Scelta dei posti e conferma del posto per il personale d'integrazione

Sulla presente pagina i collaboratori e le collaboratrici all'integrazione con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e con rapporto di lavoro a tempo determinato mediante graduatoria nonchè tutte le altre persone inserite nella graduatoria per l'assunzione a tempo determinato trovano le informazioni sulla propria situazione del posto, sulla conferma del posto, e sulla scelta dei posti per l'anno scolastico successivo.

Fonte giuridica:

Contatto:

Per quanto riguarda l'ambito pedagodgico-didattico sono competenti i Servizi delle relative Intendenze scolastiche:

La ricerca non ha prodotto risultati.
La invitiamo ad inserire un nuovo termine di ricerca

Informazioni sulla scelta dei posti e sulla conferma del posto

I collaboratori e le collaboratrici all'integrazione con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e con rapporto di lavorio a tempo determinato mediante graduatoria vedono sulla presente pagina presumibilmente con il 1° agosto la propria situazione del posto per l'anno scolastico successivo , e cioè se e come vengono confermati ovvero confermate oppure se sono previsti ovvero previste per la scelta dei posti ed in questo caso se con un diritto di recesso oppure come rimovibili con due date di convocazione.

Visione della propria situazione del posto:

Per il personale italiano e ladino si fa riferimento ai Servizi competenti delle relative Intendenze scolastiche:

Determinazione della definizione dei posti

In rispetto del contingente per i collaboratori e le collaboratrici all'integrazione approvato dalla Giunta Provinciale una commissione di esperti presso i Servizi competenti delle Intendenze scolastiche stabilisce per ogni anno scolastico in base alle richieste delle strutture scolastiche ed educative di tutta la Provincia ed in base al diritto ad "ore di assistenza" dei/delle bambini/bambine e degli/delle alunni/alunne con disabilità le ore che vengono assegnate ai/alle singoli/singole bambini/bambine ed ai/alle singoli/singole alunni/alunne presso le diverse strutture dalla scuola dell'infanzia alla scuola di grado superiore. In primavera di ogni anno viene rilevato dall'Amministrazione che intenzioni hanno i collaboratori e le collaboratrici nel caso in cui non sottostiano all'obbligo della continuità didattica oppure nel caso in cui il loro posto varii. In base a queste indicazioni ed in rispetto dei criteri per la continuità didattica i Servizi competenti delle Intendenze scolastiche stabiliscono chi per l'anno scolastico successivo ottiene una conferma del posto e chi viene previsto per la scelta dei posti. In questo ambito un posto, il quale è da vedere in relazione con il/la bambino/bambina oppure l'alunno/l'alunna con disabilità, può da un anno scolastico all'altro variare con sede e/o ore oppure anche non esistere più.

Se Lei ottiene una conferma del posto ed il posto rimane invariato, Lei non riceve più nessuna comunicazione scritta. Se Lei ottiene una conferma del posto ed il posto varia, Lei riceve una corrispettiva comunicazione / un corrispettivo provvedimento tramite il fascicolo personale digitale. Questa / Questo può essere riposto anche dopo la pubblicazione delle informazioni in internet.

I collaboratori e le collaboratrici con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e con rapporto di lavoro a tempo determinato mediante graduatoria previsti ovvero previste per la scelta dei posti con un diritto di recesso possono ritirare entro il termine stabilito la decisione di venire alla scelta dei posti e confermare il loro posto con la sua definizione per l'anno scolastico successivo.

Il termine per il diritto di recesso scade entro cinque giorni dalla pubblicazione della graduatoria per il trasferimento per il personale a tempo indeterminato, al più presto coll' 8 agosto. Questo termine si riferisce sia al personale a tempo indeterminato sia al personale a tempo determinato mediante graduatoria. La data della pubblicazione della graduatoria per il trasferimento per il personale a tempo indeterminato, e quindi la data di scadenza esatta per il termine per il diritto di recesso, può essere visionata sotto questo link alla voce "Formazione e pubblicazione della graduatoria - Posizione nella graduatoria" aprendo il "Decreto di approvazione".

I posti intaccati con un diritto di recesso vengono quindi in un primo momento banditi con riserva per la scelta dei posti. In seguito alla scadenza del termine per il diritto di recesso i posti per i qauli il diritto di recesso non è stato fatto valere sono disponibili alla scelta dei posti nella seconda metà di agosto e non sono riservati per i colloaboratori o le collaboratrici in questione.

Se un posto viene confermato mediante il diritto di recesso il conteggio degli anni scolastici per la continuità didattica obbligatoria non inizia ex novo.

Modulo da scaricare:

I collaboratori e le collaboratrici con rapporto di lavoro a tempo determinato mediante graduatoria che hanno assolto il terzo anno scolastico della continuità didattica possono essere rimossi ovvero rimosse dai loro colleghi e dalle loro colleghe a tempo indeterminato del "trasferimento d'ufficio" per l'anno scolastico successivo dal loro posto.

