva per delitti di pubblici ufficiali contro la pubblica amministrazione (ad. es. peculato, corruzione, abuso di ufficio ecc.) o reati di falso o per uno dei delitti di cui agli artt. 416 (associazione per delinquere), 416 bis (associazione di tipo mafioso anche straniera), 513 bis (illecita concorrenza con minaccia o violenza) art. 589 comma 2 codice penale (omicidio colposo commesso con violazione delle norme sulla circolazione stradale o sulla sicurezza del lavoro), 624 (furto), 628 (rapina), 629 (estorsione), 630 (sequestro di persona a scopo di estorsione o di rapina), 640 (truffa), 641 (insolvenza fraudolenta), 644 (usura), 648 (ricettazione), 648 bis (riciclaggio) e 648 ter (impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita);
  • avere riportato, con sentenza definitiva una condanna a pena detentiva per uno dei delitti di cui all’articolo 3 legge 20.02.1958, n. 75 (sfruttamento della prostituzione), per uno dei delitti di cui alla legge 2.10.1967, n. 895 (controllo delle armi), per uno dei delitti di cui agli artt. 73, c. 1 e 74 DPR 9.10.1990, n. 309 (detenzione e traffico di sostanze stupefacenti e associazione per traffico di sostanze stupefacenti), il delitto di cui all’art. 189, c. 6 e 7 DLG 30.04.1992, n. 285 (omissione di soccorso in incidenti stradali); uno dei delitti di cui all’art. 12 DLG 25.7.1998, n. 286 (immigrazione clandestina);
  • avere riportato, per fatti commessi nell’esercizio delle attività di autotrasportatore, con sentenza definitiva, una condanna per: contrabbando di merci, trasporto armi, munizioni, esplosivi, contravvenzione per guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto effetto di sostanze stupefacenti

Termini per la comunicazione

Importante: L’impresa è tenuta a comunicare la perdita del requisito dell’onorabilità entro 30 giorni all’albo competente e deve essere riacquistata entro 2 mesi dalla comunicazione. Il socio non più onorabile deve essere sostituito entro trenta giorni dalla comunicazione della perdita del requisito all’Ufficio competente, il gestore dei trasporti non più onorabile deve essere sostituito entro due mesi dalla comunicazione della perdita del requisito di onorabilità.

Dichiarazione sostitutiva dell'onorabilità

l requisito dell’idoneità professionale deve essere soddisfatto per l’attività di autotrasporto con autoveicoli di massa complessiva superiore a 1,5 t.

La persona che dirige in maniera effettiva e continuativa l’attività di autotrasporto dell’impresa deve possedere l’attestato di idoneità professionale ed è definito dalla legge “gestore”.

Una fotocopia dell’attestato di idoneità professionale deve essere consegnata all’ufficio competente. In alternativa può essere presentata anche una dichiarazione sostituiva di certificazione (valida solo per gli attestati rilasciati in Italia).

L’attestato conseguito all’estero deve essere presentato in originale, completo di traduzione giurata in lingua italiana o tedesca.

L’idoneità professionale si acquisisce:

  • con il rilascio di un attestato di idoneità professionale, che si ottiene a seguito di un esame con esito positivo;
  • con il rilascio di un attestato di partecipazione ad un corso preliminare di formazione per dirigere l’attività di autotrasporto (questo vale solo per un’ attività limitata esclusivamente con veicoli con una massa complessiva tra 1,5 t. e 3,5 t.)
  • con il rilascio di un attestato di idoneità professionale ottenuto sulla base di un’esperienza 10ennale maturata nella direzione dell’attività di direzione dell’autotrasporto nel periodo dal 4 dicembre 1999 al 4 dicembre 2009; la persona interessata deve inoltre avere diretto l’attività al 10 febbraio 2012.

Il gestore dei trasporti ha una delle seguenti funzioni nell’impresa:

  • socio accomandatario, socio a responsabilità illimitata,
  • amministratore unico,
  • membro del consiglio di amministrazione,
  • titolare di un’impresa individuale,
  • collaboratore familiare o
  • dipendente con funzioni direttive (La presenza del gestore non può essere inferiore al 50% del tempo pieno.

