La gestione delle emergenze

La gestione delle emergenze

La gestione delle emergenze è l'insieme di tutte le misure pianificate ed adottate, per contrastare ogni emergenza al meglio possibile. La buona collaborazione di tutte le persone che possono essere coinvolte in un'emergenza, è la base di tutto ciò.

Parte della gestione delle emergenze è la pianificazione e l'affrontare delle emergenze. È importante essere preparati a tutte le emergenze possibili, di stimare la probabilità di accadimento del rischio, di stabilire le priorità delle azioni da intraprendere e di simulare il tutto con delle prove d'evacuazioni.

Parte integrante della gestione delle emergenze sono:

  • La squadra d'emergenza (addette ed addetti al pronto soccorso e all'antincendio)
  • Il piano d'evacuazione
  • La prova d'evacuazione annuale.

Il servizio di prevenzione e protezione mette a disposizione dei documenti utili a gestire le emergenze.

I compiti principali delle addette e degli addetti alla squadra d'emergenza sono:

  • elaborare il piano d'emergenza in collaborazione con la Datrice rispettivamente il Datore di lavoro / la Consegnatrice rispettivamente il Consegnatario
  • collaborare con la Datrice rispettivamente il Datore di lavoro / la Consegnatrice rispettivamente il Consegnatario dell'edificio per l'organizzazione della prova d'evacuazione antincendio annuale

In caso d'emergenza, i seguenti compiti devono essere svolti:

  • in caso di segnalazione di emergenza fare una prima valutazione della situazione d'emergenza
  • fornire ai soccorritori e al centro operativo interno, indicato nel piano d'emergenza, le informazioni necessarie
  • prestare l'assistenza di primo soccorso agli infortunati
  • coordinare e gestire le operazioni d'evacuazione delle persone presenti nell'edificio
  • controllare che tutti i locali del proprio piano (o settore) siano stati evacuati
  • prendersi cura che le persone disabili abbiano l'assistenza necessaria
  • assolvere ogni altro compito specificatamente previsto nel piano d'emergenza.

Questi compiti sono da svolgere solo senza dover mettere in pericolo la propria salute e la propria vita.

La datrice rispettivamente il Datore di lavoro / la Consegnatrice rispettivamente il Consegnatario deve definire le misure organizzative e gestionali necessarie da attuare in caso d'emergenza, riportandole in un piano d'emergenza. Nel piano d'emergenza devono essere individuati i possibili scenari d'emergenza e individuate le misure per la loro gestione e per l'evacuazione in sicurezza del personale.

Il Servizio di Prevenzione e Protezione centrale ha elaborato delle Linee guida per la stesura del piano d‘emergenza individuando i contenuti principali da inserire nel piano e dando un aiuto per la redazione dello stesso.

L'obbiettivo della prova d'evacuazione è la verifica del piano d'evacuazione esistente e il comportamento delle persone in caso d'emergenza.

La Datrice rispettivamente il Datore di lavoro / la Consegnatrice rispettivamente il Consegnatario provvede a organizzare in collaborazione con le Addette e gli Addetti alla squadra d'emergenza, almeno una volta all'anno, una prova d'evacuazione, per mettere in pratica le procedure di esodo e di primo intervento. Emergono incongruenze o problemi, allora il piano d'evacuazione è da addattare e/o le persone coinvolte sono da informare sui comportamenti da adottare.

Tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori devono partecipare all'esercitazione e qualora ritenuto opportuno, anche il pubblico.

L'esito della prova d'evacuazione deve essere verbalizzato nell'apposito modulo allegato al registro dei controlli periodici dell'edificio.

Il Servizio di Prevenzione e Protezione centrale ha elaborato delle Linee guida per la stesura del piano d‘emergenza per edifici civili, i quali sono aperti al pubblico e per edifici scolastici (M.D. del 10 marzo 1998).

Secondo il decreto del presidente della provincia n. 25 del 2005, ogni azienda è tenuta a mettere a disposizione una cassetta di pronto soccorso in ciascun luogo di lavoro oppure un pacchetto di medicazione in luogo facilmente accessibile ed individuabile con segnaletica appropriata. I contenuti minimi della cassetta di pronto soccorso e del pacchetto di medicazione sono da garantire.