I ed le rimobibili vengono quindi previsti ovvero previste con due date di convocazione per la scelta dei posti. Alla prima data apprendono se sono stati rimossi ovvero state rimosse e possono casomai confermare il posto con la sua definizione per l'anno scolastico successivo. Altrimenti devono rispettare la seconda data. Se un oppure una rimovibile ha la possibilità di confermare il posto, ma non lo fa, il posto é immediatamente rilasciato per l'ulteriore corso della scelta dei posti e non é riservato per il collaboratore o la collaboratrice in questione.

A causa di questo procedimento i posti intaccati con una rimovibilità vengono intanto banditi con riserva per la scelta dei posti.

Se non si é stato rimosso e si conferma il posto alla prima data il conteggio degli anni scolastici per la continuità didattica obbligatoria non inizia ex novo; casomai l'anno dopo si é nuovamente rimovibile.

I posti per collaboratori e collaboratrici all'integrazione vengono definiti per ogni anno scolastico dai Servizi competenti delle Intendenze scolastiche, in rispetto del contingente approvato dalla Giunta Provinciale, del fabbisogno delle strutture scolastiche ed educative dalla scuola dell'infanzia al grado di scuola superiore di tutta la Provincia e del diritto ad "assistenza" dei/delle bambini/bambine e degli/delle alunni/alunne con disabiltà iscritti/iscritte. Dopodichè il personale é stato confermato mediante continuità didattica ed il personale assente è stato rilevato per il conferimento dei posti di supplenza, i posti vengono conferiti prima dell'inizio dell'anno scolastico con scelta dei posti mediante le graduatorie. La scelta dei posti ha luogo nella seconda metà di agosto e si riferisce alla graduatoria per il trasferimento per il personale a tempo indeterminato ed alla graduatoria per l'assunzione a tempo determinato.

Gli elenchi dei posti vacanti e dei posti di supplenza che vengono offerti alla scelta dei posti per l'anno scolastico successivo vengono pubblicati e regolarmente aggiornati sulla presente pagina presumibilmente con il 1°agosto. Gli elenchi dei posti possono subire in qualsiasi momento una variazione, sono per cui pubblicati con riserva ed è consigliabile visionarli regolarmente fino a poco prima della scadenza del termine per il diritto di recesso rispettivamente fino a poco prima della scelta dei posti.

Visione degli elenchi dei posti:

Per i posti presso le struttre italiane e ladine si fa riferimento ai Servizi competenti delle relative Intendenze scolastiche:

Annotazione sugli elenchi dei posti:

  • Posti coll'annotazione "diritto di recesso" e "rimovibilità" vengono banditi con riserva per la scelta dei posti.
  • Posti coll'annotazione "rischio inferiore" e "rischio superiore" possono essere occupati solamente da persone che, per quanto riguarda la movimentazione di carichi, non hanno limitazioni fisiche. Dipendenti in gravidanza e fino a sette mesi dopo il parto sottostano nel caso di un posto con rischio a particolare tutela.
  • Per i posti vacanti in occasione della scelta dei posti (eccetto: posti di volante, incarichi brevi) sussiste in regola la continuitá didattica. Questa si estende obbligatoriamente a tre anni scolastici a condizione che il posto continui ad esistere senza variazione del carico orario e senza rilevante variazione della zona. Da ciò esclusi sono i casi in cui viene approvata la richiesta di dissoluzione dell'obbligo, la continuitá viene dissolta d'ufficio oppure non si vuole fare il passaggio dalla scuola media al grado di scuola superiore.
  • Posti di supplenza che si protraggono oltre un anno scolastico non vengono confermati mediante la continuità didattica da un anno scolastico all'altro.
  • Il conteggio degli anni scolastici per la continutá didattica obbligatoria inizia con la scelta del posto. In caso di una conferma del posto (anche mediante diritto di recesso oppure come rimovibile) il conteggio non inizia ex novo.
  • I posti non sono da vedere in relazione con una struttura, ma in relazione con il bambino, la bambina, l'alunno o l'alunna con disabilità. Se per esempio un alunno cambia scuola o/e gli vengono assegnate meno oppure più ore di "assistenza", varia la sede di servizio o/e il carico orario del posto. Un posto può rimanere invariato per due, tre o più anni scoastici, può però anche variare da un anno scolastico all'altro oppure anche non esitere più. Per cui non si può a priori partire dal presupposto, anche se si sceglie un posto con continuità didattica, che questo per l'anno soclastico successivo rimane invariato o addiritura che continua ad esistere.
  • Sono elencati quei posti di supplenza che sono noti all'Amministrazione prima della scelta dei posti. In luogo della scelta dei posti in regola non si accettano richieste per assenze e non si offrono i corrispettivi posti di supplenza.
  • I contratti a tempo determinato per posti di supplenza vengono stipulati per l'anno scolastico secondo l'assenza del titolare oppure della titolare per il periodo massimo dal 1° settembre al 30 giugno e prorogati fino al successivo 31 agosto se il oppure la dipendente supplente in tutto l'anno scolastico presta almeno 210 giorni di servizio effettivo (anche più conferimenti con interruzione). Sono considerati servizio effettivo anche i periodi di assenza utili ai fini della progressione economica o del trattamento di quiescenza.
  • Chi sceglie un posto di supplenza con data di scadenza prima del 30 giugno e questo viene prorogato senza interruzione a causa dell'ulteriore assenza del titolare o della titolare, é obbligato a continuare il servizio limitato all'anno scolastico, a meno che non vari il carico orario.