In alternativa l’impresa di autotrasporto può stipulare un contratto con un gestore dei trasporti esterno che possiede l’attestato ed è onorabile. Il gestore dei trasporti esterno può dirigere fino a un'impresa di autotrasporto con parco veicolare fino a 50 veicoli (rimorchi e semirimorchi inclusi).

Il gestore dei trasporti deve dimostrare di essere onorabile.

Importante: L’impresa è tenuta a comunicare la perdita del requisito dell’idoneità professionale entro 30 giorni all’albo competente e deve essere riacquistata entro 2 mesi dalla comunicazione.

Il requisito dell’idoneità finanziaria deve essere soddisfatto in qualunque caso di attività di autotrasporto con autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 1,5 t.

Le imprese di autotrasporto devono dimostrare la sussistenza di risorse finanziarie necessarie per assicurare il corretto avviamento e la buona gestione dell’impresa.

L'idoneità finanziaria é composta di:

  • un importo base di Euro 9.000. Tale importo comprende il primo veicolo a motore con cui l’impresa esercita l’attività di autotrasporto
  • integrato con Euro 5.000 per ciascun veicolo a motore ulteriore con il quale viene svolta l’attività di autotrasporto di cose per conto di terzi.
  • oppure Euro 900 per ciascun veicolo a motore con massa complessiva inferiore a 3,5 tonnellate ulteriore con il quale viene svolta l’attività di autotrasporto di cose per conto di terzi.

L’idoneità finanziaria deve essere dimostrata anche per i veicoli noleggiati, in comodato d’uso ecc.

Le possibilità per dimostrare l’idoneità finanziaria sono tre:

  1. L’impresa presenta il certificato di un revisore contabile riferito ai conti annuali, dal quale risulta che l‘impresa dispone di capitale e riserve per l’importo richiesto;
  2. L’impresa presenta una garanzia fideiussoria di una banca o agenzia assicurativa, rilasciata a favore dell’Albo provinciale degli autotrasportatori di merci della Provincia Autonoma di Bolzano.
  3. Nuove imprese possono presentare nei primi due anni di attività una polizza di responsabilità professionale che contiene una dichiarazione d’impegno a segnalare eventuali cambiamenti, in forma scritta, all’Albo provinciale degli autotrasportatori.

Si suggerisce di presentare l’idoneità finanziaria necessaria per il parco veicolare con cui s’intende esercitare la professione di autotrasportatore di merci.

Se l’impresa varia la sede legale o la denominazione, deve presentare una nuova dichiarazione di idoneità finanziaria.

La dichiarazione dell’idoneità finanziaria deve essere rinnovata e ripresentata ogni anno, a meno che non si tratti di una garanzia bancaria, con proroga tacita fino a revoca.

Importante: L’impresa è tenuta a comunicare la perdita del requisito dell’idoneità finanziaria entro 15 giorni all’albo competente e deve essere riacquistato entro 60 giorni dalla comunicazione della perdita del requisito oppure, se ha presentato un piano di finanziamento, entro sei mesi.

Il requisito dell'onorabilità si può presentare online (Link esterno) (attenzione: Questo servizio è necessario autenticarsi nel servizio myCivis).

Il requisito dello stabilimento consiste in una dichiarazione riguardante la sede effettiva e stabile in Italia, dove si conservano i documenti societari, e la sede operativa (officina), in cui l’azienda effettua la manutenzione dei propri veicoli.

Tale requisito deve essere dimostrato da tutte le imprese, che esercitano l’attività di autotrasporto con autoveicoli superiori a 1,5 tonnellate.

Ai sensi del decreto dirigenziale 25 gennaio 2012 il requisito dello stabilimento è soddisfatto alle seguenti condizioni:

  • l’ impresa dispone di una sede effettiva e stabile nel territorio dello Stato
  • l’impresa dispone di almeno un autoveicolo (una volta ottenuta l’autorizzazione)
  • l’impresa svolge in modo effettivo e continuativo le attività relative ai veicoli presso una sede operativa.

sede amministrativa, costituita da uno o più locali, che può coincidere con:

  • la residenza anagrafica del titolare (imprese individuali)
  • la sede legale o una sede amministrativa diversa dalla sede
  • la residenza anagrafica di un legale rappresentante (soc. persone o s.r.l a socio unico se l’amministratore è l’unico socio)
  • un domicilio fiscale presso un commercialista o consulente del lavoro

sede amministrativa sono conservati:

