Istruzione parentale

Istruzione parentale

Con istruzione parentale (scuola parentale, istruzione domiciliare homeschool) si indica la decisione di una famiglia di non iscrivere il proprio figlio o la propria figlia al percorso scolastico ordinario, ma di provvedere direttamente alla loro istruzione.

La famiglia comunica la propria decisione ad una scuola a carattere statale presso la quale l'alunno o l'alunna svolgeranno l'esame di idoneità alla fine dell'anno scolastico per passare alla classe successiva.

Se si sceglie questa modalità di istruzione è necessario presentare una comunicazione ad una scuola a carattere statale a propria scelta. La comunicazione va inviata entro e non oltre il 31 luglio di ogni anno e ripresentata nel caso in cui si continuasse la scuola parentale l’anno successivo. La scuola non potrà accettare comunicazioni presentate dopo questa data.
Nella comunicazione, tramite dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, è necessario:

  • dimostrare di aver effettuato un colloquio di consulenza presso la scuola o il/la Garante per l’infanzia e l’adolescenza;
  • dichiarare quali persone impartiranno l’istruzione parentale e di quali qualifiche dispongano;
  • dichiarare in quali modalità si intenderà assicurare il raggiungimento degli obiettivi stabiliti a livello normativo.

Nel caso in cui la scuola ritenga che, per motivi oggettivi e giustificati, non vi siano le condizioni per l’istruzione parentale – ad esempio perché la documentazione è molto carente – e che il diritto/dovere all’istruzione e formazione potrebbe venire compromesso, può procedere con le segnalazioni previste.
I dirigenti scolastici, o una persona da loro incaricata, possono, inoltre, nel corso dell’anno, osservare le lezioni e valutare le competenze socio-emotive dell’allievo o dell’allieva. Qualora sorgesse il dubbio che il diritto all’istruzione sia compromesso, i dirigenti possono mettere in atto le misure previste dalle disposizioni vigenti in caso di violazione dell’obbligo di istruzione e formazione.

Allievi ed allieve in scuola parentale sostengono annualmente l’esame di idoneità per il passaggio alla classe successiva in qualità di candidati esterni o di candidate esterne presso la scuola alla quale è stata presentata la comunicazione. La domanda di iscrizione all’esame è da presentare alla scuola stessa. L’esame è mirato a valutare la sufficiente preparazione e il grado di maturazione dei candidati.

Contatti

Direzione provinciale Scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado a carattere statale in lingua italiana
Via del Ronco, 2 - 39100 Bolzano
e-mail: scuola.italiana@provincia.bz.it - PEC: scuola.italiana@pec.prov.bz.it
Ispettori referenti: Silvano Trolese - tel. +39 0471 411312 e Andrea Felis - tel. +39 0471 411339