La scelta dei posti per i collaboratori e le collaboratrici all'integrazione ha luogo ogni anno nella seconda metà di agosto a Bolzano, con effetto per l'anno scolastico successivo. Essa si riferisce alla gradautoria per il trasferimento per il personale a tempo indeterminato ed alla graduatoria per l'assunzione a tempo determinato.

Luogo e data delle convocazioni alla scelta dei posti possono essere visionati sulla presente pagina presumibilmente con il 1° risp. il 3 agosto.

Visione delle convocazioni:

Per le convocazioni secondo la graduatoria italiana e ladina si fa riferimento ai Servizi competenti delle relative Intendenze scolastiche:

Delega:
Chi é indisposto si può fare rappresentare alla scelta dei posti da una persona di fiduca. La persona che si presenta alla scelta dei posti deve presentare lì la delega.

Modulo da scaricare:

Chi sceglie un posto si presenta entro 24 ore (almeno telefonicamente) alla Direzione del posto assegnato.

Informazioni per le persone convocate della graduatoria per l'assunzione a tempo determinato in occasione della scelta dei posti

  • Le persone convocate vengono chiamate e devono presentarsi con un documento d'identitá valido.
  • Chi arriva in ritardo deve presentarsi sotto propria iniziativa e puó poi scegliere senza poter dare luogo a reclami sul corso della scelta dei posti svoltosi sinora.
  • Ci non si presenta viene depennato dalla graduatoria e puó nuovamente richiedere l'inserimento al successivo termine di scadenza.
  • Chi non accetta alcun posto, senza fondato motivo riconosciuto come tale dall'Amministrazione, viene depennato dalla graduatoria e puó nuovamente richiedere l'inserimento al successivo termine di scadenza. In caso di rifiuto di posti con un carico orario al di sotto di 19/38 ore oppure con una distanza al di sopra di 50 km fra sede di servizio e luogo di residenza non si viene considerato rinunciatario e quindi non si viene depennato.
  • Chi recede da un incarico accettato oppure si dimette da esso durante l'anno scolastico viene depennato dalla graduatoria e ne é escluso anche per il successivo anno scolastico, puó quindi nuovamente richiedere l'inserimento non al successivo termine di scadenza ma a quello prossimo ancora. In presenza di comprovati gravi motivi si puó richiedere che venga desistito dal depennamento.
  • In caso di depennamento dalla graduatoria in regola si é esclusi anche dalle chiamate dirette per lo stesso periodo per il quale si é depennati dalla graduatoria.
  • In ugual modo no si é considerato rinunciatario per posti con definizione di rischio, se secondo la Medicina del Lavoro non si puó lavorare con una corrispettiva definizione di rischio.

Chi ha diritto all'applicazione di art. 21 oppure art. 33 della legge n. 104 del 5 febbraio 1992 puó richiedere entro il termine previsto di scegliere con precedenza alla scelta dei posti un posto per l'anno scolastico successivo, e cioè per la propria categoria di appartenenza nella graduatoria e a condizione che il numero dei  posti dosponibili alla scelta come minimo corrisponde alla effettiva posizione in graduatoria del richiedente ovvero della richiedente. La precedenza ha solamente effetto se alla scelta dei posti si sceglie un posto in rispetto delle disposizioni della legge 104/1992.

  • Art. 21 della legge 104/1992 prevede la precedenza alla scelta dei posti a causa della propria disabilità (disbilità grave ai sensi dell'art. 3, comma 3 oppure invalidità civile di almeno 67 % ai sensi dell'art. 3, comma 1).
  • Art. 33 della legge 104/1992 prevede la precedenza alla scelta dei posti a causa dell'assistenza di familiari con disabilità (disabilità grave ai sensi dell'art. 3, comma 3). In questo caso il richiedente ovvero la richiedente puó scegliere con precedenza principalmente solo posti nel comune di residenza della persona assistita ovvero in un comune limitrofo.

Modulo da scaricare

Termine di scadenza 31 luglio di ogni anno (graduatoria trasferimento indeterminata) con effetto per l'anno scolastico successivo

Modulo da scaricare

Termine di scadenza 20 luglio di ogni anno (graduatoria determinata) con effetto per l'anno scolastico successivo

Persone di riferimento

Margarethe Egger Trolese
Tel. +39 0471 412142
E-mail: margarethe.egger@provincia.bz.it