  • i documenti contabili
  • i documenti fiscali
  • i documenti di gestione del personale

presso la stessa amministrativa o presso una sede operativa sono conservati

  • i documenti e dati relativi ai tempi di guida e riposo dei conducenti
  • i documenti di trasporto (es. licenza comunitaria)

(anche presso l’associazione provinciale di categoria o presso l’ impresa di consulenza o presso il consorzio che gestisce l’attività di autotrasporto per l’impresa)

La manutenzione ordinaria dei veicoli in uso è svolta in alternativa da propri dipendenti nella sede operativa oppure presso un’officina di riparazioni esterna (ad esclusione della manutenzione straordinaria e ordinaria di veicoli in garanzia). Imprese consorziate con un consorzio operativo possono indicare anche l’officina del consorzio o della cooperativa di appartenenza.

Le modifiche del luogo di stabilimento, di conservazione dei documenti o di manutenzione dei veicoli devono essere comunicati entro 30 giorni all’Ufficio pianificazione trasporto merci. L’impresa dovrà compilare una dichiarazione sostitutiva.

Importante: Nel caso in cui l’Ufficio Motorizzazione constati che non è più soddisfatto il requisito di stabilimento, procederà alla sospensione o al ritiro dell’autorizzazione ad esercitare la professione di trasportatore su strada.

Con la dimostrazione dei primi tre requisiti sopra elencati, l’impresa può richiedere l’iscrizione all’albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi:

Alla domanda di iscrizione all’albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi (sottoposta a un’imposta di bollo di euro 16,00 e tassa di concessione governativa di euro 168,00), sono da allegare i documenti riguardanti i requisiti:

  • onorabilità
  • idoneità professionale
  • idoneità finanziaria

L’impresa che ha dimostrato il possesso dei requisiti e ottenuto l’iscrizione all’albo dovrà chiedere l’ autorizzazione all’esercizio della professione di autotrasportatore, iscrivendosi al REN, dimostrando anche il requisito di stabilimento e l’accesso al mercato.

  • L'impresa è tenuta ad indicare il numero d'iscrizione della camera di commercio e l'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)
  • L’impresa che si iscrive all’albo, è tenuta al versamento dell’ imposta di bollo di euro 16,00 e della tassa di concessione governativa di euro 168,00. Il pagamento può avvenire direttamente agli sportelli della Ripartizione mobilità, in via Renon 12, Palazzo RIBO, Bolzano,
    oppure con versamento di euro 16,00 sul c/c postale n. 273391, intestato alla Provincia Autonoma di Bolzano - Servizio di Tesoreria, causale “Imposta di bollo Albo 38.1” e di euro 168,00 sul c/c postale 8003 intestato all’Agenzia delle Entrate – ufficio di Roma 2 – Tasse Concessioni Governative (barrare il riquadro “rilascio”)
  • La società già iscritta al registro d’imprese presso la CCIAA che aggiunge alle precedenti attività l’attività di autotrasporto di cose per conto terzi deve documentare la modifica dell’oggetto sociale.
  • L’impresa è tenuta entro 60 giorni a richiedere all’Ufficio pianificazione e trasporto merci il duplicato della carta di circolazione nei casi di modifica, denominazione impresa, trasferimento sede/residenza dell’impresa/intestatario.
  • entro trenta giorni dalla data d’inizio dell’attività deve essere presentata la rispettiva denuncia in via telematica presso il Registro delle imprese della Camera di Commercio di Bolzano.
  • Titolari, soci e gestori del trasporto che non sono cittadini di uno stato membro dell’Unione Europea, devono al momento dell’iscrizione, presentare anche il documento di regolare soggiorno in Italia.
  • Per evitare che all’impresa iscritta all’Albo vengano applicate sanzioni amministrative pecuniarie e/o che venga cancellata, la stessa deve rispettare i seguenti termini e comunicare all’albo della Provincia Autonoma di Bolzano la perdita dei requisiti oppure le modifiche riguardante l’impresa.
    1. Comunicazione perdita requisiti:
      Ogni modifica della struttura aziendale o del parco veicolare compreso ogni elemento che possa comportare il venire meno dei necessari requisiti di onorabilità, idoneità professionale, idoneità finanziaria e dello stabilimento deve essere comunicato all’albo entro 30 giorni da quando il fatto o la modifica è avvenuto/a.
    2. Riacquisto requisiti:
      Per quanto riguarda l’onorabilità il socio non più onorabile deve essere sostituito entro trenta giorni dalla comunicazione della perdita del requisito all’Ufficio competente, il gestore dei trasporti non più onorabile deve essere sostituito entro due mesi dalla comunicazione della perdita del requisito di onorabilità.
      Per quanto riguarda l’idoneità finanziaria, questa deve essere riacquistata entro 60 giorni dalla comunicazione della perdita del requisito oppure entro sei mesi presentando un piano di finanziamento.
      Per quanto riguarda l’idoneità professionale, questa deve essere riacquistata entro due mesi dalla comunicazione della perdita del requisito.
      Per quanto riguarda lo stabilimento, le modifiche del luogo di stabilimento, di conservazione dei documenti e di manutenzione dei veicoli deve essere comunicata entro 30 giorni dalla modifica all’Ufficio pianificazione trasporto merci

Registro elettronico nazionale (REN)

Le imprese che intendono esercitare la professione autotrasportatore su strada di merci sono tenute ad iscriversi al REN (registro elettronico nazionale) presso l’Ufficio Motorizzazione:

  • iscrizione all'Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l'autotrasporto di cose per conto di terzi
    (a seguito della dimostrazione del possesso dei requisiti di onorabilità, idoneità finanziaria e professionale)
  • dimostrazione del requisito di stabilimento.

Eccezione: per l’attività di trasporto merci per conto di terzi esclusivamente con veicoli con massa complessiva fino a 1.500 kg deve essere dimostrato il solo requisito dell’onorabilità per l’iscrizione all’albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi e non sono  richiesti né l’iscrizione al REN, né l’accesso al mercato.

L'iscrizione al REN costituisce autorizzazione all'esercizio della professione di trasportatore su strada: tale autorizzazione tuttavia, di per sé, non comporta l'emissione di alcun documento cartaceo; solo se espressamente richiesto viene rilasciato un certificato di iscrizione al REN / autorizzazione

Il REN nazionale va a costituire, unitamente ai diversi Registri dei Paesi membri dell'Unione europea, il Registro Elettronico Unico, che consente uno scambio di informazioni tra gli Stati membri, al fine di rendere note le infrazioni commesse dalle imprese di trasporto anche al di fuori del proprio Stato membro di stabilimento.

Imprese autorizzate ad esercitare il mestiere di autotrasportatore di merci

L'articolo 1 della legge 6 giugno 1974, n. 298 definisce l'albo degli autotrasportatori di cose per terzi come pubblico. Il comitato nazionale dell'albo degli autotrasportatori di merci per conto di terzi ha messo a disposizione nel 2015 oltre alle informazioni pubbliche definite dalla citata legge anche informazioni sulla regolarità dell’iscrizione e autorizzazione ad esercitare la professione. Questo servizio è dovuto al fatto che dal 2016 committenti devono verificare la regolarità dell’iscrizione dell’impresa alla quale vogliono affidare un incarico.

Questa verifica è disponibile sul sito www.alboautotrasporto.it, il sito dell’albo nazionale degli autotrasportatori. Per la ricerca nel registro in linea delle impresa autorizzate ad esercitare l'attività di autotrasporto (Link esterno) serve un indirizzi PEC ed una registrazione (Link esterno). Una volta registrati si fa login nel punto menu area riservata. Per l'interrogazione dell'elenco il sistema chiede una PIN che è fornita dopo la registrazione via PEC.

Trasporto internazionale

Un'impresa di autotrasporto di merci che intende esercitare anche a livello internazionale deve chiedere al ministero dei trasporti il rilascio della licenza comunitaria: www.mit.gov.it/documentazione/la-licenza-comunitaria(Link esterno) la copia conforme della licenza comunitaria viene rilasciata dalla motorizzazione.

Ufficio motorizzazione

39100 Bolzano, Palazzo 3B, piazza Silvius Magnago 3
Tel.: +39 0471 41 54 50 / 54 51
E-Mail: motorizzazione@provincia.bz.it
PEC: kraftfahrzeugamt.motorizzazione@pec.prov.bz.it

      Orari d'apertura

      Palazzo 3B, piazza Silvius Magnago 3
      39100 Bolzano

      lu, ma, me, ve: ore 9.00 - 12.00
      gi: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30